Netflix aumenta fino a 2 euro al mese in più su alcuni piani. Prova gratuita random


L’estate 2019, sarà, per molti consumatori, una stagione piena di rimodulazioni non solo da parte degli operatori di rete mobile, ma anche il famoso servizio streaming Netflix ha deciso di aumentare i prezzi di alcuni suoi abbonamenti in queste ultime ore.

Netflix ha aumentato, già ad inizio anno, i prezzi degli abbonamenti negli  USA, testando, nel mese di Febbraio 2019, dei prezzi leggermente diversi in Italia per capire come i consumatori potessero reagire a questi differenti costi mensili degli abbonamenti.

In queste ultime ore, la pagina ufficiale Netflix dedicata al prezzo degli abbonamenti è stata aggiornata con il piano Base che è l’unico a rimanere invariato, mentre il piano Standard e Premium hanno subito un aumento di rispettivamente 1 euro e 2 euro al mese in più.

Di conseguenza, i nuovi iscritti Netflix potranno attivare il piano Base (1 schermo in definizione standard) al costo invariato di 7,99 euro al mese; il piano Standard (2 schermi alla volta e HD disponibile) a 11,99 euro al mese, al posto del precedente canone mensile di 10,99 euro, ed il piano Premium (4 schermi alla volta con HD e Ultra HD disponibili) a 15,99 euro al mese, anzichè 13,99 euro al mese.

   

I tre diversi piani di abbonamento si differenziano tra loro in base al numero di dispositivi su cui è possibile guardare i contenuti in streaming contemporaneamente e la risoluzione, che può essere standard (SD), alta definizione (HD) o ultra alta definizione (UHD). Indipendentemente dal piano scelto, sarà possibile disdire senza impegni o vincoli contrattuali in qualsiasi momento e direttamente online.

Per pagare l’abbonamento a Netflix, l’utente potrà utilizzare carte di credito e di debito (anche carta prepagata) del gruppo Visa, MasterCard, American Express e PostePay, carta regalo Netflix, conto PayPal ed anche con addebito su fatturazione Telecom Italia, Vodafone o Wind Tre.

In più, nonostante ufficialmente la prova gratuita non sia disponibile, è possibile che, cambiando browser e recandosi nella pagina ufficiale Netflix, venga proposta una prova gratuita random di 7, 14, 30 giorni o, in alcuni casi, anche nessun periodo di prova.

Chi già dispone di un abbonamento Netflix, in caso di variazioni al prezzo del proprio piano, gli verrà inviata un email di comunicazione della modifica e, all’accesso al servizio streaming, comparirà un messaggio con i dettagli sul cambio di prezzo un mese prima della data dell’aumento.

Si consiglia, quindi, di accedere alla pagina Account e selezionare la voce Informazioni per la fatturazione al fine di controllare la data di fatturazione ed il prezzo del piano scelto.

Netflix giustifica l’aumento dei prezzi in questo modo: “Con l’aggiunta di nuove serie TV e film e l’introduzione di nuove funzionalità, i piani e i prezzi possono essere soggetti a modifiche. Potremmo inoltre adeguare i piani e i prezzi per rispondere ai cambiamenti sul mercato locale, ad esempio modifiche alle imposte o variazioni del tasso di inflazione. Mentre apportiamo modifiche ai piani o ai prezzi, ci impegniamo costantemente a migliorare l’esperienza Netflix e a investire in contenuti di qualità per i nostri abbonati in tutto il mondo.”

Si ricorda che Netflix è uno dei più popolari servizi di streaming online e consente ai propri abbonati di guardare una varietà di serie TV, film, documentari e molto altro su una vasta gamma di dispositivi connessi a Internet con contenuti multimediali nuovi ogni mese. La visione dei contenuti Netflix è illimitata e senza interruzioni pubblicitarie.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.