TlcOpen Fiber

Open Fiber firma la concessione per il terzo bando Infratel: i lavori saranno conclusi in 3 anni

È stato firmato oggi il contratto di concessione per il Terzo Bando Infratel, la cui gara è stata vinta da Open Fiber, che dovrà costruire ed eseguire la manutenzione della rete nelle aree bianche per vent’anni.

Il contratto è stato firmato dall’Amministratore Delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa, e da quello di Infratel, Domenico Tudini, alla presenza anche del Presidente Maurizio Dècina, come riporta il comunicato ufficiale congiunto di oggi, 2 Aprile 2019.

L’infrastruttura di Open Fiber, ormai alla sua terza gara, dovrà abilitare i servizi a banda ultralarga in diversi comuni delle regioni Puglia, Calabria e Sardegna, per mezzo di un finanziamento pubblico dell’ammontare di circa 103 milioni di euro. I lavori dovrebbero giungere a conclusione entro tre anni.

Elisabetta Ripa, Amministratore Delegato di Open Fiber, ha commentato la notizia lasciando trasparire una grande soddisfazione per il ruolo ricoperto dalla sua azienda nel processo di digitalizzazione del Paese:

“Siamo soddisfatti di esserci aggiudicati tutti e tre i bandi per la realizzazione della rete a banda ultralarga nelle aree bianche. Connettere tutto il Paese con una rete interamente in fibra ottica è fattore essenziale per garantire a tutti parità di accesso alle tecnologie e ai servizi di oggi e a quelli che saranno sviluppati in futuro. Grazie allo sforzo congiunto tra Ministero dello Sviluppo Economico, Infratel, enti locali e Open Fiber porteremo l’Italia a recuperare il gap tecnologico accumulato negli anni passati”.

La firma della concezione, con Elisabetta Ripa e Domenico Tudini

Anche Domenico Tudini, Amministratore Delegato di Infratel, ha commentato la firma del contratto. Per Tudini, con questa aggiudicazione può dirsi ultimata la prima fase della Strategia Italiana per la Banda Ultralarga nelle aree bianche del Paese, che si propone di sodisfare gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea entro il 2020 in tutto il territorio italiano.

Il terzo bando prevede il collegamento di circa 317.000 unità immobiliari in 959 comuni e interesserà oltre 400.000 cittadini. Open Fiber sarà impegnata attivamente nei lavori, mentre Infratel verificherà e approverà la progettazione, monitorando l’avanzamento dei lavori.

L’aggiudicazione era già stata resa nota nel Dicembre del 2018, dal Consiglio di Amministrazione di Infratel. La rete internet da realizzare avrà una portata fino a 100 Mbps in download e 50 Mbps in upload per almeno il 70% delle unità immobiliari del cluster C, mentre la restante parte e le unità del Cluster D potranno raggiungere almeno 30Mbps in download e 15 Mbps in upload.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button