Open Fiber

Open Fiber si aggiudica la concessione per la banda ultralarga in Puglia, Calabria e Sardegna

La Società Open Fiber ha vinto i tre lotti di gara per la costruzione della rete pubblica per la banda ultra larga in Puglia, Calabria e Sardegna. L’assegnazione del terzo bando di gara per la Società Open Fiber è stata decretata dal Consiglio di Amministrazione di Infratel e prevede uno stanziamento pubblico di 103 milioni di euro.

I numeri che si possono estrapolare dal comunicato stampa redatto da Infratel e riguardante il terzo bando, contano 378 mila cittadini interessati dagli interventi previsti, più di 317 mila unità immobiliari comprese nel territorio interessato e 882 comuni coinvolti.

Nel bando è inclusa la progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione all’ingrosso, di una rete internet passiva ed attiva con banda ultralarga. La portata della rete internet da realizzare arriverà fino a 100Mbps in download e 50Mbps in upload per almeno il 70% delle unità immobiliari nel Cluster C. Le restanti unità immobiliari del Cluster C e D potranno invece contare su una velocità massima di almeno 30Mbps in download e 15 Mbps in upload.

La suddivisione in Cluster, invece, non interesserà le sedi della Pubblica Amministrazione, le scuole, i presidi sanitari ed i distretti industriali che saranno raggiunti da connessioni oltre i 100Mbps indipendentemente dal Cluster di appartenenza. La rete realizzata sarà data in concessione ad Open Fiber per 20 anni e rimarrà di proprietà pubblica per tutto questo periodo.

Con il bando sopra citato si completa la prima fase della Strategia Italiana per la Banda Ultralarga relativa alle Aree Bianche. Questa strategia si propone di soddisfare gli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale Europea entro il 2020 in tutto il territorio italiano. Ad attuare la Strategia Italiana per la Banda Ultralarga è preposta la società in house Infratel Italia Spa, controllata da Invitalia.

I fini ultimi della strategia attuata da Infratel Italia Spa, realizzabili entro il 2020, comprendono la realizzazione di una rete di banda ultralarga che offrirà una velocità di 100 Mbps fino all’85% della popolazione italiana, 30 Mbps alla restante quota di popolazione interessata. Saranno inoltre garantiti 100 Mbps di velocità di connessione per le sedi ed edifici pubblici, le aree di maggior interesse economico e concentrazione demografica, le aree industriali, le principali località turistiche e, infine, gli snodi logistici.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button