Salt (Gruppo Iliad) mostra risultati finanziari solidi a un anno dal lancio dell’offerta Salt Fiber


Salt, operatore svizzero del Gruppo Iliad, ha recentemente presentato i suoi risultati finanziari per il 2018, che mostrano una crescita in termini di ricavi, EBITDA e flusso di cassa. E a un anno esatto dal lancio di Salt Fiber, l’operatore commenta il successo del suo servizio.

Nello specifico, Salt è riuscito a incrementare la sua quota di mercato, con un aumento dei clienti postpagati e una contrazione delle portabilità in uscita. I ricavi dell’ultimo trimestre hanno mostrato una crescita dell’1,2% anno su anno, attestandosi a quota 253,4 milioni di franchi svizzeri, mentre il margine EBITDA è stato mantenuto a quota 44,8%.

Tali valori hanno permesso a Salt di accelerare gli investimenti, che hanno portato a riconoscimenti di qualità della rete da parte di Connect, OpenSignal e PCMagazin. Inoltre, si ricorda che Salt ha partecipato all’asta delle frequenze 5G in Svizzera, ponendo le basi per lo sviluppo della sua rete di quinta generazione con l’aiuto di Nokia.

Pascal Grieder, CEO di Salt, ha commentato i risultati aggiornati affermando che l’azienda ha raggiunto un importante punto di svolta nel 2018: il lancio del servizio Salt Fiber ha permesso di offrire ai clienti una nuova esperienza di connettività. Grieder si è detto fiero di offrire prodotti e servizi innovativi e di alta qualità, a fronte di un prezzo ridotto sia per utenti privati che business.

   

Effettivamente, secondo il board, la svolta per l’operatore, anche in termini di percezione da parte degli utenti, sembra essere giunta proprio grazie a Salt Fiber. E proprio oggi, 21 Marzo 2019, il servizio dell’operatore svizzero compie un anno.

Il 21 Marzo 2018, infatti, Salt lanciava la sua offerta basata su una connessione internet di 10Gb/s, considerata dalle rilevazioni indipendenti di nPerf come la migliore fibra svizzera in termini di velocità di download e upload, oltre che di latenza. Inoltre, il comunicato odierno sulla Salt Fiber ricorda che appena sei mesi dopo il lancio, il servizio clienti per Salt Fiber è  stato considerato il migliore in tutta l’area DACH da Connect.

Ma per l’azienda il successo di Salt Fiber, oltre che nelle prestazioni, va ricercato nella politica di prezzo: la Salt Fiber ha un costo di partenza di 39,95 franchi svizzeri, ovvero “circa un terzo del prezzo dei servizi comparabili offerti dalla concorrenza”.

Pascal Grieder ha commentato anche questa notizia, dichiarando di essere fiero dei risultati raggiunti in appena un anno; traguardi che riflettono un grande sforzo per proporre l’offerta più adeguata per i clienti, anche in termini di prezzo.

A contribuire al successo di Salt Fiber, anche i servizi televisivi legati all’offerta: Salt ha infatti progressivamente ampliato i suoi servizi accessori, offrendo nuovi canali internazionali anche in 4K e garantendo, per la fine del 2019, oltre 450 canali disponibili. Inoltre, presto verrà rilasciata la versine 2.0 dell’app Salt TV, che combinerà Salt TV e Salt Video.

Per finire, si segnala che pochi giorni fa l’operatore ha aggiornato la sua gamma di offerte per il segmento mobile, annunciando il suo primo pacchetto “Tutto Illimitato” valido in Europa, USA e Canada.

Le offerte attuali sono, in ordine crescente di prezzo, Salt Start, Salt Basic, Salt Swiss, Salt Europe e Salt World. Le ultime tre offrono traffico dati illimitato, con differenti condizioni per il roaming all’estero, come suggerito dal nome.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.