TIM: dal 15 Marzo 2019 nuove rimodulazioni anche per i clienti business


Non solo alcuni clienti ricaricabili consumer TIM subiranno degli aumenti dal 25 Febbraio 2019, ma il nuovo anno ha riservato delle sorprese anche per i clienti TIM Business a partire dal 15 Marzo 2019.

Secondo quanto riportato nella sezione Infoconsumatori del sito ufficiale TIM Business, cambieranno le condizioni contrattuali di alcune offerte dedicate alla clientela Business Fisso “al fine di garantire standard di qualità sempre più adeguati alle mutate esigenze dei Clienti, in un contesto di mercato caratterizzato da un crescente fabbisogno di investimenti per l’innovazione delle piattaforme di rete e tecnologiche”.

I clienti TIM interessati alle suddette variazioni riceveranno, entro la metà del mese di Febbraio 2019, apposita comunicazione personalizzata e potranno verificare le offerte fisse attive sulla propria linea accedendo nell’Area Clienti. Per consultare i prezzi in vigore fino al 14 Marzo 2019, bisognerà recarsi nella sezione Contributi e Abbonamenti della fattura TIM.

In dettaglio, le comunicazioni presenti all’interno del sito TIM Business sono tre. Una relativa alle offerte Tuttofibra (in tecnologia FTTCab/FTTE o FTTH) e Tim Tutto (in tecnologia FTTCab/FTTE), attivate da Professionisti e Clienti con Partita IVA entro il 31 Dicembre 2018, che, dal 15 Marzo 2019, subiranno un aumento di 10 euro al mese (IVA esclusa).

   

Secondariamente, sempre dal 15 Marzo 2019, l’abbonamento mensile dell’offerta Internet Professionale in tecnologia ADSL, HDSL o VDSL, attivata da Professionisti e Clienti con Partita IVA entro il 31 Dicembre 2018, aumenterà del 10%. In più, nel caso in cui il cliente abbia in uso un router fornito in noleggio da TIM, il canone mensile del noleggio aumenterà anch’esso del 10%.

Infine, a partire dal 15 Marzo 2019, sulle linee fisse attivate da Professionisti e Clienti con Partita IVA, entro il 31 Dicembre 2018 l’abbonamento mensile delle offerte fonia di seguito indicate, aumenterà di 10 euro (IVA esclusa): Linea Valore+, Linea Valore+ ISDN, Linea Valore+ ISDN (GNR), Linea Valore+ ISDN (GNR SP), Linea Voce+, Linea Voce ISDN, Linea telefonica affari, Linea telefonica entrante, Accesso Base Singolo Affari, Linea ISDN e ISDN dati base (singolo e multi accesso).

Tutti coloro che non intendono accettare le suddette variazioni, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hanno il diritto di recedere dal Contratto o dalla singola Offerta, nonché di passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro e non oltre il 14 Marzo 2019, tramite una delle seguenti modalità:

  • Lettera all’indirizzo postale “Telecom Italia Servizio Clienti Business, Casella postale n. 456 – 00054 Fiumicino Roma”;
  • Fax al numero gratuito 800.000.191;
  • PEC all’indirizzo telecomitalia@pec.telecomitalia.it;
  • Sito web timbusiness.it;
  • Servizio Clienti 191

A tale comunicazione è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del titolare del contratto, specificando nell’oggetto della comunicazione: Modifica delle condizioni contrattuali.

Il cliente dovrà inviare la suddetta comunicazione anche se intende recedere e passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione, specificando nella stessa che il passaggio ad altro operatore viene effettuato per Modifica delle condizioni contrattuali.

Inoltre, alla data del 14  Marzo 2019, se il cliente abbia in corso pagamenti rateali per l’acquisto di prodotti o rateizzazioni legate al servizio, potrà continuare a pagare le rate fino al termine naturale di scadenza previsto o saldare in un’unica soluzione le rate residue, specificando tale richiesta nella comunicazione di recesso.

In più, nel caso in cui l’offerta oggetto di variazione preveda un vincolo temporale di permanenza, non verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata entro il 14 Marzo 2019.

In caso di utilizzo di prodotti (es. router, PC, etc.) forniti in comodato d’uso gratuito o in noleggio, il Cliente è tenuto alla restituzione degli stessi, integri e funzionati, all’indirizzo “Telecom Italia S.p.A. c/o Geodis Logistics Magazzino Reverse A22 Piazzale Giorgio Ambrosoli snc, 27015 Landriano (PV)”. La mancata restituzione dei suddetti prodotti entro il 14 Marzo 2019, sarà considerata a tutti gli effetti come esercizio dell’opzione di acquisto degli stessi.

Per maggiori informazioni sulle suddette variazioni, sulle rateizzazioni e sulle modalità per esercitare il diritto di recesso, è possibile contattare il Servizio Clienti 191.

Anteprima MondoMobileWeb. Si ringraziano Alessandro, Davide, Ernesto e Lino per le segnalazioni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.