AGCOM: consultazione sui prezzi della banda Ethernet e sui costi di attivazione del servizio wholesale TIM


L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha avviato un nuovo procedimento con annessa consultazione pubblica che intende approvare le condizioni tecniche e procedurali delle offerte di riferimento di Telecom Italia per l’anno 2018, in particolare per quanto riguarda i servizi di accesso all’ingrosso alla rete fissa (wholesale), dei prezzi della banda Ethernet su rete in rame e NGA (Next Generation Access) e dei contributi una tantum di attivazione (ULL/SLU/WLR/VULA e bitstream)

AGCOM ha infatti pubblicato ieri, 21 Gennaio 2019, sul suo sito ufficiale la Delibera n. 216/18/CIR che contiene i dettagli di questo procedimento. La consultazione si concluderà, salvo proroghe previste dall’Autorità, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione della delibera sul sito di AGCOM.

AGCOM intende dunque acquisire, tramite questa consultazione pubblica, commenti, osservazioni, elementi di informazione e documentazione, ai fini dell’approvazione delle condizioni tecniche e procedurali delle offerte di riferimento di TIM, per l’anno 2018, relative in particolare a: servizi di accesso disaggregato all’ingrosso alle reti e sottoreti metalliche e servizi di co-locazione; servizi bitstream su rete in rame e servizi bitstream NGA; servizio Wholesale Line Rental (WLR); servizi di accesso NGAN e servizi di backhaul;

Inoltre si intende stabilire le condizioni economiche, per l’anno 2018, della banda Ethernet (rame e NGA) e la valutazione dei prezzi dei contributi una tantum di attivazione (ULL/SLU/WLR/VULA e bitstream) collegati alla disaggregazione.

   

Va ricordato che per quanto riguarda le condizioni economiche della banda Ethernet per l’anno 2017 l’Autorità, con delibera n. 87/18/CIR ha approvato dei canoni (sia di primo livello che di secondo livello), indistinti per bitstream rame e NGA (FTTC+FTTH), in riduzione, rispetto a quanto approvato nel 2016, del 30% circa.

Ciò premesso, l’Autorità propone agli operatori che risponderanno alla consultazione due approcci differenti per il calcolo dei costo per il 2018: una prima opzione che prevede una differenziazione dei costi della banda Ethernet di I° livello tra bitstream rame e NGA (Opzione 1), oppure una seconda opzione con costo unico della banda Ethernet tra bitstream rame e NGA (Opzione 2).

Tabella dei costi per il 2017 e il 2018 di rame e NGA con “Opzione 1”.

Gli operatori sono dunque invitati a fornire i propri commenti e valutazioni sui due approcci esprimendo e motivando la propria preferenza per una delle due opzioni.

Per quanto riguarda la determinazione dei contributi una tantum di attivazione, questi sono stati calcolati in base alla tecnologia: per le linee attive (senza portabilità del numero) e non attive in SLU e ULL, per l’anno 2018, tenuto conto della conferma di un costo di gestione ordine pari a 4,49 euro, i costi di attivazione variano da un minimo di 23,66 euro ad un massimo di 48,51 euro.

Tabella dei contributi una tantum di attivazione per ADSL del 2018 confrontati con il 2017.

I contributi una tantum di attivazione dei servizi bitstream in rame (ADSL) sono calcolati in base a due componenti:

  • una componente “fisica”, che si riferisce alle attività operative necessarie per l’attivazione della linea ed equivale ai costi approvati per i contributi di attivazione dei servizi di accesso disaggregato;
  • una componente “logica”, che consta delle attività di configurazione degli elementi tipici del servizio bitstream (configurazione del modem, del VC/VLAN) e qualificazione.

Per l’anno 2018, l’Autorità ha ritenuto di dover aggiornare la componente “fisica”, mentre rispetto al 2017 rimane invariata la componente “logica”.

Tabella dei contributi una tantum di attivazione per VULA FTTC (condiviso e Naked) del 2018 confrontati con il 2017.

Per quanto riguarda invece le linee VULA FTTC, si ha un costo di attivazione ex-novo VULA FTTC naked (LNA) pari a 64,38 euro nel 2018 (a fronte di 64,49 euro nel 2017). Nel caso di attivazione ex-novo VULA FTTC condiviso (LA) si ha un costo pari a pari a 52,45 euro nel 2018 (a fronte di 52,53 euro approvato nel 2017).

Tabella dei contributi una tantum di attivazione per WLR del 2018 confrontati con il 2017.

I contributi di attivazione una tantum per linee WLR (Wholesale Line Rental) sono stati rivalutati per l’anno 2018 in base alle variazioni dei contributi ULL.

Gli allegati con tutti i dettagli della Delibera AGCOM n. 216/18/CIR sono consultabili in versione integrale sul sito ufficiale dell’Autorità.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.