LexFoniaReti 5GTim

TIM, trasparenza tecnica aggiornata con 5G e 5G Ultra: sparito il riferimento al 4G+

Nei giorni scorsi, in seguito al lancio del 5G Ultra e del nuovo profilo 5G fino a 250 Mbps, TIM ha provveduto ad aggiornare anche i documenti di trasparenza tecnica sulle prestazioni delle offerte di rete mobile, in cui per i due profili 5G, oltre alle velocità massime stimate raggiungibili, non viene più citata la tecnologia 4G+ fino a 700 Mbps.

Come già anticipato in anteprima da MondoMobileWeb, a partire dal 9 Giugno 2024 è disponibile il 5G Ultra, mentre sulle altre offerte mobile che in precedenza erano in 4G, solo per le nuove attivazioni, è stato introdotto il 5G con un limite di velocità, fino a 250 Mbps.

In precedenza, per tutte le offerte TIM con 5G incluso, era previsto un unico profilo di velocità, con possibilità di raggiungere una velocità massima stimata di 2 Gbps in download e 150 Mbps in upload (con canalizzazione di banda aggregata 5G + 4G di almeno 125 MHz e device che supporti almeno 14 MIMO layers).

Invece, dal 9 Giugno 2024 sono disponibili due distinti profili di velocità per il 5G di TIM, a seconda dell’offerta sottoscritta, denominati rispettivamente “5G Ultra” e “5G”.

Il nuovo profilo 5G Ultra di TIM è incluso solo con alcune offerte mobile, sostanzialmente le stesse che già in precedenza includevano l’accesso al 5G, le quali sono così abilitate senza costi aggiuntivi alla massima velocità del 5G, che dal 9 Giugno 2024 è pari a 2 Gbps in download e 300 Mbps in upload. Inoltre, i clienti che avranno incluso nella propria offerta il 5G Ultra, potranno beneficiare della priorità di accesso sulla rete mobile TIM.

Invece, solo per le nuove attivazioni dal 9 Giugno 2024 di alcune offerte mobile TIM che in precedenza permettevano di navigare fino in 4G, è stata aggiunta l’abilitazione al 5G, ma in questo caso con il profilo base “5G” con una velocità massima di navigazione fino a 250 Mbps in download e fino a 75 Mbps in upload. Inoltre, questo profilo non include la priorità di accesso alla rete mobile di TIM.

Sparito il riferimento al 4G+ nelle pagine di trasparenza tecnica dei profili 5G

Come già raccontato nel dettaglio da MondoMobileWeb, negli ultimi mesi del 2023 TIM aveva aggiornato le pagine di trasparenza tecnica del suo sito web, adeguandosi alla delibera AGCOM 23/23/CONS, annunciata dall’Autorità il 13 Febbraio 2023 dopo l’approvazione dell’8 Febbraio 2023.

Le pagine di trasparenza tecnica delle offerte mobile TIM sono raggiungibili dalla pagina Info Consumatori Mobile, cliccando su “Caratteristiche dei Servizi Mobili”, che è la sezione dedicata dove sono presenti le informazioni di trasparenza tecnica in linea con le nuove normative AGCOM delle offerte mobile TIM attualmente in commercio.

TIM in questa sezione prevede dei link dedicati in base alla tecnologia di rete (4G o 5G) o in base alla tipologia di offerta, in ogni caso indicando in ognuna le principali offerte compatibili attualmente in commercio.

Con il lancio dei nuovi profili 5G fino a 250 Mbps e 5G Ultra, adesso si può scegliere fra le pagine denominate rispettivamente “Navigare 4G”, per le offerte mobile con navigazione internet in 4G fino a 150 Mbps, “Navigare 5G”, per le offerte abilitate alla rete mobile 5G di TIM con velocità fino a 250 Mbps, e “Navigare 5G ULTRA”, per le offerte abilitate al nuovo profilo 5G Ultra di TIM che permette di navigare con velocità fino a 2 Gbps.  In più, rimane presente anche “Navigare Estero”, dedicata alle offerte per il Roaming all’estero.

In queste pagina, per quanto riguarda la voce relativa alle velocità massime stimate della connessione per le diverse tecnologie, viene ora specificato che con le offerte con profilo 5G base si ha accesso alle reti 2G, 4G, e 5G fino a 250 Mbps, mentre con il profilo 5G Ultra si ha accesso alle reti 2G, 4G, e 5G fino a 250 Mbps o fino a 2 Gbps. Invece, come in precedenza, con le offerte fino in 4G si ha accesso solo alle reti 2G e 4G.

In precedenza, per tutte le offerte abilitate al 5G di TIM, come veniva riportato anche nei documenti di trasparenza tecnica pubblicati nei mesi scorsiin assenza di copertura 5G si era comunque abilitati alla tecnologia 4G+, che permette di raggiungere una velocità massima stimata di 700 Mbps in download e 130 Mbps in upload (con canalizzazione di banda aggregata pari almeno a 35 MHz e device almeno di categoria 16 in downlink e categoria 13 in uplink).

La tecnologia 4G+ non era invece prevista per le offerte fino in 4G, per cui era quindi necessario dotarsi di un’offerta o di un’opzione 5G per poter accedere al 4G+.

Adesso, invece, nei nuovi profili 5G e 5G Ultranon viene più menzionata la tecnologia 4G+, per cui sembra che questa tecnologia ufficialmente non sia più accessibile con questi profili.

In questo modo, adesso con TIM, secondo quanto indicato dall’operatore nei suoi documenti ufficiali, per poter raggiungere delle velocità massime superiori ai 150 Mbps sarà necessario avere un’offerta 5G o 5G Ultra, trovarsi sotto copertura 5G e utilizzare un dispositivo 5G.

Come si sono aggiornati i documenti di trasparenza tecnica di TIM

Una delle voci delle pagine di trasparenza tecnica è rappresentata dal nome commerciale dell’offerta, in cui in base alla pagina scelta viene riportata una lista di offerte mobile TIM con le stesse caratteristiche tecniche.

In particolare, nella nuova pagina “Navigare 5G ULTRA”, vengono riportate attualmente le offerte TIM Mobile, TIM Mobile e TV, TIM 5G Power Famiglia, TIM Young, TIM Mobile 100 Giga, TIM Giga Power Famiglia e TIM Tourist.

Si ricorda a questo proposito che l’operatore ha specificato che, oltre alle nuove attivazioni di alcune offerte che includono questo profilo, tutte le offerte 5G attivate prima del 9 Giugno 2024 sono abilitate, senza costi aggiuntivi, al 5G Ultra, quindi con velocità fino a 2 Gbps in download e fino a 300 Mbps in upload, e con la priorità di accesso alla rete mobile di TIM.

Dunque, chi aveva delle offerte già abilitate al 5G è passato automaticamente al nuovo profilo 5G Ultra, mantenendo così la possibilità di raggiungere la massima velocità fino a 2 Gbps.

Invece, nella pagina “Navigare 5G”, sono elencate le principali offerte mobile TIM che solo per le nuove attivazioni dal 9 Giugno 2024 includono l’abilitazione al 5G fino a 250 Mbps, fra cui TIM 60+, TIM 60+ Basic, TIM Junior Pack 12 mesi, TIM Junior mese, TIM Junior mese UNICA, TIM Mobile 50 Giga, TIM Mobile 500 Giga, TIM International, TIM International New, TIM International Base e TIM International per tutti.

Infine, nella pagina “Navigare 4G fino a 150 Mega”, dato che per le nuove attivazioni dal 9 Giugno 2024 di un’offerta mobile TIM si è abilitati almeno al 5G fino a 250 Mbps, in questo caso adesso vengono riportati solo piani base a consumo, ossia TIM Home Connect mese, TIM Home Connect 24 mesi, TIM Base 19, TIM Base NEW e TIM Facile.

Dunque, per le nuove attivazioni dal 9 Giugno 2024 il profilo che permette di utilizzare solo 2G e 4G con velocità fino a 150 Mbps è previsto solo per chi attiva o mantiene attivo solo un piano base a consumo, con cui in questo caso il traffico dati può essere al massimo in 4G fino a 150 Mbps.

Invece, i già clienti che avevano sottoscritto un’offerta 4G fino a 150 Mbps fino all’8 Giugno 2024 mantengono questo profilo, a meno che non decidano di attivare un’opzione per abilitare il 5G.

Per quanto riguarda le velocità massime stimate della connessione per le diverse tecnologie, per il profilo 5G Ultra su rete 5G TIM, è prevista una velocità massima stimata di 2 Gbps in download e 300 Mbps in upload (con canalizzazione di banda aggregata 5G + 4G di almeno 125 MHz e device che supporti almeno 14 MIMO layers).

Dunque, per tutti coloro che hanno il profilo 5G Ultra, è aumentata la velocità massima di upload, che è diventata pari a 300 Mbps, mentre in precedenza era pari a 150 Mbps.

Invece per il profilo 5G base proposto da TIM sulla sua rete 5G, è prevista una velocità massima stimata di 250 Mbps in download e 75 Mbps in upload (con canalizzazione di banda aggregata 5G+ 4G di almeno 125 MHz e device che supporti almeno 14 MIMO layers).

Nella pagina del sito TIM dedicata al 5G, adesso viene specificato qual è la velocità massima raggiungibile quando si hanno diverse offerte 5G o 5G Ultra attive sulla linea mobile. In questo caso, l’operatore afferma che tutti i Giga delle offerte in 5G attive sulla linea andranno alla velocità di quelli dell’offerta che prevede la velocità più elevata: ad esempio, se si ha un’offerta 5G Ultra fino a 2 Gbps e un’offerta 5G fino a 250 Mbps, tutti i bundle di Giga avranno la velocità del 5G Ultra, quindi fino a 2 Gbps.

Si ricorda che, per navigare sulla rete 5G di TIM, oltre ad avere attiva un’offerta abilitata o un’opzione abilitante, è necessario utilizzare un dispositivo compatibile e trovarsi in uno dei comuni coperti.

Nel suo sito ufficiale, adesso TIM dichiara che “tutti i terminali con tecnologia 5G presenti nel mercato italiano sono compatibili su rete 5G di TIM e possono essere utilizzati per navigare con il profilo 5G ULTRA e 5G.

Quindi, secondo quanto scrive l’operatore, per navigare in 5G Ultra fino a 2 Gbps o in 5G fino a 250 Mbps, a seconda dell’offerta attiva, è necessario semplicemente che il proprio smartphone sia venduto nel mercato italiano e che abbia un modem 5G, senza distinzione fra marche e modelli.

Al momento, la rete 5G di TIM sfrutta lo standard Non Standalone (NSA), che significa letteralmente “non autonomo”. In attesa che si possa invece diffondere lo standard Standalone (SA), che sfrutterà in toto le caratteristiche del 5G, attualmente è necessario infatti appoggiarsi agli apparati esistenti del 4G.

Come riporta TIM, su rete 4G la velocità massima stimata rimane sempre di 150 Mbps in download e 75 Mbps in upload (con device almeno di categoria 4 in downlink e categoria 5 in uplink). Infine, su rete 2G (EDGE) la velocità massima stimata con TIM è di 236 Kbps in download e 236 Kbps in upload (con 4 timeslot downlink e 4 timeslot per uplink e con device che supportano modulazione 2G 8PSK).

Soltanto nella pagina “Navigare Estero” per le offerte per il Roaming all’estero TIM specifica che la velocità di connessione dipende “dalle prestazioni del Gestore estero, dagli accordi di roaming dati 2G/3G/4G e dal terminale utilizzato”.

Per quanto riguarda la copertura per le diverse tecnologie, è sempre presente il link alla pagina in cui si può accedere alla mappa di copertura interattiva della rete mobile TIM implementata a fine Agosto 2023, come già raccontato da MondoMobileWeb, che consente di controllare la copertura mobile di TIM in ogni singolo punto sul territorio nazionale, come richiesto dalla delibera.

A seconda del luogo selezionato, la mappa indica quali tecnologie della rete mobile TIM sono presenti in quel quadrante (5G, 4G+, 4G e 2G). Si ricorda che, in seguito alla sua dismissione conclusasi a metà Ottobre 2022, la tecnologia 3G di TIM è adesso spenta in tutta Italia.

Per quanto concerne invece la possibile disponibilità di meccanismi di QoS (Quality of Service)solo nella nuova pagina “Navigare 5G ULTRA” per le offerte con profilo 5G Ultra fino a 2 Gbps, viene specificato che queste offerte “prevedono una classe di priorità più elevata di quella base di default quando la connessione dati avviene sulla rete 4G. Per scoprire cosa è la priorità vai alla pagina Uso consapevole della banda larga mobile”.

Si tratta cioè della priorità di accesso alla rete mobile TIM che, come specificato anche nella pagina dedicata alla rete mobile di quinta generazione, è inclusa solo con il profilo 5G Ultra.

Invece, nelle pagine “Navigare 5G”, “Navigare 4G” e “Navigare Estero” è indicato “No”, per cui in questi casi TIM dichiara di non applicare questi meccanismi.

La tabella di trasparenza tecnica di TIM prosegue poi con la voce dedicata alle eventuali misure applicate in rete con impatti sulla velocità di connessione ad Internet, dove in tutti i casi è indicato “No”, per cui l’operatore dichiara di non attuare queste misure.

Nelle pagine di trasparenza tecnica c’è anche la voce relativa al supporto del servizio VoLTE (Voice over LTE), che permette di effettuare e ricevere chiamate su rete 4G. In tutti i casi, viene indicato “Sì”, in quanto tutte le offerte mobile TIM permettono di fruire del VoLTE, se si utilizza un terminale compatibile.

Per finire, sono presenti le voci “Antivirus, firewall”, in cui in tutti i casi viene indicato “No”, per cui TIM dichiara che questo tipo di servizi non sono attivi di default nelle sue offerte, e Assistenza tecnica, dove è riportato il link alla pagina del sito di assistenza e il numero del Servizio Clienti 119.

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia seguici su Google News cliccando sulla stella, Telegram, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.