Iniziative SolidaliOfferte RoamingTelefonia FissaTelefonia Mobile

Ucraina: nuova proroga dell’accordo per chiamate a prezzi accessibili da e verso il Paese

Nei giorni scorsi, la Commissione Europea ha annunciato di aver accolto con favore la firma di una nuova dichiarazione congiunta da parte di alcuni operatori telefonici dell’UE e dell’Ucraina, al fine di prorogare ulteriormente le misure volontarie che consentono servizi di roaming e chiamate a prezzi accessibili o gratuiti da e verso il Paese colpito dalla guerra.

L’accordo, in particolare, è stato siglato per la prima volta, con l’approvazione e il sostegno delle varie istituzioni europee, lo scorso 8 Aprile 2022, attraverso la firma di una dichiarazione comune degli operatori europei ed ucraini, che ha permesso di coordinare le iniziative per fornire a prezzi accessibili o azzerati servizi di roaming e chiamate internazionali tra i Paesi dell’Unione Europea e l’Ucraina.

Inizialmente valida per 3 mesi, l’iniziativa, a cui avevano sottoscritto circa 30 operatori con sede nell’UE e i 3 operatori di telefonia mobile con sede in Ucraina (Kyivstar, lifecell e Vodafone Ukraine), è stata prima prolungata per altri 3 mesi fino a Ottobre 2022, per poi venire ulteriormente prorogata sempre di 3 mesi fino a Gennaio 2023.

Il 31 Gennaio 2023, infine, è stata firmata una nuova dichiarazione, che ha prorogato le misure per 6 mesi ed ha esteso l’accordo volontario a nuovi tipi di operatori di telecomunicazioni, coprendo anche le chiamate verso i numeri di rete fissa in Ucraina e garantendo prezzi interoperatori sostenibili.

Adesso, invece, come annunciato dalla Commissione Europea, il 9 Luglio 2023 diversi operatori telefonici dell’UE e dell’Ucraina hanno firmato una nuova dichiarazione congiunta (ecco il documento completo), che stavolta prevede una proroga di 12 mesi dell’accordo, che consente ai profughi ucraini di rimanere collegati a livello transfrontaliero.

A firmare il nuovo accordo, in particolare, sono stati 22 operatori dell’Unione Europea e sette operatori dell’Ucraina. Come in precedenza, la dichiarazione rimane aperta a tutti gli operatori, disposti a firmare un’espressione di solidarietà verso il popolo ucraino.

Per l’esattezza, gli operatori ucraini che hanno siglato la nuova dichiarazione comune sono 3Mob, Data Group, Kyivstar, lifecell, Ukrtelecom, Vega Telecom e Vodafone Ukraine.

Tra le società di telecomunicazioni operanti in Italia che hanno siglato la nuova iniziativa figurano TIM e i rami italiani delle multinazionali Vodafone Group, Three Group e Iliad Group, rappresentate rispettivamente da Vodafone Italia, WINDTRE e Iliad Italia.

Roaming UE Ucraina

Contestualmente alla proroga dell’accordo, per ridurre i tassi che gli operatori UE ed ucraini devono sostenere per collegare le chiamate transfrontaliere, la Commissione Europea si anche sta preparando a integrare l’Ucraina nello spazio di roaming dell’UE, che come si legge in una nota, “offrirebbe una soluzione più stabile e a più lungo termine”.

Già ad Aprile 2023, infatti, il Comitato di Associazione UE-Ucraina ha adottato la proposta della Commissione relativa all’adesione dell’Ucraina alle norme dell’UE sul roaming. Il prossimo passo, dunque, a detta della Commissione Europea, è che l’Ucraina allinei la propria legislazione a quella dell’Unione, attendendo che il Consiglio UE adotti la decisione finale.

Nel frattempo, l’accordo siglato tra gli operatori di telefonia europei ed ucraini rimane sotto osservazione del BEREC, l’Organismo dei Regolatori Europei delle Comunicazioni Elettroniche, che ne sta monitorando l’impatto.

In particolare, secondo quanto riportato dalla Commissione, i dati finora a disposizione dimostrano come l’accordo è sia stato effettivamente efficace, consentendo agli operatori di fornire chiamate a prezzi accessibili a livello transfrontaliero, permettendo a coloro che cercano rifugio in Europa di raggiungere familiari e amici in Ucraina e viceversa.

Oltretutto, a detta della Commissione Europea, gli operatori dello Spazio Economico Europeo (SEE) firmatari della dichiarazione congiunta, sono soggetti a tariffe inferiori rispetto a quelle degli operatori che non hanno ancora aderito.

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.