Reti 5GTim

TIM, rete 5G: copertura estesa con 50 nuovi comuni in 11 regioni

In questi ultimi giorni, tra i comuni coperti dalla rete 5G di TIM sono state aggiunte diverse nuove località, suddivisive in un totale di 11 regioni d’Italia.

Oltre a dover utilizzare un dispositivo compatibile con un’offerta o opzione abilitante, per poter usufruire del 5G i clienti TIM devono trovarsi infatti in uno dei comuni coperti, indicati nel sito ufficiale dell’operatore attraverso un elenco dedicato.

Lo scorso 21 Marzo 2023, l’operatore aveva aggiunto in lista 27 nuovi comuni distribuiti in 12 regioni d’Italia, tra cui anche il Molise che in precedenza non era presente nell’elenco.

Con il nuovo aggiornamento introdotto in questi giorni, in particolare il 9 Giugno 2023, i comuni inseriti nell’elenco sono invece 50, in questo caso suddivisi come detto in 11 regioni, ovvero Calabria, Campania, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta e Veneto.

Ecco tutte le nuove località dove è possibile navigare in 5G con TIM: Altomonte, Bianco, Caraffa del Bianco, Carolei, Davoli, Melito di Porto Salvo, Samo, Sant’Onofrio, Santa Maria del Cedro, Scilla, Sughudi, Santa Marina, Trecase, Sgonico, Vejano, Cassano d’Adda, Grassobbio, Pavia, Cantalupa, Cuneo, Frossasco, Gruiasco, Pinerolo, Prarostino, Rivoli, Roccabruna, Roletto, Adelfia, Barletta, Foggia, Gravina in Puglia, Monopoli, Parabita, Buggerru, Iglesias, Orosei, San Teodoro, Sardara, Giardini Naxos, Joppolo Giancaxio, Monforte San Giorgio, Pozzallo, Torregrotta, Trapani, Marsala, Monreale, Brusson, La Thuile, Morgex e Treviso.

Il nuovo elenco completo con tutti i comuni

In totale, con l’aggiunta dei nuovi comuni sopra elencati, le località coperte dalla rete 5G di TIM sono adesso le seguenti, suddivise in tutte e 20 le regioni d’Italia:

  • Abruzzo: Alba Adriatica, Chieti, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Rivisondoli, Roccaraso;
  • Basilicata: Atella, Brienza, Corleto Perticara, Grumento Nova, Laurenzana, Matera, Paterno, Pisticci, Rionero in Vulture, Satriano di Lucania, Tramutola, Vietri di Potenza, Viggiano;
  • Calabria: Altomonte, Bianco, Caraffa del Bianco, Cariati, Carolei, Catanzaro, Castiglione Cosentino, Ciro’ Marina, Condofuri, Cosenza, Crotone, Davoli, Ferruzzano, Gagliato, Gerace, Girifalco, Isola di Capo Rizzuto, Laino Borgo, Lappano, Maierato, Melito di Porto salvo, Montauro, Montepaone, Oriolo, Pizzo, Pentone, Praia a Mare, Rende, Ricadi, Samo, Sant’Agata di Esaro, Sant’Onofrio, San Pietro a Maida, Scilla, Sughudi, Santa Maria del cedro, Scigliano, Soverato, Tropea, Zumpano;
  • Campania: Atripalda, Auletta, Avellino, Bagnoli Irpino, Baselice, Battipaglia, Bellizzi, Benevento, Caggiano, Calitri, Capodrise, Cannalonga Capriglia Irpina, Caserta, Castel Morrone, Cassano Irpino, Castel Volturno, Castelnuovo Cilento, Castiglione del Genovesi, Castelvetere in Val Fortore, Cellole, Durazzano, Formicola, Galluccio, Giano Vetusto, Grottolella, Lauro, Liberi, Lioni, Manocalzati, Marcianise, Mercogliano, Minori, Montecorvino Pugliano, Montefredane, Montella, Morcone, Napoli, Novi Velia, Ospedaletto d’Alpinolo, Pago del Vallo di Lauro, Parolise, Pellezzano, Pertosa, Pontecagnano Faiano, Pontelatone, Positano, Praiano, Prata Sannita, Ravello, Ricigliano, Roccagloriosa, Romagnano al Monte, Salerno, San Bartolomeo in Galdo, San Giorgio a Cremano, San Gregorio Magno, San Mango Piemonte, San Marco Evangelista, San Nicola la Strada, San Potito Ultra, Santa Marina, Santo Stefano del Sole, Sanza, Sassinoro, Scala, Summonte, Trecase, Vallo della Lucania;
  • Emilia-Romagna: Bologna, Carpi, Casalecchio di Reno, Campogalliano, Castel Maggiore, Cesenatico, Coriano, Ferrara, Granarolo dell’Emilia, Misano Adriatico, Modena, Ozzano dell’Emilia, Parma, Piacenza, Poggio Torriana, Ravenna, Reggio nell’Emilia, Riccione, Rimini, Santarcangelo di Romagna, Verucchio, Zola Predosa;
  • Friuli-Venezia Giulia: Muggia, Pasian di Prato, San Dorligo della Valle, San Quirino, Savogna d’Isonzo, Sgonico, Tavagnacco, Trieste, Udine, Villesse;
  • Lazio: Amatrice, Anticoli Corrado, Antrodoco, Artena, Bagnoregio, Borgo Velino, Capena, Castel di Tora, Cisterna di Latina, Cittareale, Civitavecchia, Colle di Tora, Cori, Fiano Romano, Filettino, Frascati, Leonessa, Monte Porzio Catone, Montelanico, Petrella Salto, Poggio San Lorenzo, Rocca di Papa, Roma, Roviano, Vallecorsa, Vallerotonda, Vejano, Villa Latina, Villa Santo Stefano, Viticuso, Vitorchiano;
  • Liguria: Bogliasco, Busalla, Campomorone, Ceranesi, Genova, La Spezia, Mele, Pieve Ligure, PortoFino, Portovenere, Sanremo, Santa Margherita Ligure, Sant’Olcese, Savona, Serra Ricco;
  • Lombardia: Azzano San Paolo, Assago, Baranzate, Bereguardo, Bergamo, Bonate Sopra, Bonate Sotto, Botticino, Bovezzo, Brescia, Bresso, Burago di Molgora, Busto Arsizio, Cassano d’Adda, Castel Goffredo, Castelcovati, Castiglione delle Stiviere, Cernusco sul Naviglio, Cinisello Balsamo, Codogno, Collebeato, Como, Concesio, Concorezzo, Crosio della Valle, Filago, Gessate, Gorle, Grandate, Grassobbio, Lallio, Lesmo, Livigno, Manerba del Garda, Mazzano, Milano, Montano Lucino, Monza, Novate Milanese, Orio al Serio, Osio Sopra, Osio Sotto, Orzinuovi, Paderno d’Adda, Paderno Dugnano, Pavia, Pero, Polpenazze del Garda, Ponteranica, Pregnana Milanese, Puegnago del Garda, Rezzato, Rho, Robbiate, Roncadelle, San, Martino Siccomario, San Zeno Naviglio, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Sirmione, Soiano del Lago, Travaco’ Siccomario, Treviolo, Trivolzio, Vedano al Lambro, Villasanta, Vimercate;
  • Marche: Macerata, Mondolfo, Montelabbate, Monteprandone, Pedaso, Servigliano;
  • Molise: Campobasso;
  • Piemonte: Beinasco, Beura-Cardezza, Borgosesia, Cantalupa, Casale Monferrato, Cascinette d’Ivrea, Collegno, Cossato, Cuneo, Domodossola, Dronero, Gruiasco, Frossasco, Ivrea, Lanzo, Torinese, Moncalieri, Nichelino, Nizza Monferrato, Mappano, Novara, Orbassano, Pallanzeno, Piedimulera, Pieve Vergonte, Pinerolo, Prarostino, Rivalta di Torino, Rivoli, Roccabruna, Roletto, San Pietro, Mosezzo, Sestriere, Torino, Trontano, Valdengo, Venaria Reale, Vigliano Biellese, Villadossola, Villar San Costanzo, Vogogna;
  • Puglia: Adelfia, Altamura, Andria, Apricena, Bari, Barletta, Bitritto, Castellana Grotte, Conversano, Deliceto, Foggia, Galatone, Gioia del Colle, Gravina in Puglia, Lecce, Lucera, Maglie, Manfredonia, Margherita di Savoia, Martano, Mattinata, Monopoli, Monte Sant’Angelo, Orta Nova, Parabita, Peschici, Putignano, Sannicandro di Bari, Stornara, Terlizzi, Toritto, Trinitapoli, Turi, Vieste;
  • Sardegna: Arzachena, Buggerru, Cabras, Cagliari, Domus de Maria, Iglesias, Laconi, Oristano, Orosei, Oschiri, Nuoro, Perdasdefogu, Sant’Antioco, Santa Giusta, San Teodoro, Sardara, Sassari, Senorbi’, Scano di Montiferro, Siamaggiore, Stintino;
  • Sicilia: Barcellona Pozzo di Gotto, Castelvetrano, Catania, Caltanissetta, Gela, Giardini Naxos, Joppolo, Giancaxio, Marsala, Monreale, Monforte San Giorgio, Mussomeli, Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo, Ragusa, San Cataldo, San Gregorio di Catania, Torregrotta, Trapani, Villarosa;
  • Toscana: Arezzo, Firenze, Orbetello, Pisa, San Vincenzo, Sovicille;
  • Trentino-Alto Adige (Südtirol): Badia, Bolzano, Campitello di Fassa, Castelrotto, Cortaccia sulla strada del vino, Corvara in Badia, Magre’ sulla strada del vino, Mazzin, Montagna, Ortisei, Riva del Garda, Selva di Val Gardena, Trento;
  • Umbria: Baschi, Campello sul Clitunno, Perugia, Spoleto, Terni;
  • Valle d’Aosta (Vallée d’Aoste): Courmayeur, Brusson, Gressan, Jovencan, La Thuile, Morgex, Pollein, Quart, Saint-Christophe, Sarre, Valtournenche;
  • Veneto: Agordo, Albignasego, Bagnoli di Sopra, Belluno, Boara Pisani, Bovolenta, Brogliano, Cartura, Castelgomberto, Cervarese Santa Croce, Cortina d’Ampezzo, Cornuda, Due Carrare, Godega di Sant’Urbano, Jesolo, Loria, Masera’ di Padova, Noventa Padovana, Padova, Pernumia, Polverara Ponte San Nicolo’, Ponte nelle Alpi, Riese Pio X, Rovigo, Rubano, San Fior, San Pietro Viminario, Santorso, Schio, Torri di Quartesolo, Trevenzuolo, Treviso, Vigonza, Venezia, Verona.

In generale, la presenza in lista di una città non implica automaticamente che tutto il territorio comunale sia raggiunto dal 5G, per cui al momento la copertura potrebbe riguardare solo alcune specifiche zone.

Si sottolinea inoltre che le città e le aree in questione sono quelle indicate attualmente sul sito ufficiale di TIM, nella pagina dedicata alla rete di quinta generazione. Nonostante ciò, in alcune zone di alcune città la rete 5G dell’operatore potrebbe risultare comunque già attiva, anche se ancora non ufficializzata.

Velocità di navigazione e altre info sul 5G di TIM

Con la rete mobile di quinta generazione, come viene indicato nel suo sito ufficiale, TIM permette di raggiungere una velocità massima pari a 2 Gbps in download e 150 Mbps in upload.

L’operatore, per pubblicizzare la sua rete 5G, utilizza il termine Vero 5G che, come evidenziato anche in risposta ad Asati, vuole sottolineare una copertura dotata di velocità e latenza tipiche delle reti di quinta generazione, a differenza del cosiddetto DSS (Dynamic Spectrum Sharing) utilizzato da altri operatori.

Al momento, la rete 5G di TIM sfrutta comunque lo standard Non Standalone (NSA), che significa letteralmente “non autonomo”. In attesa che si possa invece diffondere lo standard Standalone (SA), che sfrutterà in toto le caratteristiche del 5G, attualmente è necessario infatti appoggiarsi agli apparati esistenti del 4G.

Come detto, oltre a doversi trovare in uno dei comuni coperti, per usufruire del 5G di TIM è necessario utilizzare un dispositivo compatibile con un’offerta o opzione abilitante.

Nel suo sito ufficiale, TIM dichiara sempre chetutti i terminali con tecnologia 5G presenti nel mercato italiano sono compatibili su rete 5G di TIM. Quindi, secondo quanto scrive l’operatore, è necessario semplicemente che il proprio smartphone sia venduto nel mercato italiano e che abbia un modem 5G, senza distinzione fra marche e modelli.

In merito invece alle offerte e opzioni che abilitano la navigazione in 5G, si segnala che da ieri 11 Giugno 2023 e per un periodo limitato, i nuovi clienti che attivano una SIM con offerta senza 5G incluso possono attivare la nuova opzione 5G Promo a 0 euro per i primi 3 mesi, poi con rinnovo a 1,99 euro al mese.

In ogni caso, per tutti gli altri clienti che posseggono un’offerta dati senza 5G, è ancora disponibile anche l’add on standard 5G ON a 5 euro al mese.

In alternativa, per i già clienti TIM sono disponibili anche a Giugno 2023, salvo cambiamenti, le attuali opzioni con prezzi personalizzati e proposte in base al target ai clienti selezionati.

Inoltre, un altro modo per ottenere l’abilitazione al 5G è quello di acquistare un nuovo smartphone compatibile tramite i canali di vendita TIM, ottenendo in questo modo la cosiddetta Promo 5G Gratis x 3 mesi.

Si ringrazia Gabriele per la segnalazione.

Seguici su Telegram

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.