LexFoniaServiziSicurezza MobileWindTre

WINDTRE avvisa sul cambio delle procedure di MNP: ecco le novità dal 7 Novembre 2022

WINDTRE ha comunicato ufficialmente che dal mese di Novembre 2022 entreranno in vigore le nuove procedure di portabilità del numero mobile (MNP) secondo le nuove regole stabilite dall’AGCOM con la delibera 86/21/CIR, con cui vengono implementate delle misure di sicurezza anche in caso di sostituzione della SIM.

Dunque, oltre alla comunicazione ufficiale sul sito del secondo brand Very Mobile, anche il brand principale WINDTRE ha inserito nella giornata di oggi, 10 Ottobre 2022, un link nella home page del suo sito ufficiale che riporta ad una pagina dedicata alle novità previste dalla delibera 86/21/CIR.

Si tratta della delibera pubblicata il 27 Luglio 2021 che, come già raccontato in dettaglio da MondoMobileWeb, oltre ad introdurre dei nuovi meccanismi di prevenzione delle truffe con la sostituzione della SIMmodifica anche la delibera 147/11/CIR, dove sono contenute le attuali norme che regolano la portabilità del numero mobile (MNP).

Le modifiche al processo di portabilità riguardano sia l’introduzione di misure che puntano al rafforzamento dei controlli effettuati nel corso della procedura, che l’introduzione di notifiche che garantiscono l’aggiornamento sullo svolgimento di eventuali attività di sostituzione della SIM, nei casi di subentro, furto, smarrimento o distruzione.

In questo modo, il cliente sarà in grado di confermare o meno la prosecuzione dell’iter di sostituzione (o di portabilità) della scheda, con l’obiettivo di eliminare il fenomeno del furto dei dati personali in corrispondenza della cosiddetta truffa SIM Swap.

In seguito ad un tavolo tecnico fra gli operatori italiani, l’AGCOM aveva stabilito che l’avvio in campo sincronizzato delle nuove procedure sarebbe dovuto avvenire non oltre il 15 Novembre 2022. In quell’occasione, inoltre, era stata prevista anche una campagna informativa da parte degli operatori di telefonia mobile per informare i clienti delle novità prima dell’entrata in vigore, come già fatto da WINDTRE e Very.

Adesso, secondo quanto indicato nella comunicazione ufficiale di WINDTRE, l’AGCOM ha previsto l’entrata in vigore delle modifiche in due fasi: dal 7 Novembre 2022, durante la prima fase i gestori inizieranno ad acquisire le richieste di MNP, sostituzione SIM e/o subentro nelle nuove modalità previste, mentre dal 14 Novembre 2022, gli stessi si scambieranno le richieste di portabilità, secondo quanto previsto dalla delibera.

Come già accennato, le stesse nuove modalità di verifica preventiva verranno adottate anche in caso di richieste di sostituzione della SIM e di cambio intestatario, per accertare che tali richieste siano condivise da chi sta utilizzando il numero interessato.

SIM portabilità MNP WindTre

Le novità in arrivo nella portabilità per clienti consumer

Tra le principali modifiche al processo di MNP ricordate nell’informativa di WINDTRE per i suoi clienti consumer, viene sottolineato che la portabilità del numero mobile verso un nuovo operatore potrà essere richiesta solo dall’intestatario del numero da portare, ossia da chi ha sottoscritto il contratto con il vecchio operatore.

Dunque, sarà necessario verificare a chi è intestata la SIM per cui si intende richiedere la portabilità. Se l’utilizzatore di una SIM di cui non è titolare vorrà effettuare la portabilità dovrà quindi prima richiedere il cambio di intestatario con il suo attuale operatore, che dovrà consentire il cambio del titolare.

Nei punti vendita, qualora l’intestatario intenda cedere il proprio numero ad un altro soggetto, l’operatore potrà gestire la portabilità del numero con contestuale cambio di intestatario solo in presenza di entrambi i soggetti in negozio.

Altra novità è quella con cui sarà imposto che la SIM del vecchio operatore associata al numero da portare debba essere funzionante.

In questo modo, non sarà più possibile procedere con la richiesta di portabilità del numero mobile in caso di SIM guasta, smarrita o rubata.

In tutti questi casi, come ricorda WINDTRE, prima di effettuare la richiesta di MNP occorrerà ottenere una nuova SIM funzionante dal vecchio gestore, ed in caso di furto o smarrimento presentando anche l’apposita denuncia presso le Autorità competenti.

Le nuove regole sulla MNP prevedono anche che la richiesta di portabilità del numero mobile sia sempre verificata dal nuovo operatore tramite una procedura di validazione preventiva, stabilita dalla delibera AGCOM 86/21/CIR, in modo da verificare che la richiesta sia condivisa da chi sta utilizzando il numero oggetto della richiesta stessa.

Con le novità in arrivo dal 7 Novembre 2022, la modalità di gestione della richiesta di portabilità del numero mobile sarà la stessa per SIM prepagate e postpagate, e sarà basata sul numero da portare ed il Codice Fiscale del richiedente, che come già detto dovrà essere necessariamente l’intestatario del numero presso il vecchio operatore.

In più, sarà introdotto l’obbligo di acquisire copia dall’originale del Codice Fiscale e della SIM del vecchio gestore.

Resterà invece inalterato l’obbligo di identificare il cliente che richiede la portabilità del numero mobile, acquisendo dall’originale la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Infine, sarà previsto un flusso informativo costante nei confronti del cliente che richiede la portabilità del numero, che verrà così avvisato nel momento dell’accettazione della richiesta da parte del vecchio operatore, all’avvenuto cambio di operatore e infine anche dell’avvenuto trasferimento del credito residuo, qualora sia stato richiesto.

La comunicazione di WINDTRE anche per i clienti Partita IVA

WINDTRE ha informato delle novità sulla MNP anche la sua clientela Business, ossia i clienti con Partita IVA, inserendo nel sito di WINDTRE Business un’analoga informativa.

In questo caso, viene specificato che il referente legale\delegato dell’azienda sarà responsabile delle portabilità dei numeri e della prevalidazione necessaria per tutte le SIM oggetto di MNP.

Inoltre, analogamente a quanto avverrà nel mondo consumer, la richiesta di portabilità del numero al nuovo operatore potrà essere effettuata solo dal referente delegato dell’Azienda (Rappresentante Legale o suo Delegato)/Libero professionista intestatario del numero da portare.

Dal 7 Novembre 2022 si aggiungono inoltre nuovi documenti da presentare per finalizzare la richiesta di portabilità del numero mobile. Verrà infatti introdotto l’obbligo di acquisire copia dall’originale del Codice Fiscale del cliente e della visura camerale/certificato di attribuzione della partita IVA, insieme ai documenti di riconoscimento di tutti gli attori coinvolti e le opportune deleghe ove necessario. Indirizzo PEC e recapiti telefonici saranno parte integrante del processo.

Anche in questo caso resterà inalterato l’obbligo di identificare il cliente Business che richiede la portabilità e l’acquisizione della copia dei documenti necessari (documento di identità e codice fiscale, visura camerale / certificato di attribuzione Partita IVA, eventuale delega del Rappresentante Legale al delegato e documento di identità del rappresentante legale).

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.