App e ProgIniziative SolidaliVodafone

Fondazione Vodafone vince il Philanthropy Experience Award 2022 per la ricerca sul cancro

Oggi, 29 settembre 2022, Fondazione Vodafone ha annunciato di aver vinto il premio nazionale Philanthropy Experience Award 2022, per la campagna di comunicazione multicanale realizzata con Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro, volta a promuovere il progetto “L’esploratore delle cellule tumorali” disponibile sull’app Dreamlab.

Fondazione Vodafone Italia, nata nel 2002, ha investito ad oggi oltre 100 milioni di euro a sostegno di 450 progetti distribuiti sul territorio nazionale, per favorire una società civile, l’accessibilità e l’inclusione sociale e per migliorare la qualità della vita delle persone attraverso le nuove tecnologie.

Tra i principali progetti, vi è l’app Bright Sky, sviluppata in collaborazione con CADMI – Casa delle Donne Maltrattate e Polizia di Stato, che fornisce risorse, supporto e strumenti alle donne che subiscono violenze e maltrattamenti, e LV8, l’app “learning game” che coinvolge i giovani in percorsi di formazione digitale, tramite l’esperienza del videogioco.

Vodafone, anche attraverso la sua Fondazione, ha effettuato donazioni a favore di Croce Rossa Italiana, per la popolazione ucraina vicino ai luoghi di combattimento, di Fondazione Rava, a sostegno dei bambini in ospedale, e dei rifugiati ucraini in Italia, con SIM e telefoni.

Durante la pandemia poi, Fondazione Vodafone ha effettuato donazioni alla Croce Rossa Italiana e alla Fondazione Buzzi. Mettendo a disposizione telefoni, tablet e SIM, sono state sostenute anche associazioni che si occupavano di emarginazione sociale per il supporto alla didattica a distanza, oltre a ospedali e centri di prima assistenza.

L’app gratuita DreamLab, grazie al calcolo distribuito, permette di accelerare la ricerca in campo scientifico, consentendo a chiunque abbia uno smartphone di contribuire alla ricerca, semplicemente dormendo.

La potenza di calcolo degli smartphone (impiegata per posta elettronica, app e streaming di video o musica), infatti, durante la notte è una risorsa inutilizzata. Dunque, quando i device sono inutilizzati e collegati alla rete elettrica, DreamLab scarica piccoli pacchetti di dati e li restituisce ai ricercatori una volta elaborati, dando un supporto attivo alla ricerca che stanno svolgendo (l’utente può scegliere quanti dati di rete mobile o Wi-Fi donare alla ricerca).

Utilizzando l’app Dreamlab di Fondazione Vodafone (disponibile per i sistemi operativi iOS e Android e su Mac), chiunque può supportare il progetto di ricerca AIRC “L’esploratore delle cellule tumorali”, coordinato dal Professor Massimiliano Pagani presso IFOM (Istituto Fondazione di Oncologia Molecolare ETS) e lanciato nel 2021, con l’intento di identificare i vari tipi di cellule che compongono l’ecosistema tumorale, individuare le più pericolose e comprenderne l’interazione con il sistema immunitario, per poi trovare un metodo per colpirle.

Dopo aver tracciato un identikit di ciascuna cellula dell’ecosistema tumorale, oggi è in corso la fase due” del progetto, focalizzata in particolare sul tumore al seno.

Combinando la potenza di elaborazione di centinaia di migliaia di smartphone, DreamLab riduce il tempo necessario per analizzare enormi quantità di dati. Con i metodi di calcolo tradizionali, ci vorrebbero decenni per svolgere il lavoro di analisi di dati, con DreamLab è possibile elaborarli in pochi mesi, infatti in un anno, dall’inizio del progetto nel 2021, è stata possibile l’elaborazione di 7.188.440 calcoli necessari per la ricerca.

Il riconoscimento ottenuto, promosso da Italia non profit e dai promotori del Philanthropy Experience, è rivolto alle fondazioni di impresa e di famiglia, per promuovere la cultura filantropica in Italia e dare risalto alle realtà che si adoperano in questo ambito.

Fondazione Vodafone Italia ha vinto nella categoria “Comunicazione Sociale Efficace”, in quanto la campagna per la ricerca sul cancro si è distinta per la sua capacità di perseguire l’obiettivo prefissato, di soddisfare i bisogni informativi del pubblico e per la rilevanza della tematica sociale affrontata.

La campagna, nello specifico, aveva lo scopo di sottolineare come ogni persona, anche nel suo piccolo, possa fare la differenza e dare un contributo alla ricerca oncologica, a testimonianza di quanto le nuove tecnologie possano essere d’aiuto per l’innovazione sociale e per il miglioramento della vita delle persone.

Editing Ileana Gira

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button