Open Fiber

Open Fiber a Ragusa: cablate circa 35.000 unità immobiliari, prosegue il Piano BUL in provincia

Oggi, 28 Settembre 2022, Open Fiber ha comunicato la fine dei lavori riguardanti la nuova rete di telecomunicazioni in fibra ottica realizzata nella città di Ragusa.

I lavori, partiti nel mese di Maggio del 2020, hanno registrato un avanzamento del 90%, secondo quanto riportato dalla società, arrivando a coprire, ad oggi, circa 35 mila unità immobiliari, grazie a un investimento diretto di 14 milioni di euro.

I cittadini di Ragusa possono quindi già usufruire di una rete in modalità FTTH (Fiber To The Home), che permette di raggiungere una velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo con una latenza inferiore a 5 millisecondi, come indicato dall’operatore nei suoi comunicati, prestazioni in grado di supportare servizi come smart working e telemedicina.

L’infrastruttura, che punta a coprire complessivamente 40 mila unità immobiliari entro l’anno, ha interessato la posa di 23 mila chilometri di cavi in fibra ottica e si estende per quasi 180 chilometri, 150 dei quali realizzati attraverso il riutilizzo di reti sotterranee e aeree già esistenti per ridurre eventuali disagi per la cittadinanza.

A detta di Open Fiber, l’intervento riguarda anche altri comuni della provincia di Ragusa, l’operatore sta infatti investendo fondi propri, di natura privata, anche a Vittoria, dove i lavori sono già stati completati e a Modica.

Invece, la digitalizzazione delle cosiddette aree bianche, ossia quei territori scoperti da servizi di connettività a banda ultra larga e dove nessun operatore ha manifestato interesse a investire, rientra nel Piano BUL, varato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Al momento, sono terminati i lavori nei comuni di Acate, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Monterosso Almo e in una frazione di Scicli inserita nel bando, mentre i cantieri risultano ancora in corso a Ispica e Santa Croce in Camerina e partiranno a breve anche a Comiso.

Open Fiber ricorda che, in virtù dell’assegnazione alla società delle gare bandite da Infratel, la rete realizzata in queste località resterà di proprietà pubblica.

Si ricorda inoltre, che Open Fiber è un operatore wholesale only, ossia non vende servizi direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso alla propria rete agli operatori partner nazionali e locali.

Attualmente sono 72 i vari operatori che stanno commercializzando servizi sulla rete ultraveloce realizzata a Ragusa.

I cittadini interessati a richiedere l’attivazione possono verificare la copertura del proprio civico sul sito ufficiale di Open Fiber, contattare uno degli operatori disponibili e scegliere il piano tariffario che preferiscono.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button