Digi MobilLexFoniaOfferte Roaming

Digi Mobil, sovrapprezzo Roaming UE: concessa nuova autorizzazione per altri 12 mesi

L’operatore virtuale Digi Mobil, gestito da Digi Italy, potrà applicare anche nei prossimi 12 mesi un sovrapprezzo ai servizi di comunicazione in roaming nei Paesi dell’Unione Europea, grazie alla nuova autorizzazione concessa in questi giorni dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM).

L’AGCOM ha infatti pubblicato sul suo sito nella giornata di oggi, 21 Settembre 2022, la delibera 310/22/CONS, il cui documento risale al 7 Settembre 2022, con cui è stata decisa la nuova autorizzazione.

Lo scorso anno, con la delibera 292/21/CONS, Digi Mobil era stata autorizzata dall’AGCOM ad applicare i sovrapprezzi in Roaming UE solo per 6 mesi a far data dal 5 Ottobre 2021 (quindi più o meno fino al 5 Aprile 2022) e in più anche in misura inferiore a quella massima.

Successivamente, con la delibera 93/22/CONS del 31 Marzo 2022 (pubblicata il 13 Aprile 2022), l’AGCOM aveva deciso di prorogare la validità dell’autorizzazione concessa a Digi Mobil per l’applicazione del sovrapprezzo fino al 30 Giugno 2022, cioè fino al termine del precedente regolamento del Roaming UE.

Come emerso con la nuova delibera, Digi Italy, la società che gestisce Digi Mobil, ha presentato già a partire dal 1° Giugno 2022 una nuova richiesta di autorizzazione per rinnovare l’applicazione di un sovrapprezzo ai servizi di Roaming, questa volta ai sensi dell’articolo 6, par. 1, del nuovo regolamento UE n. 2022/612, cioè il nuovo regolamento sul roaming europeo che è entrato in vigore dal 1° Luglio 2022.

Cosa prevede la normativa sulle deroghe

Si ricorda che già il precedente Regolamento Europeo Roaming like at Home (RLAH) scaduto lo scorso 30 Giugno 2022, per l’utilizzo della propria offerta nazionale in roaming nei paesi UE alle stesse condizioni domestiche, prevedeva anche delle eccezioni per circostanze specifiche, con lo scopo di assicurare la sostenibilità del modello di business degli operatori meno grandi e strutturati.

Per autorizzare un operatore all’applicazione di un sovrapprezzo in roaming UE è però necessario che l’Autorità (AGCOM) accerti che il margine negativo netto generato dai servizi roaming al dettaglio sia uguale o superiore al 3% del margine generato dai servizi mobili.

I sovrapprezzi sono autorizzabili limitatamente alla misura necessaria per recuperare i costi della fornitura di servizi di roaming al dettaglio regolamentati, tenuto conto delle tariffe massime all’ingrosso applicabili.

In questi anni, grazie a questa norma Digi Italy ha ottenuto 5 autorizzazioni che, complessivamente, le hanno consentito di applicare i sovrapprezzi sulle tariffe al dettaglio per il periodo compreso tra Luglio 2017 e Giugno 2022.

Come ricorda l’AGCOM, la stessa dinamica è stata poi confermata dal nuovo regolamento UE 2022/612, con cui è stata sostanzialmente effettuata una rifusione del precedente regolamento UE n. 531/2012, che è stato dunque abrogato.

Roaming UE Digi Mobil

Quali sono le nuove soglie di sovrapprezzo Roaming UE di Digi Mobil 

Sulla base della nuova documentazione analizzata, l’Autorità ha riscontrato che Digi Italy non è in grado di recuperare i costi sostenuti per la fornitura dei servizi di roaming al dettaglio con Digi Mobil, il cui margine negativo non è assorbibile dal margine dei servizi mobili.

L’Autorità ha dunque ritenuto che la richiesta di Digi Italy fosse accoglibile, permettendo quindi di autorizzare l’operatore virtuale Digi Mobil ad applicare i sovrapprezzi ai servizi di Roaming per 12 mesi, secondo quanto previsto dal regolamento roaming, e questi sono autorizzati ancora una volta in misura inferiore a quella massima.

Nello specifico, Digi Mobil è stata autorizzata ad applicare i sovrapprezzi in Roaming UE per 12 mesi a partire dalla data di pubblicazione della delibera 310/22/CONS, quindi più o meno fino al 21 Settembre 2023.

Con la nuova autorizzazione, le soglie massime di sovrapprezzo che Digi Mobil potrà applicare per i prossimi 12 mesi sono di 1,1 centesimi di euro al minuto IVA esclusa per le chiamate uscenti, 0,1 centesimi di euro IVA esclusa per SMS uscenti, e 0,7 euro IVA esclusa per singolo Gigabyte al traffico dati.

L’Autorità ricorda che i sovrapprezzi sono autorizzabili limitatamente alla misura necessaria per recuperare i costi della fornitura di servizi di roaming al dettaglio regolamentati, tenuto conto delle tariffe massime all’ingrosso applicabili. AGCOM sottolinea che i sovrapprezzi richiesti da Digi rispettano questi dettami.

Come di consueto, Digi Mobil dovrà fornire ai clienti che si recano nei Paesi UE una tempestiva informativa in merito ai sovrapprezzi applicati tramite l’invio di un apposito SMS personalizzato.

La medesima informativa dovrà essere fornita anche sul sito web e tramite i consueti canali di comunicazione dell’operatore, e ad aggiornare, senza ritardo, i clienti a proposito delle successive eventuali variazioni delle tariffe applicate.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button