PosteMobilePosteCasaEconomia e Finanza

PosteMobile vicino ai 4,8 milioni di clienti: entro fine Maggio 2021 l’offerta in fibra

L'accordo con Vodafone prospetta una riduzione dei costi di traffico dalla seconda metà dell'anno

Poste Italiane ha comunicato i risultati finanziari del primo trimestre del 2021, che mostrano innanzitutto un utile netto in crescita del +46% rispetto all’anno precedente. Stabile il segmento mobile, con il lancio dell’offerta di rete fissa in banda larga di PosteMobile previsto per la fine di Maggio 2021.

I ricavi da Pagamenti e Mobile, la business unit che include anche le attività di Poste Italiane nelle telecomunicazioni tramite PosteMobile (PostePay), mostrano una crescita del +16,5% anno su anno, per un totale di 192 milioni di euro. La crescita è stata prevalentemente sostenuta dai pagamenti con carta.

In rialzo anche i ricavi da corrispondenza, pacchi e distribuzione, pari a 917 milioni di euro, e i ricavi da servizi assicurativi (+40% a 496 milioni di euro). In lieve calo anno su anno, del -3,8%, solo i ricavi dei servizi finanziari, che si assestano a 1,3 miliardi di euro.

Di seguito un estratto del commento dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Poste Italiane, Matteo Del Fante:

I risultati sono particolarmente positivi se si tiene conto che nel corso del trimestre diverse regioni italiane sono state sottoposte a misure parziali di lockdown. Ci siamo adattati e continuiamo ad evolverci in un mondo che cambia, fornendo al contempo tutti i nostri servizi con un’attenzione costante alle preferenze ed esigenze dei nostri clienti.

Sono soddisfatto dei risultati raggiunti in termini di ricavi e costi; siamo ora concentrati sul nostro crescente ruolo di pilastro strategico a sostegno dell’Italia, grazie alla nostra presenza omnicanale e alle nostre straordinarie persone.

Sin dai primi giorni della pandemia dello scorso anno, il nostro business diversificato ha dimostrato quella capacità di recupero fondamentale per garantire l’integrità finanziaria di Poste Italiane.

Siamo sempre a fianco dei nostri clienti, colleghi e comunità al momento del bisogno; al contempo conseguiamo risultati ragguardevoli in ogni trimestre per i nostri azionisti.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Matteo Del Fante, AD di Poste Italiane.

I dati di PosteMobile nel primo trimestre del 2021

Con preciso riferimento al segmento Pagamenti e Mobile, si nota innanzitutto come i ricavi sul mobile nel primo trimestre dell’anno abbiano raggiunto quota 192 milioni di euro, in rialzo anno su anno.

Nel primo trimestre del 2021, PosteMobile conta in totale, tra fisso e mobile, 4,8 milioni di linee. Per la precisione, nel documento Excel allegato alla presentazione dei risultati si parla di 4,784 milioni di linee, con un incremento di 270.000 linee.

L’ARPU di PosteMobile si mostra invece abbastanza stabile a 4,5 euro per singola SIM. Con questo termine, si ricorda, si fa riferimento ai ricavi medi mensili per singolo utente, che l’anno scorso erano di 4,6 euro.

Poste Italiane ha reso noto che il progetto pilota sulla banda larga è stato lanciato con successo per i dipendenti in vista dell’estensione dell’offerta a tutti i clienti, prevista per la fine di Maggio 2021. Il nome commerciale dell’offerta riservata attualmente solo ai dipendenti del Gruppo è PosteMobile Casa Ultraveloce.

Inoltre, il nuovo contratto di fornitura di rete mobile per PosteMobile Full MVNO con Vodafone consentirà la riduzione dei costi del traffico nei servizi telco già a partire dalla seconda metà dell’anno. Nei documenti ufficiali non viene specificata una data di partenza.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button