ho.Problemi e DisserviziSicurezza Mobile

ho. Mobile, rallentamenti portabilità in uscita: il punto a 10 giorni da ufficialità data breach

Continuano le problematiche per i clienti dell’operatore virtuale ho. Mobile in particolare per coloro che stanno richiedendo la portabilità del numero verso altri operatori anche per via della vicenda del data breach.

Rimangono infatti ritardi anche di diversi giorni nella conclusione delle pratiche di MNP, mentre in alcuni casi può essere rifiutata dopo il cambio del seriale della SIM.

ho. Mobile, operatore virtuale di VEI, società controllata al 100% da Vodafone Italia, è stata coinvolta suo malgrado nell’illecita sottrazione da parte di ignoti dei dati anagrafici e dei dati tecnici della SIM (fra cui il seriale ICCID) di una parte dei suoi clienti, confermata ufficialmente dall’operatore stesso lo scorso 4 Gennaio 2021 (dopo che era emersa nel web alcuni giorni prima).

Nonostante l’operatore abbia dato sin da subito la possibilità di sostituire gratuitamente la propria SIM, uno dei rimedi consigliati per prevenire eventuali truffe, come ad esempio la tecnica del SIM Swap, molti clienti ho. Mobile hanno deciso di cambiare del tutto operatore richiedendo la portabilità del proprio numero verso un altro provider, prevenendo anche in questo modo l’utilizzo illecito del precedente seriale ICCID.

Tuttavia, già subito dopo l’ufficializzazione del data breach da parte di ho. Mobile, venivano segnalati da alcuni clienti dei ritardi, inizialmente di uno o due giorni, per le richieste di portabilità in uscita.

Facendo il punto della situazione a 10 giorni dalla comunicazione ufficiale di ho. Mobile, nonostante i rallentamenti alcuni clienti sono riusciti a finalizzare correttamente le proprie richieste di portabilità in uscita.

In altri casi invece, come segnalato da diversi clienti ho. Mobile sui social dell’operatore, ma anche sulle pagine degli operatori a cui avevano richiesto la portabilità, il processo di MNP verso altro operatore sta subendo dei ritardi.

Spesso i ritardi possono essere anche di 2 o 3 giorni in più rispetti ai tempi solitamente previsti da una richiesta di portabilità, mentre in altri casi i clienti ho. Mobile ricevono comunicazioni dall’operatore a cui hanno scelto di passare il proprio numero che fanno slittare di giorno in giorno la data di finalizzazione della MNP.

Come già spiegato, oltre alle tante richieste in entrata che alcuni operatori stanno ricevendo, la causa principale dei rallentamenti dovrebbe essere dovuta principalmente alle elevate richieste di portabilità in uscita che ho. Mobile deve gestire in questo periodo.

Si ricorda infatti che, per via della delibera 147/11/CIR dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ogni provider mette a disposizione degli altri operatori mobili una capacità di evasione giornaliera per ogni processo di portabilità del numero.

In ogni caso, vanno sempre considerati i giorni festivi, che non vengono conteggiati nel processo di portabilità e dunque nelle tempistiche dichiarate dagli operatori.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

ho. mobile SIM Iper

Oltre ai ritardi, ad alcuni clienti ho. Mobile che hanno richiesto la portabilità in uscita nei giorni scorsi viene comunicato l’esito negativo della pratica.

Nello specifico, chi è stato coinvolto dal furto di alcuni dati e che successivamente hanno avuto il seriale della SIM rigenerato in automatico, stanno ricevendo un messaggio che segnala che la MNP in uscita non è andata a buon fine. Ecco il testo dell’SMS:

La tua richiesta di portabilita’ non è andata a buon fine. Ricordati di utilizzare il nuovo numero seriale ICCID che puoi richiedere inviando un SMS con scritto “seriale” al 342407221

Come già raccontato in dettaglio, lo scorso Sabato 9 Gennaio 2021 ho. Mobile ha informato tramite SMS e comunicazione sul proprio sito di una nuova iniziativa parallela al cambio delle SIM, che permette ai clienti coinvolti di evitare le file nei rivenditori per la sostituzione fisica della SIM, tramite la rigenerazione automatica del seriale ICCID della SIM, senza alcun intervento da parte del cliente.

In questo modo, ho. Mobile ha assegnato un nuovo codice seriale ICCID di 19 cifre a tutti i clienti che sono stati oggetto dell’attività illecita, togliendo quindi qualsiasi valore al codice originario stampato e memorizzato sulla SIM.

Come viene ricordato nel messaggio che annuncia l’esito negativo della portabilità, per permettere di conoscere il nuovo seriale della SIM, ho. Mobile ha messo a disposizione il numero 3424072211, a cui è possibile inviare un un SMS con il testo “seriale” dalla propria SIM ho. Mobile coinvolta (dall’11 Gennaio 2021 il messaggio si può inviare anche con credito residuo negativo, evitando di dover ricaricare per conoscere il codice).

A margine dell’attuazione di questa procedura, ho. Mobile aveva affermato che i clienti coinvolti e che avevano richiesto il passaggio ad un altro operatore nei giorni precedenti al cambio del seriale erano stati esclusi.

La risposta dei consulenti ho. Mobile nei social a questo proposito era infatti la seguente: “abbiamo escluso dalla rigenerazione del seriale i clienti che hanno richiesto un cambio di operatore nei giorni precedenti, quindi non ci saranno rallentamenti nella portabilita’ dovuti a questa modifica“.

Nonostante le iniziali rassicurazioni, alcuni clienti ho. Mobile hanno comunque ricevuto un nuovo seriale della SIM anche dopo aver richiesto la portabilità: probabilmente, ho. Mobile ha escluso dalla rigenerazione del codice ICCID solo le numerazioni per cui era già arrivata la richiesta di portabilità da parte del nuovo operatore di destinazione.

Invece, per i clienti che avevano richiesto la portabilità del numero ma il cui nuovo operatore di destinazione non aveva ancora comunicato la pratica ad ho. Mobile, possono incappare nell’esito negativo della MNP dovuto proprio all’incongruenza tra il nuovo seriale ICCID e quello precedente comunicato in fase di portabilità.

In questo caso, così come con qualsiasi operatore, è necessario contattare il Servizio Clienti dell’operatore di destinazione (se viene permesso) al fine di reintegrare i dati immessi con il seriale della SIM corretto e risottomettere una nuova richiesta di portabilità.

Come sempre in questi casi, il cliente dovrà attendere l’eventuale esito negativo della pratica, prima di risottomettere una nuova richiesta con il nuovo seriale.

Per evitare queste problematiche, si ricorda sempre che tutti i clienti ho. Mobile con il nuovo seriale “rigenerato” dovranno ricordarsi di fornire in fase di richiesta di portabilità in uscita il nuovo ICCID comunicato tramite SMS, mentre non si dovrà più fornire il seriale stampato nella SIM.

A questo proposito, i clienti ho. coinvolti non dovranno più utilizzare le applicazioni che permettono di leggere il seriale della SIMcome ad esempio l’app Portabilità Seriale SIM di Iliad, poiché queste continueranno a comunicare sempre il precedente seriale ICCID, non più attivo, ma ancora memorizzato all’interno della SIM.

Il nuovo seriale ICCID fornito via SMS da ho. Mobile è infatti “virtuale” poiché non sovrascrive fisicamente quello presente sulla SIM, e non viene quindi letto da questo tipo di applicazioni, per cui se il cliente non si ricorda di questo cambiamento e fornisce il precedente seriale la portabilità molto probabilmente non andrà a buon fine.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button