TlcServiziWindTreiliad

Servizi VAS: Adiconsum chiede il blocco di default. Iliad e altri operatori lo fanno già

In seguito alla notizia della maxifrode scoperta dalla Procura di Milano sui servizi VAS, WindTre avrebbe disposto un barring dei servizi a sovrapprezzo per evitarne l’attivazione inconsapevole. L’Associazione Adiconsum ha affermato di essere favorevole alla misura, criticata invece da AssoCSP.

La notizia del barring generalizzato dei servizi VAS per tutti i clienti WindTre non è stata ufficializzata dall’operatore, ma AssoCSP, l’associazione che raggruppa i fornitori di contenuti VAS, ha reputato la misura “unilaterale, inspiegabile ed estranea a una legittima regolamentazione del settore”.

La decisione è stata definita inoltre sproporzionata per il raggiungimento dell’obiettivo di tutela degli utenti, dopo l’indagine della Procura di Milano, che tra le altre cose ha anche autorizzato la Guardia di Finanza alla perquisizione della sede di WINDTRE a Rho, per raccogliere ulteriori informazioni sul fenomeno dell’attivazione fraudolenta di servizi a sovrapprezzo VAS non richiesti.

Mentre AssoCSP si è mostrata contraria alla scelta di WindTre, l’associazione dei consumatori Adiconsum ha invece apprezzato la scelta, invitando anche gli altri operatori a fare altrettanto e l’AGCOM a rendere obbligatorie simili misure di barring.

Di seguito un commento di Pierpaola Pietrantozzi, Segretario Nazionale Adiconsum:

“Adiconsum condivide la decisione di WindTre di escludere in automatico l’accesso ai servizi a valore aggiunto e di renderlo accessibile solo dietro richiesta del consumatore con il rilascio di un apposito PIN. Questa è da sempre una battaglia di Adiconsum e delle altre associazioni dei consumatori. Solo escludendo in maniera automatica i cosiddetti servizi a sovrapprezzo che interessarono anni fa migliaia di utenti della telefonia fissa, infatti, si riuscirono a sradicare pratiche commerciali scorrette. E’ arrivato il momento che ciò si realizzi anche per la telefonia mobile”.

Anche il Presidente di Adiconsum, Carlo De Masi, ha evidenziato la necessità di erogare con trasparenza i servizi in questione, invitando l’AGCOM a rendere obbligatoria l’esclusione dei servizi non richiesti.

Adiconsum ha dunque citato la proposta di rendere accessibili i servizi VAS solo tramite il rilascio di un apposito PIN, come ricordato recentemente anche dall’associazione Consumerismo, la quale ha anche chiesto di essere ascoltata dalla Procura come soggetto informato dei fatti in relazione alla maxifrode precedentemente citata.

Di base, però, secondo l’Associazione è necessario che, come accaduto nel fisso, anche per la telefonia mobile gli operatori impostino un barring automatico e preventivo per evitare l’attivazione di servizi VAS.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

VAS

A tal proposito si evidenzia che alcuni operatori prevedono già tale sistema per bloccare, di default, l’attivazione dei servizi a sovrapprezzo (VAS).

Tra gli operatori di rete, è il caso di Iliad che (similmente ai semivirtuali Kena Mobile, ho. e Very Mobile e ad altri virtuali) prevede un blocco già al momento dell’attivazione della SIM.

Tale sistema permette di evitare consumi extrasoglia inibendo di default i servizi in questione, ma lasciando al cliente la possibilità di riattivarli su esplicita richiesta. Per fare ciò, è sufficiente recarsi nell’area personale e cercare la voce corrispondente. Una volta riattivati i servizi VAS, inoltre, il cliente potrà sempre decidere di disattivarli nuovamente tramite la medesima procedura.

Infine, si ricorda che anche con gli operatori che non prevedono tale blocco preventivo è sempre possibile praticare il “vaccino anti-VAS” seguendo le procedure fissate dai singoli operatori.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close