WindTre FissoRimodulazioni Tariffarie

WINDTRE: UNC ha segnalato all’Antitrust il passaggio alla fatturazione mensile anticipata

L’associazione Unione Nazionale Consumatori (UNC) ha segnalato l’operatore WINDTRE all’Antitrust per il suo comportamento nel recente passaggio alla fatturazione mensile anticipata per tutti i clienti di rete fissa.

UNC fatturazione Antitrust

L’associazione dei consumatori presieduta da Massimiliano Dona, dopo l’integrazione di esposto contro WINDTRE sul modem libero, ha infatti annunciato con una nota sul suo sito dello scorso 29 Maggio 2020 di aver anche segnalato WINDTRE all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), dopo aver raccolto le testimonianze di alcuni consumatori in merito a questa modifica.

Come già raccontato, la società Wind Tre, all’epoca operante ancora con i brand separati Wind e 3 Italiaaveva comunicato già ad Ottobre 2019 con un nota sui siti dei suoi ex brand che avrebbe cambiato il periodo di fatturazione delle offerte di rete fissa, passando da bimestrale posticipato a mensile anticipato ma “fermo restando il prezzo dell’offerta del tutto invariato come comunicava Wind Tre.

Proprio per quest’ultimo motivo, Wind Tre non ha considerato come una vera e propria rimodulazione la modifica del periodo di fatturazione, negando quindi eventuali richieste di recesso senza penali.

A differenza degli aumenti entrati in vigore dal 1° Gennaio 2020 per alcuni clienti di rete fissa Wind Tre, la modifica del periodo di fatturazione ha coinvolto indistintamente tutti i clienti di rete fissa Wind Tre.

Secondo UNC e i suoi legali si tratterebbe, a tutti gli effetti, di una modifica unilaterale delle condizioni contrattuali, ma come ricorda l’associazione WINDTRE non ha fatto “per nulla cenno alla possibilità di recedere dal contratto, senza penali”.

Unione Nazionale Consumatori (UNC) sottolinea infatti come l’operatore non abbia considerato “i costi indiretti con cadenza mensile, anziché bimestrale, quali, ad esempio, il costo dell’invio della fattura cartacea (non dobbiamo scordare, infatti, tutti quei consumatori meno tecnologici che preferiscono la tradizionale bolletta cartaceo rispetto all’e-conto by email)”.

I clienti Wind Tre che ricevono le proprie fatture in formato cartaceo, il cui costo è pari a 2 euro ad invio, hanno di fatto avuto un aumento del costo da pagare in un anno, passando da 12 euro a 24 euro l’anno.

Proprio per questo motivo UNC ha informato di aver segnalato questa situazione di WINDTRE all’Antitrust per la mancata possibilità di recedere senza penali dopo la modifica del periodo di fatturazione, oltre ad essersi messa a disposizione dei consumatori per risolvere eventuali problemi in merito con l’operatore.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

WindTre fatturazione Antitrust

Si ricorda che i primi cambiamenti dovuti alla modifica di WINDTRE sono stati applicati, in alcuni casi, già a partire dal 22 Dicembre 2019 (in alcuni casi anche prima), quando per “ragioni tecnico operative” è stato emesso un conto telefonico di raccordo, di durata più breve e di importo inferiore rispetto a quanto si pagava normalmente.

Invece, la modifica della temporalità della fatturazione è entrata effettivamente a regime a partire dal 12 Gennaio 2020, quando tutte le bollette di rete fissa Wind Tre sono passate definitivamente dal pagamento bimestrale posticipato a quello mensile anticipato.

La conseguenza di questa modifica per i clienti Wind Tre è data innanzitutto dal fatto che gli importi della bolletta fanno ora riferimento al mese successivo anziché a quello precedente, sostanzialmente pagando in anticipo per fruire del servizio, anziché in maniera posticipata come avveniva in precedenza.

Tutto ciò riguarda chiaramente i canoni fissi ricorrenti, mentre i costi a consumo vengono sempre inseriti nella fattura del mese successivo.

Per quanto riguarda il costo delle fatture cartacee, aumentate con il passaggio alla fatturazione mensile anticipata, è comunque sempre possibile attivare il servizio e-Conto by mail, per ricevere in modo gratuito la fattura in formato elettronico (PDF) direttamente nella propria casella e-mail, risparmiando sui costi di spedizione del cartaceo, oltre a contribuire alla tutela dell’ambiente.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close