Tim FissoOpen Fiber

Open Fiber risponde a Gubitosi: TIM è responsabile del ritardo in cui si trova il Paese

Open Fiber ha risposto alle dichiarazioni di TIM pubblicate oggi, espresse dall’AD Luigi Gubitosi in risposta ad alcune domande di Asati sull’integrazione della rete.

Nella sua risposta, Luigi Gubitosi aveva nuovamente ribadito, come già fatto alla Camera, che il modello attuato da Open Fiber costituisce un’inutile duplicazione di investimenti in un periodo molto delicato per l’Italia, in cui si dovrebbe puntare invece ad accelerare la copertura.

Secondo l’AD di TIM, inoltre, il controllo della rete unica andrebbe affidato a un operatore verticalmente integrato quale TIM, e si dovrebbe evitare di applicare “un modello wholesale only che si è rivelato fallimentare ovunque sia stato applicato”.

Per rimanere aggiornati su nuove notizie e sulle novità della telefonia, è possibile seguire MondoMobileWeb anche su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui“.

Open Fiber TIM

La risposta di Open Fiber è stata immediata. Con riferimento a quanto dichiarato sul modello wholesale, l’azienda guidata da Elisabetta Ripa ha risposto dichiarando che il modello in questione trova importanti riscontri anche nel nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche, oltre che nelle analisi dell’AGCOM e dell’Antitrust.

In tutti i casi, continua Open Fiber, il modello wholesale viene riconosciuto come “il più adatto per favorire gli ingenti investimenti necessari a realizzare una nuova rete di accesso ad altissima capacità, a disposizione di famiglie e imprese. Investimenti che, al contrario, non sono stati effettuati dall’operatore verticalmente integrato causando il ritardo in cui si trova il nostro Paese”.

Nella sua secca risposta, Open Fiber ricorda infine di aver già raggiunto 8,5 milioni di case, diventando il terzo fornitore europeo di connettività in Europa e garantendo un accesso neutrale alla rete. Risultato che, secondo l’azienda, rappresenterebbe tutt’altro che un fallimento.

Infine, Open Fiber ha citato i “comportamenti abusivi” messi in campo da TIM per ostacolare il suo operato, insieme all’interesse dimostrato per acquisirne il controllo, come prova dell’efficacia del suo modello.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close