Tech 5G e IoT

MiSE: selezione di nuovi progetti per il Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G

Il Ministero dello Sviluppo Economico, ha pubblicato il nuovo bando per la procedura di selezione di ulteriori progetti di ricerca e sperimentazione inerentemente al già avviato Programma di supporto alle tecnologie emergenti 5G.

Difatti, dopo aver già a dicembre 2019 realizzato la prima Casa delle Tecnologie emergenti di Matera, con la convenzione firmata dal Ministro Stefano Patuanelli e dal sindaco della città lucana, il Ministero ha deciso di destinare ulteriori 25 milioni di euro per la realizzazione di nuove Case delle Tecnologie.

L’obiettivo del Programma è quello di realizzare progetti di sperimentazione, ricerca applicata e trasferimento tecnologico, basati sull’utilizzo delle tecnologie emergenti, come Blockchain, Intelligenza Artificiale (AI) e Internet of things (IoT), sfruttando anche le nuove tecnologie di rete 5G e sostenere, così, il trasferimento tecnologico verso le PMI (Piccole e Medie Imprese).

Dopo aver ufficialmente approvato, in data Venerdì 10 Gennaio 2020, la graduatoria definitiva delle idee progettuali e aver annunciato i 6 progetti vincitori del finanziamento, le nuove proposte di progetto potranno essere presentate dalle Amministrazioni comunali oggetto di sperimentazione 5G entro le ore 12:00 del 1° Giugno 2020.

Tecnologie Emergenti
Stefano Patuanelli, Ministro dello Sviluppo Economico

Potranno candidarsi per la realizzazione di specifici progetti di sperimentazione e ricerca le Pubbliche amministrazioni, gli Enti pubblici, le Agenzie, gli Enti di ricerca e le Università. Inoltre, sarà possibile la partecipazione di soggetti privati funzionali all’utilizzo di infrastrutture o servizi necessari alla finalizzazione del progetto.

Il MiSE infatti, già dal 2019, ha avviato un Programma di Supporto per lo sviluppo e la sperimentazione delle nuove tecnologie, anche in ambito di ricerca applicata e trasferimento tecnologico, parallelamente allo sviluppo delle reti di nuova generazione 5G. 

Nel complesso, sono stati destinati 40 milioni di euro per le Case delle tecnologie emergenti e 5 milioni di euro per i progetti di ricerca basati sull’utilizzo delle nuove tecnologie collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione e selezionati a gennaio 2020.

Il Piano è stato finanziato da risorse del Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 come previsto dal Piano di investimenti per la diffusione della banda ultra larga, di cui alla Delibera CIPE n. 61/2018.

Seguici su Telegram

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.