Telecomunicazioni

Piazza WiFi Italia: TIM si è aggiudicata il bando per la fornitura e manutenzione delle reti

TIM si è recentemente aggiudicata tutti i lotti posti a gara da Infratel Italia per la fornitura, lavori di installazione ed esecuzione di servizi di gestione e manutenzione delle reti Wi-Fi sul territorio italiano, con il progetto Piazza Wi-Fi Italia.

L’appalto era stato lanciato a Luglio 2019 da Infratel e gli operatori economici che avevano presentato l’offerta, oltre a TIM, erano il costituendo RTI Site S.p.A., Ceit S.p.A. e Valtellina S.p.A., il costituendo RTI Alpitel S.p.A. e Calzavara S.p.A., e poi Fastweb, Sirti e Italtel. Nessuno di questi è stato escluso dalla procedura.

Nello specifico, come si legge nel documento pubblicato in Gazzetta, l’appalto era composto da forniture di apparati (Access Point Wi-Fi) e servizi e lavori collegati. Come noto, inoltre, il progetto Piazza Wi-Fi Italia viene sviluppato d’intesa con ogni Comune che aderisce all’iniziativa, dunque i servizi richiesti sono la configurazione flessibile degli apparati e delle reti e dei sistemi di gestione, oltre alla supervisione e alla manutenzione della rete.

TIM è riuscita ad aggiudicarsi tutti i lotti in gara per un importo complessivo di 26.089.382 euro, suddivisi nei cinque lotti in cui è stato ripartito l’appalto.

Nello specifico, per il lotto Nord 1 l’importo di aggiudicazione è stato di 7,7 milioni di euro circa, con un ribasso applicato del 38,58%. Per il lotto Nord 2 l’importo è stato di 4 milioni di euro circa, con un ribasso del 38%, nel lotto Centro Nord l’importo è stato di 5,4 milioni di euro con un ribasso del 38,2%, nel lotto Sud 1 l’importo è stato di 4,9 milioni di euro con un ribasso del 38,18% e infine nel lotto Sud 2 l’importo di aggiudicazione è di 4,02 milioni di euro, con un ribasso del 37,94%.

Al lotto Nord 1 appartengono Liguria, Lombardia, Piemonte e Val d’Aosta, mentre al lotto Nord 2 Trento e Bolzano, Friuli Venezia Giulia e Veneto. Il lotto Centro Nord comprende Emilia Romagna, Lazio, Marche, Umbria e Toscana, mentre il lotto Sud 1 include Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise e Puglia e il Sud 2 include Calabria, Sardegna e Sicilia.

L’appalto è stato finanziato con i fondi FSC per lo sviluppo e la coesione 2014-2020.

Piazza WiFi Italia Infratel

Attualmente, secondo gli ultimi dati disponibili, il Progetto Piazza WiFi Italia ha registrato 2670 comuni, con un totale di 3172 hotspot in tutto il Paese.

La priorità viene data ai Comuni con popolazione inferiore ai 2000 abitanti e una quota del progetto complessivo sarà dedicata ai comuni colpiti dal sisma del 2016 in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Rispetto alla dotazione iniziale, il progetto Piazza WiFi Italia dispone attuamente di 45 milioni di euro di finanziamento del Ministero.

I Comuni possono richiedere i punti WiFi direttamente online, registrandosi sulla piattaforma web; il cittadino può invece accedere gratuitamente alla rete dai punti installati sul territorio nazionale semplicemente scaricando l’App WiFi Italia.

Si ringrazia Lorenzo per la segnalazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button