Iliad FibraTelecomunicazioni

Codacons contro l’offerta Fibra iliadbox. Non si è fatta attendere la risposta di iliad

Codacons ha recentemente presentato un esposto ad AGCOM e AGCM, affinché queste aprano un’istruttoria nei confronti di iliad, per pratica commerciale scorretta, con l’intento di sanzionare l’operatore e di obbligarlo a chiudere l’offerta iliadbox, ovvero quella dedicata alla fibra. Non si è fatta attendere la risposta di Iliad.

Nello specifico, l’associazione fa riferimento alla diffusione sul mercato della nuova offerta di Iliad per il fisso (iliadbox), pubblicizzata dall’operatore sul sito ufficiale e sui canali televisivi nazionali, con spot pubblicitari ad hoc, la quale presenta nuovamente i claim “per sempre” e “senza vincoli, già utilizzati per le offerte di rete mobile.

A seguito di un’analisi più approfondita Codacons avrebbe rilevato, in questo caso, l’omissione di rilevanti informazioni sul contenuto dell’offerta, a cui il consumatore non porrebbe attenzione poiché attirato dalle due suddette affermazioni.

L’associazione fa riferimento al prezzo dell’offerta pubblicizzato da Iliad, che coprirebbe solo la tariffa mensile, escludendo l’extra bundle e le sue caratteristiche tecniche (ad esempio, velocità o capacità).

Per conoscere le anteprime, le notizie, le novità e gli approfondimenti sul mondo della telefonia, è possibile seguire MondoMobileWeb su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

iliadbox
La presentazione di oggi, condotta da Benedetto Levi, AD di Iliad

Per quanto riguarda la condizione del “per sempre“, Codacons avrebbe constatato che questa sia attuabile solo nel caso in cui resti attiva anche la SIM mobile associata, con metodo di pagamento automatico obbligatorio per la fruizione dei servizi (carta di credito o addebito in conto corrente). Questo limiterebbe, di conseguenza, anche la condizione del “senza vincoli“.

Inoltre, l’associazione avrebbe rilevato una “scarsa trasparenza” delle indicazioni tecniche relative alla navigazione con fino a 5 Gigabit al secondo.

Di seguito, quanto riportato nell’esposto di Codacons:

Altro profilo decettivo grave e di scarsa trasparenza riguarda la navigazione alla velocità di 5 Gigabit al secondo che ha invece dei limiti territoriali e tecnologici. La comunicazione pubblicizza infatti Iliadbox omettendo fondamentali e rilevanti limitazioni tecniche.

Da un’analisi più approfondita il modem che consegnato ai clienti supporta tale velocità promessa ma solo come “velocità complessiva”, concetto assolutamente incomprensibile per qualsiasi consumatore. I 5 Giga pubblicizzati infatti sono solo teorici e sostanzialmente impossibili da raggiungere nell’uso normale che un consumatore fa della connessione domestica e della connessione ad internet.

Solo una minima parte di questi 5 Gigabit al secondo è infatti utilizzabile per l’uso più comune che si fa della connessione ad internet, quello cioè della connessione wifi. Più precisamente solo 500 megabit dei 5 Giga promessi sono utilizzabili in WiFi, ovvero solo il 10% della prestazione pubblicizzata. E se si collegano più apparati in wifi tale disponibilità di banda e di velocità di connessione va addirittura condivisa riducendosi ulteriormente.

I 5 Gigabit al secondo che Iliad pubblicizza in realtà si potrebbero raggiungere solo tramite la connessione temporanea di più computer alle singole porte Ethernet del modem. Ma nessuno di noi fa un utilizzo simile dei computer e degli altri apparecchi domestici collegati in rete: l’esperienza comune ed abituale è quella di collegare comodamente tali apparecchi al wifi di casa.

Per l’associazione, quindi, Iliad non avrebbe evidenziato le caratteristiche fondamentali dell’offerta iliadbox in commercio, presentando in maniera decettiva il servizio e contravvenendo alle regole contenute nel Codice del consumo.

Iliad nel pomeriggio di oggi 10 febbraio 2022 ha risposto così:

iliad ha sempre comunicato in modo chiaro e trasparente verso i consumatori e riteniamo che il contenuto della proposta per la fibra iliad così come la sua comunicazione siano orientati a rendere semplici e chiare anche questioni tecniche e complesse.

Raccogliamo in ogni caso e come sempre, ogni spunto che riteniamo utile a migliorare, dato l’avvio dell’offerta nel segmento della fibra con l’obiettivo di rendere sempre soddisfatti i nostri utenti.

Non resta che attendere l’eventuale risposta delle due Autorità coinvolte.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button