Wind: da oggi nuovi costi in caso di ricarica in ritardo e adeguamento Roaming UE per il 2020


Wind Tre per il brand Wind consumer ha deciso oggi 2 dicembre 2019 di modificare unilateralmente il meccanismo ed i costi in caso di ricarica in ritardo in caso di credito insufficiente per i clienti ricaricabili standard. Nel frattempo, come previsto dal Regolamento Roaming Like at Home, ha deciso di adeguarsi in anticipo per il 2020.

Da oggi 2 dicembre 2019, come già anticipato, i clienti Wind di telefonia mobile con un’offerta ricaricabile con traffico incluso, ogni volta che avranno credito insufficiente per l’attivazione e per il rinnovo delle opzioni attive sulla SIM, ad eccezione dei costi relativi alle offerte roaming, potranno continuare ad utilizzare il traffico incluso nella propria offerta fino alle 23:59 al costo di 99 centesimi di euro.

Qualora il giorno successivo il credito fosse ancora insufficiente, il traffico incluso sarà nuovamente disponibile per ulteriori 2 giorni ad un costo ulteriore di 99 centesimi di euro.

Al termine dei giorni in cui il traffico incluso è reso disponibile anticipatamente, nel caso in cui il credito fosse ancora insufficiente, la SIM rimarrà attiva in ricezione o per effettuare chiamate di emergenza.

Il meccanismo dell’anticipo del traffico prevede un costo massimo di 1,98 euro che verrà addebitato nella prima ricarica utile, in aggiunta a quello di rinnovo dell’offerta o costo di attivazione.

   

Dopo la ricarica l’anticipo del traffico potrebbe ricapitare più volte in un mese, se il cliente possiede altre opzioni attive con date di rinnovo diverse e si ritrova di nuovo con il credito insufficiente. Quindi la propria spesa mensile potrebbe aumentare se il cliente non ricarica in tempo. Tali importi non si applicano se il cliente Wind attiva o ha già attivato il servizio Autoricarica.

Fino al 1° Dicembre 2019 era in vigore il sistema che prevedeva un anticipo del traffico incluso fino alle 23:59 del giorno successivo al rinnovo non riuscito per credito insufficiente, col costo massimo di 99 centesimi di euro.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Wind Roaming Europa

Da oggi 2 Dicembre 2019, come già anticipato, è prevista anche una modifica sulla tariffazione Roaming UE ai valori delle offerte nazionali. Il volume di dati utilizzabile a condizioni domestiche ed il sovrapprezzo applicabile sono stati automaticamente adeguati conformemente alla regolamentazione 2017/920 e 2016/2286 per il 2020.

A partire da oggi i clienti Wind avranno più traffico dati nei Paesi dell’Unione Europea e il sovrapprezzo applicato in caso di superamento della soglia dati prevista passa da 0,549 centesimi di euro ogni MB consumato a 0,427 centesimi di euro ogni MB consumato. Tutti i prezzi sono IVA inclusa. La tariffazione è addebitata a KB.

Il cliente Wind riceverà una notifica SMS gratuita all’esaurimento della soglia con l’indicazione del sovrapprezzo che verrà applicato in aggiunta al prezzo domestico.

Come previsto dal regolamento Roaming Like at Home il cliente Wind potrà continuare ad usare la propria offerta nazionale in Roaming UE per chiamare, mandare SMS e navigare senza costi aggiuntivi. In Roaming UE le chiamate verso numerazioni Wind sono tariffate secondo quanto previsto per le chiamate verso altri operatori nazionali.

Come disposto dal regolamento, l’utilizzo della propria offerta nazionale, nei paesi membri dell’Unione, senza alcun sovrapprezzo, è consentito nell’ambito di viaggi occasionali e nel rispetto delle politiche di uso corretto definite ai sensi del Regolamento Europeo.

In caso di eventuale utilizzo abusivo o anomalo dei servizi di roaming regolamentati, Wind si riserva di applicare le ulteriori misure a tutela dell’operatore.

I Paesi in Roaming UE, a cui si aggiungono i Paesi della Area Economica Europea (EEA), sono i seguenti: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro (esclusa la repubblica Turca di Cipro del Nord), Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Guyana francese, La Reunion, Mayotte, Martinica), Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.