Tim

TIM Card eSIM: le nuove schede sono già in vendita in alcuni negozi

Da alcuni giorni, diversi rivenditori TIM hanno ricevuto le nuove TIM Card eSIM, la nuova tipologia di scheda telefonica “virtuale” dotata di QR Code, e sono già in grado di venderle al pubblico.

TIM Card eSIM
TIM Card eSIM in vendita nei Negozi TIM. Si ringrazia Alessandro per la foto

Dopo aver ricevuto intorno al 18 Novembre 2019 la documentazione ufficiale per gestire i clienti con questo nuovo tipo di SIM, già all’inizio della scorsa settimana alcuni rivenditori TIM hanno cominciato a ricevere le nuove Card eSIM nella loro confezione, che si presenta esattamente come quella di una normale SIM.

Dunque, già da alcuni giorni i rivenditori TIM che le hanno ricevute sono in grado di vendere le eSIM ai propri clienti che le richiedono.

Bisogna specificare, però, che al momento il lancio non è stato ancora ufficializzato da TIM visto che per adesso non è ancora presente alcun riferimento a questa nuova tipologia di schede telefoniche per smartphone sul suo sito ufficiale.

Come già raccontatola nuova TIM Card eSIM viene venduta esattamente come una classica card di plastica ma, al posto della SIM fisica con i contatti dorati da staccare e inserire nel dispositivo, è presente semplicemente un codice QR, che servirà per l’attivazione.

Nel retro, invece, la card plastificata presenta le classiche informazioni sulla scheda acquistata, come il codice seriale ICCID, il codice NMU (il codice per le prime eSIM commercializzate dovrebbe essere R014), i codici PIN e PUK e il numero di telefono associato alla scheda.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Come anticipato in anteprima da MondoMobileWeb, il costo di una nuova TIM Card eSIM è pari a 10 euro, esattamente come una di tipo tradizionale. Per i già clienti che intendono usare un dispositivo eSIM con il proprio numero, è anche possibile recarsi in un punto vendita e richiedere la sostituzione della Carta SIM con una nuova eSIM, al costo di 15 euro una tantum.

Il costo di 15 euro è valido anche nel caso in cui si dovrà richiedere il trasferimento del proprio numero su una nuova Card eSIM, in caso di smarrimento della propria scheda con il QR Code, in caso di furto con precedente blocco del numero oppure se si vorrà tornare ad utilizzare una SIM Card tradizionale.

Rispetto alle precedenti versioni, la nuova TIM Card eSIM permette di scaricare il profilo sui propri dispositivi senza alcuna limitazione. Bisognerà solo avere cura di cancellare prima il profilo dal precedente dispositivo e solo successivamente procedere alla registrazione tramite codice QR in un nuovo device. In entrambi i casi sarà necessaria la connessione ad internet.

I primi smartphone in cui è presente una eSIM per cui TIM ha comunicato alla sua forza vendita che sono inizialmente supportati sono gli Apple iPhone, in particolare Apple iPhone XS, iPhone XS Max, iPhone XR e iPhone 11, tutti questi dotati di modalità Dual SIM tramite una nano-SIM fisica e la eSIM.

Tuttavia, come testato dai colleghi di HDBlog, la eSIM di TIM può essere utilizzata anche su Samsung Galaxy Fold, che sarà disponibile ufficialmente in Italia dal 16 Dicembre 2019 e prevede la possibilità di avere una seconda SIM, oltre a quella fisica, tramite eSIM.

Dunque, rispetto alla lista degli smartphone compatibili inizialmente comunicati da TIM, la eSIM si dovrebbe presto poter sfruttare anche su altri dispositivi, fra cui i Google Pixel e il nuovo smartphone Motorola Razr 2019, in vendita nelle prossime settimane, quest’ultimo dotato esclusivamente di eSIM.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button