Vodafone V-Baby Alert: in arrivo dispositivo anti abbandono bambini per il seggiolino auto


Vodafone sta cominciando a pubblicizzare un nuovo prodotto IoT (Internet of Things) della gamma V by Vodafone, denominato V-Baby Alert, che permetterà a mamme e papà di mettersi in regola con gli ultimi obblighi di legge in merito al contrasto degli episodi di abbandono in auto di bambini.

V-Baby Alert

Infatti, dal 7 Novembre 2019 è entrata ufficialmente in vigore la Legge 1 Ottobre 2018 n. 117, la cosiddetta Legge Salva Bebè (o legge anti abbandono bambini), che ha introdotto l’obbligo per chiunque trasporti in auto bambini di età inferiore ai 4 anni (fino al compimento del 4° anno di età) di dotarsi di seggiolini con dispositivi anti abbandono integrati o di installare nel seggiolino già in proprio possesso un dispositivo analogo.

Oltre all’obbligo, dal 7 Novembre 2019 sono scattate ufficialmente anche le tanto discusse sanzioni, che prevedono per legge multe da 83 a 333 euro e 5 punti della patente se si verrà sorpresi a trasportare bambini sotto i 4 anni senza dispositivi anti abbandono a bordo. In caso di recidiva entro due anni, è prevista in aggiunta anche la sospensione della patente da 15 a 60 giorni.

Su quest’ultimo punto, dopo le diverse polemiche scaturite sulle multe visto che produttori e consumatori potrebbero non essere ancora in regola, sembrerebbe esserci la volontà di inserire un emendamento per posticipare l’avvio delle sanzioni dal Marzo 2020, così da dare maggior tempo a tutti di adeguarsi.

   

Vodafone V-Baby

In attesa di eventuali rinvii sulle sanzioni, gli obblighi di legge sono già attivi e probabilmente anche per questo motivo Vodafone ha deciso di ampliare la sua gamma di prodotti IoT V by Vodafone proprio con un dispositivo anti abbandono.

Il nuovo dispositivo V-Baby Alert di Vodafone è stato pubblicizzato nelle ultime ore sulla home page sul sito dell’operatore, con un banner che se cliccato riporta alla pagina dedicato dello shop di V by Vodafone.

Al momento il dispositivo non sembrerebbe essere ancora acquistabile, dato che non è stato ancora inserito il prezzo. La pagina dedicata, oltre ad illustrare il prodotto, permette soltanto di registrare il proprio interesse inserendo i dati personali (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo mail) così da essere contattati e ricevere maggiori informazioni circa il lancio di questo nuovo prodotto.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Secondo quello che viene riportato dalla pagina dedicata, con V-Baby Alert sono inclusi il cuscino smart TataPad, lavabile e compatibile con tutti i seggiolini auto, e TrackiSafe Mini, un dispositivo smart con V-SIM integrata.

Basterà posizionare il cuscino TataPad sul seggiolino auto del bambino e TrackiSafe Mini nella parte anteriore dell’auto, in modo da poterlo ricaricare facilmente grazie agli accessori inclusi.

Dopo aver installato a bordo i dispositivi si potrà scaricare l’app V by Vodafone, attivare l’offerta V-Baby Alert sull’app e scaricare l’app Tata per impostare il cuscino smart.

TataPad anti abbandono

Di base, il cuscino smart di Tata funziona abbinando il dispositivo al proprio smartphone tramite Bluetooth: in questo modo, se ci si allontana dall’auto l’applicazione sullo smartphone manderà un primo avviso sonoro (anche se il cellulare è silenzioso), che se verrà ignorato farà scattare una chiamata allo stesso smartphone.

Ignorata anche questa chiamata scatterà l’allarme di terzo livello con chiamata e SMS di emergenza a 5 contatti fidati impostati precedentemente, con indicazione della posizione GPS.

Invece, grazie alla combinazione con TrackiSafe Mini e alla V-SIM integrata, gli allarmi funzioneranno indipendentemente da chi è alla guida, anche se il suo smartphone non è associato al TataPad, tenendo informato il genitore anche se non è alla guida.

Il dispositivo rileverà quindi se il bambino è rimasto da solo in auto e invierà notifiche ai genitori anche se non è stato associato o registrato uno smartphone.

Si ricorda che tutti i dispositivi IoT di Vodafone, per l’installazione ed il corretto funzionamento, richiedono l’attivazione di una V-SIM che può essere sottoscritta non solo da tutti i clienti Vodafone consumer, ricaricabile o abbonamento, ma anche dai clienti degli operatori TIM, Wind Tre e Fastweb con addebito solo su carta di credito.

I prodotti V by Vodafone sono solitamente venduti a rate. Per tutta la durata della rateizzazione, è incluso il costo del servizio, indipendentemente dal prodotto acquistato. Dopo i 24 o 48 mesi di permanenza minima, invece, verrà addebitato il solo costo del servizio, secondo la stessa modalità.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.