Progetto Libra: siglato a Ginevra l’atto costitutivo con Vodafone e Iliad


Oggi, 15 Ottobre 2019, la Libra Association ha svolto il suo primo meeting a Ginevra, dando vita al suo atto costitutivo. L’associazione che curerà la moneta virtuale voluta da Facebook conta adesso 21 membri, tra cui spiccano Vodafone e Iliad.

I 21 membri che hanno firmato l’atto costititutivo del nuovo consorzio sono Anchorage, Andreessen Horowitz, Bison Trails Co., Breakthrough Initiatives, Calibra, Coinbase, Creative Destruction Lab, Farfetch UK Limited, Iliad, Kiva Microfunds, Lyft, Mercy Cops, PayU, Ribbit Capital, Spotify AB, Thrive Capital, Uber Technologies, Union Square Ventures, Vodafone, Women’s World Banking e Xapo Holdings Limited.

Tali aziende sono ora definitivamente i membri principali del Libra Council, l’organismo responsabile per la governance della Libra Association. Si segnala che Calibra è invece la sussidiaria di Facebook che funzionerà da portafoglio digitale regolamentato, disponibile anche su Whatsapp e Messenger.

Nel corso del meeting odierno, dopo la firma dell’atto costitutivo, il Libra Council ha anche nominato il suo primo Consiglio di Amministrazione, formato da Matthew Davie di Kiva Microfunds, Patrick Ellis di PayU, Katie Haun di Andressen Horowitz, David Marcus di Calibra e Wences Casares di Xapo Holdings Limited.

   

Inoltre, Bertrand Perez sarà Chief Operating Officer e Interim Managing Director, Dante Disparte sarà Head of Policy and Communications e a Kurt Hemecker tocca il ruolo di Head of Business Development.

Nel sito ufficiale dell’Associazione, nella sezione Partners, è già possibile trovare ulteriori informazioni su tutte le realtà coinvolte. Inoltre, per ogni azienda è presente un commento sul progetto Libra. In basso, le parole di Iliad e Vodafone.

Iliad Vodafone Libra

Sia Iliad che Vodafone affermano di essere entusiaste di supportare questa nuova iniziativa di inclusione finanziaria, a cui credono profondamente.

Il progetto Libra ha effettivamente interessato molte aziende sin dalla data del suo annuncio ufficiale. Secondo quanto ha riportato il comunicato odierno dell’Associazione, circa 1500 entità hanno mostrato interesse nei confronti della nuova criptovaluta e di queste 180 hanno già soddisfatto i primi criteri per prenderne parte.

In tal senso, però, è necessario ricordare che il progetto ha visto recentemente allontanarsi alcuni importanti partner che erano già dati per cofondatori, come Booking, Ebay, PayPal e Visa. Nonostante ciò, l’associazione mira comunque a raggiungere oltre 100 cofondatori entro il periodo di lancio. Di seguito, la lista completa degli attuali membri di Libra.

libra partner

Nell’atto costitutivo di Libra Association è possibile leggere come lo scopo dell’attività sia quello di fornire una governance di base e un framework decisionale per i membri dell’Associazione, per accelerare il progetto Libra che mira all’inclusione finanziaria dell’intera popolazione mondiale.

Le aziende continueranno a collaborare con le Autorità e con le Istituzioni internazionali per compiere tutti i passi successivi prima del lancio del servizio. Il mondo delle telecomunicazioni, ad oggi, è rappresentato all’interno del Libra Council solamente da Vodafone e Iliad, che si sono interessate al progetto già dalle primissime fasi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.