Facebook ufficializza il progetto per la sua criptovaluta Libra: Iliad e Vodafone tra i partner


Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook ha ufficializzato oggi il suo progetto Libra Association per creare una nuova valuta chiamata Libra con l’aiuto di 27 aziende in tutto il mondo. Tra i partner, figurano anche Iliad e Vodafone.

Zuckerberg ha ufficializzato la notizia con un post sul suo profilo verificato, affermando che lo scopo di Libra è quello di creare un’infrastruttura finanziaria globale basata sulla tecnologia blockchain, con lancio previsto per il 2020.

Con questo progetto, si mira a offrire agli utenti di tutto il mondo l’ultilizzo di una moneta virtuale rinunciando dunque alla moneta fisica in contanti o ai convenzionali pagamenti digitali con tasse extra. Il progetto si basa sulla considerazione che, secondo quanto riportato da Zuckerberg, al mondo circa un miliardo di persone non dispongono di un conto in banca, ma possiedono uno smartphone.

Iniziando con la possibilità di trasferire denaro, il servizio mira a raggiungere un’influenza tale da permettere di pagare le bollette, acquistare un caffè attraverso lo scanning di un codice o spostarsi con i mezzi pubblici semplicemente portando con sé il proprio telefono.

   

Su questa premessa, il nuovo progetto definito non-profit potrebbe semplificare il trasferimento di denaro con modalità simili a come si trasferisce una foto o un messaggio tra devices. Per fare ciò, viene anche ufficializzato che Facebook sta lanciando una sua sussidiaria chiamata Calibra che funzionerà da portafoglio digitale e sarà disponibile, oltre che in un’app apposita, anche su Whatsapp e Messenger.

Il fondatore di Facebook sottolinea che Calibra sarà regolamentata come qualsiasi altro fornitore di servizi di pagamento; ogni informazione condivisa con Calibra sarà gestita separatamente rispetto alle interazioni con Facebook.

Libra Facebook Vodafone Iliad

Nel suo post, Mark Zuckerberg ha anche ufficializzato i partner del progetto. Nel settore delle telecomunicazioni, spiccano al momento solamente iliad e Vodafone. Altri partner di rilievo sono sono Booking, Andreessen Horowitz, Farfetch, Mastercard, Uber, Spotify, Ebay, Visa, e USV. Entro il periodo di lancio, però, la Libra Association mira già a raggiungere oltre 100 cofondatori. Chiaramente, le compagnie partner potranno creare i propri servizi usando Libra.

Per finire, viene sottolineato che il servizio sarà decentralizzato, ovvero non resterà in mano a una singola azienda, sarà disponibile a chiunque avrà una connessione a internet e promette già da adesso costi e tasse estremamente bassi. Il tutto sarà sorretto da elevati standard di sicurezza e da un sistema tale da assicurare una protezione contro le frodi con un rimborso in caso di perdita della propria moneta virtuale.

Secondo quanto riportato, le aziende coinvolte stanno collaborando con le Autorità e con le istituzioni per compiere i passi successivi nel pieno rispetto dei regolamenti vigenti. Presto, potranno giungere ulteriori novità.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.