Vodafone: da domani arrivano gli aumenti per alcune offerte solo telefono di rete fissa


Domani, 16 Settembre 2019, scatta una nuova rimodulazione che riguarda diversi clienti di rete fissa Vodafone, con attive alcune offerte solo telefono, i quali vedranno aumentare la propria bolletta telefonica di circa 3 euro al mese.

L’operatore rosso ha comunicato la modifica contrattuale tramite comunicazione in fattura dei clienti impattati, a fine Luglio 2019, specificando quanto segue: “A partire dal 16 settembre 2019 la tua offerta per la telefonia fissa aumenterà di 2,99 euro al mese, consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi.”

Nonostante non venga specificato all’interno della comunicazione dedicata, secondo alcune segnalazioni raccolte da MondoMobileWeb, i clienti interessati dalla modifica contrattuale dovrebbero essere i possessori di alcune offerte solo telefono (come Tutto Facile Fisso), attivate entro il 31 Dicembre 2018. 

Per offerte solo telefono si intende quelle opzioni tariffarie dedicate a coloro che non hanno bisogno di una connessione internet a casa, ma che sfruttano il fisso per effettuare esclusivamente chiamate.

   

Secondo informazioni raccolte in passato, la suddetta rimodulazione era prevista a partire dalla prima fattura emessa dopo il 22 Settembre 2019.

Di conseguenza, sembra che l’operatore abbia anticipato la modifica contrattuale delle offerte solo telefono al 16 Settembre 2019. 

I clienti impattati vedranno, quindi, aumentare la propria offerta telefonica di 2,99 euro al mese a partire dal primo rinnovo utile al 16 Settembre 2019.

Al contrario di altri clienti rimodulati nei mesi precedenti, quelli impattati dalla rimodulazione odierna non avranno alcuna offerta di caring, ossia promozioni di solito proposte per compensare l’aumento del canone mensile.

La suddetta rimodulazione si aggiunge a quelle del 7 Luglio 2019, del 23 Luglio 2019, dell’1 Agosto 2019 e del 9 Settembre 2019.

E’ possibile che, con la rimodulazione odierna, il cerchio delle modifiche contrattuali di rete fissa Vodafone si chiuda qui per quest’anno, ma non è escluso che siano previste altre modifiche in futuro, dato che Vodafone può farlo secondo la normativa vigente.

Di fatto, secondo l’articolo 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni elettroniche, il gestore telefonico può procedere ad una modifica unilaterale delle condizioni tariffarie con obbligo di preavviso (non inferiore a un mese), informando i clienti impattati della possibilità di recedere dal contratto, anche chiedendo la portabilità, senza penali o costi di disattivazione qualora non accettassero le nuovi condizioni. Le rimodulazioni tariffarie sono, dunque, legittime.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.