Vodafone Group taglia i dividendi al General Meeting 2019: adesso si riparte da Liberty Global e 5G


È appena terminata la diretta live dell’Annual General Meeting 2019 di Vodafone Group, che si è tenuta al Royal Lancaster di Londra con gli azionisti dell’azienda. Si è discusso principalmente di 5G e delle conseguenze dell’accordo con Liberty Global.

Ha preso la parola il Presidente di Vodafone, Gerard Kleisterlee, che ha presentato il board, formato anche da nuovi manager. In primo luogo, prima di iniziare la trattazione, viene ricordata la scomparsa di Bob Collymore, morto il mese scorso. Successivamente, si ricordano i recenti mutamenti della gestione, senza però citare i prossimi risultati, che verranno resi noti solo il 26 Luglio 2019.

Il Presidente del CdA afferma che l’anno scorso è stato particolarmente difficile, per via della maggiore concorrenza in molti mercati e del conseguente crollo dei prezzi. Per queste ragioni, il Presidente e il board sottolineano di non essere soddisfatti del prezzo delle azioni e di voler restare concentrati sulle performances a vantaggio di tutti gli shareholders.

   

Tra gli elementi più rilevanti per tratteggiare la situazione finanziaria di Vodafone vengono citati anche i risultati delle aste in Italia e Germania, sensibilmente superiori rispetto a quanto pianificato dagli operatori. L’acquisizione di Liberty Global avrà però un grande ruolo nella trasformazione digitale di Vodafone, grazie a importanti sinergie.

Nello specifico, si ritiene che la transazione possa generare un valore di 6 miliardi di euro dopo i costi di integrazione, incrementando la copertura di rete fissa per raggiungere oltre 6,4 milioni di abitazioni nei prossimi anni.

Nel complesso, stando all’ultimo report le performances finanziarie del Gruppo segnano ricavi di 43,7 miliardi di euro, in linea con la guidance per l’anno in corso. Inoltre, quello in corso rappresenta il quarto anno consecutivo di espansione dell’EBITDA.

Vodafone dividendi

Per “navigare in caso di tempesta inattesa”, il board ha però dovuto decidere di tagliare anche i dividendi di quest’anno, dopo aver preso la stessa scelta anche nel 2018, con lo scopo di rigenerare le risorse perdute o erose in Europa per via dell’elevata concorrenza.

Il taglio dei dividendi è stato reso necessario, secondo il Presidente, per poter proseguire la strategia di sviluppo senza problemi dopo il deterioramento del business in Italia e Spagna e dopo l’esito delle aste per le frequenze.

Per la stessa ragione, Vodafone ha venduto il business in Nuova Zelanda per 2,1 miliardi di euro e sta esplorando delle ulteriori opzioni per monetizzare le sue torri.

Prende poi la parola Nick Read, dopo dieci mesi nel ruolo di CEO. Read fa notare che Vodafone è in questo momento un operatore leader nel lancio del 5G in molti dei suoi mercati, che è riuscito ad intercettare le opportunità scorte negli ultimi anni. Ad esempio, si stima, afferma Read, che il 5G possa incrementare di tre volte il traffico dati medio utilizzato oggi da un cliente in un giorno di navigazione standard.

Lo scopo di Vodafone resta dunque quello di intercettare le novità e differenziare i suoi servizi. Per farlo, occorrono importanti risorse, che sono state in parte erose da una serie di circostanze precedentemente esaminate dal Presidente Gerard Kleisterlee. In Italia, ad esempio, Nick Read afferma che l’asta per le frequenze 5G è stata caratterizzata da uno spettro insufficiente e da una struttura artificiosa che ha costretto gli operatori a pagare ben più di quanto previsto. Discorso simile anche con l’ultima asta tedesca.

In conclusione, Nick Read presenta con un grafico gli ultimi passi compiuti da Vodafone, con l’accordo con Liberty Global in chiusura il 31 Luglio, l’accordo in Italia con TIM concluso entro l’estate e quello in Spagna già perfezionato.

Liberty Global Vodafone Group dividendi

Per finire, nel rispondere a una domanda di un azionista, viene citato il problema della regolamentazione, che si lega sia al problema dei costi eccessivi sopportati con l’asta che a quello della concorrenzialità del settore. Vodafone punterà a interfacciarsi meglio con le Autorità, discutendo e sedendosi ai tavoli di lavoro, soprattutto con la consapevolezza che lavorare insieme come industria, con tutti i concorrenti, può portare a risultati migliori.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.