TlcOpen Fiber

TIM e Open Fiber: siglato Accordo di Confidenzialità per valutare l’integrazione delle reti

TIM, Cassa Depositi e Prestiti (CDP) ed Enel, le ultime due controllanti di Open Fiber, per via delle insistenti voci che da tempo preannunciano la possibilità di una fusione delle reti in fibra delle due società, hanno deciso di firmare un Accordo di Confidenzialità.

Lo ha annunciato TIM con una nota stampa inviata oggi, 20 Giugno 2019, in seguito al susseguirsi di indiscrezioni su alcuni organi di stampa.

TIM, come si legge nel comunicato, ha voluto quindi informare della sottoscrizione con Cassa Depositi e Prestiti (CDP) ed Enel di un Accordo di Confidenzialità.

Questo accordo ha l’obiettivo di avviare un confronto finalizzato a valutare possibili forme di integrazione delle reti in fibra ottica di TIM e Open Fiber, anche attraverso operazioni societarie.

Non ci sono dunque ancora le basi di una effettiva intesa sulla fusione delle reti, dato che l’obiettivo del confronto è quello di “verificare la fattibilità dell’operazione, le relative modalità ed il perimetro di attività oggetto di un possibile accordo”, anche in funzione della volontà delle parti e del quadro normativo e regolatorio di riferimento.

Come sottolinea la nota, in esecuzione di questo accordo, sia TIM che Open Fiber d’ora in poi si atterranno “alla più stretta confidenzialità”.

Come raccontato, secondo uno studio indipendente del Professore Maurizio Matteo Dècina, attualmente docente all’Università di Tor Vergata di Roma, per la disciplina Economia dell’ICT, una fusione delle reti di accesso delle due società sarebbe lo scenario più sostenibile fra quelli presi in considerazione.

Inoltre, la stessa TIM, con le parole dell’AD Luigi Gubitosi durante la Call Conference del 21 Maggio 2019, aveva affermato che le valutazioni preliminari su un possibile accordo con Open Fiber erano state concluse e che presto si sarebbero esaminate le diverse opzioni di fronte al CdA.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close