Margherita Della Valle, CFO di Vodafone Group: riduzione del debito, Digital Vodafone e dividendi


Nel Report del 2019 di Vodafone Group sono presenti i pareri sulla gestione di alcuni membri del board. Dopo la review di Nick Read, CEO del Gruppo, viene presentato anche il pensiero del CFO Margherita Della Valle sulle performances finanziarie di Vodafone.

Margherita Della Valle è l’attuale Chief Financial Officer ed Executive Director di Vodafone Group. Fino al 2018 è stata Deputy Chief Financial Officer a livello di Gruppo e CFO per Vodafone Italia dal 2004 al 2007. Già nel 1994, Della Valle era entrata in Omnitel Pronto Italia con diversi ruoli, prima dell’acquisto da parte di Vodafone nel 2000.

L’analisi del CFO si concentra chiaramente sugli obiettivi chiave del Gruppo nella sua nuova strategia, vale a dire il ritorno economico e la riduzione del debito.

   

Nella sua dichiarazione di apertura, Margherita Della Valle afferma di essere concentrata in primo luogo sul guidare dei migliori ritorni di capitale per i business in Europa, prevalentemente per mezzo di un miglior impiego degli assets del Gruppo.

In secondo luogo, la CFO del Gruppo mira a trasformare la struttura dei costi, semplificando le offerte commerciali e i processi interni, assicurando tutte le sinergie di costi pianificate dal Gruppo. Per finire, Della Valle punta alla riduzione del debito grazie a una crescita organica dell’EBITDA e a una migliore generazione di cassa.

Nella review contenuta nel Report del 2019, si evidenzia anche che, durante l’anno, Vodafone ha deciso di accelerare il suo programma Digital Vodafone, riducendo l’orizzonte ai prossimi tre anni, contro i cinque inizialmente preventivati.

Entro la fine del 2021, Vodafone si attende di poter ridurre le spese nette operative per una quota pari ad almeno 1,2 miliardi di euro, ovvero con un risparmio annuo di 400 milioni di euro circa. In tal senso, Margherita Della Valle conferma che Vodafone ha raggiunto il suo obiettivo per il 2019 e dovrebbe essere in grado di fare lo stesso nel 2020.

Sempre riguardo le sinergie viene citato anche l’apporto in termini di opex e capex della transazione annunciata con Liberty Global, per l’acquisto degli assets in Germania ed Europa dell’est. Nel complesso, si parla di circa 535 milioni di euro di sinergie run-rate, a cui si aggiungono quelle raggiungibili dalle Joint Ventures in India e in Olanda.

Margherita Della Valle, CFO di Vodafone Group

L’abbassamento del debito del Gruppo si rivela necessario dopo gli investimenti sostenuti, pari a 10 miliardi di euro solo per i network, lo spettro e la modernizzazione IT nel corso dell’anno. Come anche ricordato da Nick Read, Vodafone ha speso circa 2,8 miliardi di euro con le frequenze in Regno Unito, Spagna e Italia.

Con la conclusione dell’asta tedesca (che insegue il valore complessivo raggiunto dall’Italia, con oltre 6 miliardi di euro al 480° turno)  Vodafone prevede delle spese minori per le frequenze dal 2021 in poi.

Abbassare il debito, per Vodafone Italia, significa riorganizzare attentamente il suo portafoglio di assets: l’azienda sta esplorando diverse opzioni, come gli accordi di rete in Italia, Regno Unito e Spagna e possibili nuove iniziative anche per la Joint Venture in Olanda.

Il contributo di Margherita Della Valle spiega anche le ragioni della nuova politica di dividendi del Gruppo. Di seguito, il parere del CFO:

“Anche la nostra nuova politica dei dividendi aiuterà a incrementare il margine finanziario. Il nuovo livello di dividendo (di 9 centesimi per azione, dai 15,07 precedenti) contribuirà per un aggiuntivo 0.3x di deleveraging nei prossimi tre anni. Il nuovo obbligo di dividendo annuale di approssimativamente 2,4 miliardi di euro rappresenta un 60% circa del nostro free cash flow dopo i costi per la ristrutturazione e lo spettro nel 2019, che è altamente sostenibile”.

Della Valle annuncia, inoltre, che anche per i management reports del 2020 verrà applicato lo standard contabile internazionale IFRS15, che avrà un impatto materiale sui ricavi da servizi.

Per concludere, Margherita Della Valle sottolinea che per il 2020 si attende un EBITDA adjusted compreso tra i 13,8 e i 14,2 miliardi di euro su base organica e un free cash flow di almeno 5,4 miliardi di euro.

Si ricorda che, nell’ultima presentazione dei risultati finanziari aggiornati al 31 Marzo 2019, Vodafone Group ha mostrato il raggiungimento del 50% circa dell’OpEx target di 1,2 miliardi di euro, con ricavi di Gruppo pari a 43,7 miliardi di euro. L’EBITDA ha invece raggiunto gli obiettivi di crescita della Guidance, migliorando di oltre 3 punti percentuali.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.