TlcVodafone

Vodafone: slitta al 23 Luglio 2019 la decisione della Commissione Europea sul caso Liberty Global

Slitta al 23 Luglio 2019 la valutazione della Commissione Europea sull’acquisizione, da parte di Vodafone Group, di alcuni assets di Liberty Global in Germania e nell’Europa orientale.

Si tratta di un’estensione breve, di appena due settimane, ovvero 10 giorni lavorativi, ma evidentemente necessaria per valutare al meglio tutti gli aspetti di una delle operazioni più ambiziose del Gruppo.

La Direzione Generale della Concorrenza, che applica le regole di concorrenza dell’UE basate sugli articoli 101-109 del TFUE, non ha comunicato ufficialmente nessuna ragione a supporto della scelta di estendere la data di valutazione dell’operazione, limitandosi ad aggiornare il termine al 23 Luglio 2019 nella scheda ufficiale con Case Number M.8864.

Si ricorda che Vodafone ha ricevuto negli scorsi mesi alcune obiezioni da parte della Commissione Europea in merito all’acquisizione degli assets di Liberty Global in Germania e nell’Europa dell’est.

Con la sua nuova acquisizione, Vodafone punta sulla massima convergenza, per accostare ai servizi di telecomunicazione quelli televisivi e di streaming, migliorando al contempo la sua copertura nelle aree in cui gli asset sono dislocati, ovvero prevalentemente in Germania, Repubblica Ceca, Romania e altri territori dell’Europa orientale.

Le obiezioni della Commissione, che si concentravano su diversi aspetti dell’acquisizione, avevano fatto riflettere circa la possibilità che l’intera operazione fosse a rischio: con un investimento di circa 18,4 miliardi di dollari, finanziato anche da una recente emissione obbligazionaria per 4 miliardi, l’acquisizione da parte di Vodafone renderebbe l’operatore “un campione paneuropeo di competizione nella convergenza”, come affermava Vittorio Colao appena un anno fa.

Nello specifico, la Commissione Europea ha espresso timore per la futura situazione concorrenziale in Germania. Nel mercato tedesco, infatti, Vodafone e Unitymedia (il marchio tedesco di Liberty Global) offrono servizi in fibra nelle stesse aree del Paese. La loro copertura potrebbe dunque limitare la concorrenza nel mercato.

Occorrerà dunque attendere ancora fino al 23 Luglio per scoprire la scelta della Commissione Europea su un’acquisizione su cui Vodafone sta puntando molto. Anche con lo scopo di correggere i problemi emersi, Vodafone ha recentemente comunicato un accordo di vendita all’ingrosso di cavi e un impegno per garantire la distribuzione di servizi OTT così da migliorare la concorrenza nella banda larga in Germania.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button