Bilancio Sostenibilità Fastweb: 34.000 posti di lavoro e 3 miliardi di euro di contributo al PIL italiano


Fastweb ha pubblicato il Bilancio di Sostenibilità del 2018, che presenta costanti riferimenti ai modelli di governance adottati, alle competenze digitali sviluppate, alla trasparenza, alle politiche di lavoro e alla sostenibilità ambientale. Inoltre, si fa riferimento anche all’impatto dell’operatore sullo sviluppo socio-economico del Paese.

L’azienda sottolinea di aver supportato la crescita del Paese con oltre 34.000 posti di lavoro generati, 3 miliardi di euro di contributo al PIL e 544 milioni di euro di contribuzione fiscale.

Lo studio di Fastweb è stato condotto con l’ausilio della società di consulenza EY e ha fornito una base di riferimento per calcolare l’impatto nell’economia italiana. L’operatore mostra inoltre una spesa complessiva di 2 miliardi di euro, suddivisa tra il capitale investito nei cantieri per l’infrastruttura, quello per l’acquisto di apparati di rete, per la manutenzione e per la programmazione.

La spesa di Fastweb in Italia, pari a oltre 2 miliardi di euro.

   

Nel resto del report vengono analizzati diversi ambiti strategici, suddivisi in quattro macrocategorie: digitalizzazione e competenze digitali; trasparenza e affidabilità per i clienti; lavoro e inclusione; responsabilità e sostenibilità ambientale.

In primo luogo, sono stati ricordati i risultati dell’operatore, che mostrano dei netti miglioramenti rispetto al 2017 nella maggior parte delle componenti. Ad esempio, il numero totale di clienti è incrementato del 3,9%, trainando anche l’aumento dei ricavi dell’8,2%. Di questi, i ricavi da canoni e traffico sono incrementati del 5%, mentre quelli da vendita hardware e da attivazione clienti hanno subito un’impennata, rispettivamente, del 33,9% e del 40,2%. Nel complesso, l’operatore indica la strategia convergente come principale chiave del successo per il 2018 e per l’anno in corso.

Nella sezione relativa alla digitalizzazione e alle competenze digitali, Fastweb tira le somme dell’anno in corso, mostrando come 22 milioni di famiglie e imprese siano raggiunte dai servizi dell’operatore. Si tratta di un aumento del 5% rispetto al 2017. Di queste, 4 milioni hanno a disposizione una fibra FTTH con connessione fino a 1Gbps e Fastweb adopera circa 22.000 cabinet in 130 città con connessione a 200 Mbps.

L’operatore ha inoltre raggiunto 1,8 milioni di punti di accesso homespot WOW FI, con un incremento del 38,5% rispetto al 2017. Il servizio ha subito un aumento degli utilizzatori pari al doppio rispetto al 2017.

Con riferimento, invece, alla tecnologia 5G, Fastweb sottolinea che il suo obiettivo è quello di “giocare un ruolo da protagonista nel 5G in Italia e diventare così il primo operatore convergente fisso-mobile a livello nazionale.”

Per seguire il piano prefissato, Fastweb sfrutterà la sua nuova partnership strategica con Tiscali, che permetterà di potenziare la convergenza fisso-mobile per mezzo della nuova porzione di spettro nella banda 3,5 GHz.  Tale risorsa si aggiunge al blocco di frequenze nella banda da 26 GHz aggiudicato con l’asta del MiSE.

Per il futuro prossimo, Fastweb ha intenzione di estendere la sua rete FTTH a 5 milioni di famiglie e imprese entro il 2020. Inoltre, l’azienda punta a completare l’estensione dei servizi in fibra (FTTN e FTTH) raggiungendo il 50% della popolazione italiana. Sempre entro il 2020, Fastweb afferma di poter completare la sua copertura 5G nelle principali città italiane, proseguendo l’estensione del servizio WOW FI.

Fastweb Sostenibilità

In tema di lavoro e inclusione, l’operatore sottolinea l’interesse nei confronti della formazione dei talenti, della tutela delle diversità e del welfare, a ogni livello aziendale. Nel corso del 2018, Fastweb ha promosso 17 giornate di partecipazione a Career Day e Recruting Day rivolte agli studenti universitari italiani. Inoltre, sono state erogate oltre 28.800 ore di formazione in aula, ovvero circa il 45% in più rispetto al 2017.

Dai dati riportati si evince che il 69% dei dipendenti dell’azienda è abilitato a lavorare in modalità Smartworking e 800 di questi sono stati coinvolti nell’iniziativa “in connessione con l’arte”.

218 donne e 78 uomini hanno usufruito nel 2018 del congedo parentale, con un tasso di rientro al termine del periodo pari al 99%. Per finire, sui temi della salute e della sicurezza nel lavoro, Fastweb ha dedicato oltre 3400 ore di formazione.

In linea con i risultati dell’anno precedente, il 99% dei dipendenti ha un contratto a tempo indeterminato, mentre i dipendenti con contratto a tempo determinato sono 11 e quelli con contratto di apprendistato sono 5. Si  segnala inoltre che nel 2018 sono terminati i lavori nella nuova sede di Milano, vicino allo scalo ferroviario di Porta Romana.

Per il futuro, Fastweb ha intenzione di sviluppare nuove partnership con le Università e sviluppare nuove iniziative per i lavoratori.

Per finire, Fastweb si concentra sul tema della sostenibilità ambientale. L’operatore ha ridotto di 5200 tonnellate la carta stampata grazie alla fatturazione elettronica e all’eliminazione degli elenchi telefonici. I consumi energetici si sono ridotti del 10%, a parità di traffico, rispetto al 2017, grazie all’utilizzo di fonti rinnovabili.

L’idea dell’azienda è adesso quella di estendere l’utilizzo del cosiddetto free cooling in altri locali tecnologici, risparmiando circa 800.000 KwH/anno entro il 2021. Inoltre, l’operatore conferma l’interesse di partecipare a nuove iniziative per il territorio, come quelle svolte in occasione del sisma nel Centro Italia e del crollo del Ponte Morandi di Genova.

Il Report di Sostenibilità 2018 di Fastweb è stato predisposto in conformità agli standard fissati dal Global Reporting Initiative; i dati sono stati anche sottoposti a una revisione da un ente terzo indipendente, che ne ha verificato l’attendibilità.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.