TIM introduce nuovo costo per disattivare Giga di Scorta tramite il Servizio Clienti 119


L’operatore di telefonia mobile TIM, dopo aver aggiunto il costo per cambiare piano tariffario o disattivare il servizio di reperibilità LoSai e ChiamaOra, dal 25 Marzo 2019, introdurrà un costo di disattivazione per l’opzione extrasoglia Giga di Scorta tramite Servizio Clienti 119.

Quando si attiva una nuova SIM, il cliente TIM ritroverà inserita, di default, l’opzione Giga di Scorta che permette, una volta esauriti i Giga inclusi nella propria offerta, di continuare a navigare in automatico a 1,90 euro ogni 200 MB fino ad un massimo di  1 Giga (5 gettoni), terminati i quali la connessione viene bloccata.

Al rinnovo della propria offerta internet principale o acquistando un’opzione dati aggiuntiva, il cliente utilizzerà il traffico internet di queste offerte, che hanno la priorità rispetto all’opzione Giga di Scorta.

Per il momento, è possibile disattivare il servizio extrasoglia gratuitamente, in qualsiasi momento, dall’area riservata My Tim Mobile del sito ufficiale TIM oppure chiamando il 40916 o il Servizio Clienti 119.

Dal lunedì 25 Marzo 2019, però, nel caso in cui il cliente TIM richieda la disattivazione dell’opzione extrasoglia  Giga di Scorta mediante il Servizio Clienti 119, l’intervento dell’operatore telefonico comporterà una spesa di 3,99 euro una tantum per il costo dell’operazione. Mentre, continueranno ad essere gratuiti se il cliente la disattiverà tramite gli strumenti automatizzati (Area Clienti MyTIM e IVR 40916).

   

Tim

L’introduzione di un nuovo costo per interventi specifici al Servizio Clienti 119, non è un caso isolato.

Infatti, dal 28 Gennaio 2019, cambiare piano tariffario tramite gli operatori del 119 ha un costo di 3,99 euro (una tantum), indipendentemente dalla gratuità del profilo tariffario scelto. E’ rimasto, invece, gratuito se il cliente cambia il piano base della propria SIM tramite IVR 40916, 40916, IVR 119 (senza parlare con un operatore) e l’Area Autenticata MyTim Mobile dal sito ufficiale di TIM.

Si specifica che, quando si attiva una nuova SIM ricaricabile Tim, di default, viene attivato il profilo tariffario Tim Base e Chat che permette di chattare nelle app di messaggistica più popolari senza consumare i propri Giga al costo di 2 euro al mese, gratuito il primo mese per i nuovi clienti e incluso in determinate offerte dell’operatore. In qualsiasi momento il cliente può cambiare piano in Tim Base New e Tim Semplice che non prevedono costi aggiuntivi.

Sempre alla tariffa di 3,99 euro una tantum, è stato introdotto, il 25 Febbraio 2019, il costo per disattivare il servizio di reperibilità LoSai e ChiamaOra di TIM tramite intervento di un operatore del Servizio Clienti 119. Anche in questo caso, però, è possibile disattivarlo gratuitamente tramite gli strumenti automatizzati.

Si ricorda che il suddetto servizio di reperibilità, per i clienti ricaricabili, ha un costo anticipato di 1,59 euro al mese con addebito su credito residuo. Esso permette al cliente di sapere chi ha cercato di contattarlo mentre il proprio device era spento, occupato o fuori copertura, ma anche di conoscere quando il numero Tim, contattato in precedenza, ritorna nuovamente disponibile.

Dalla considerazione di questi fatti emerge che TIM sta cercando di diminuire sempre più le operazioni effettuate dai consulenti del Servizio Clienti 119.

Senza ufficializzazioni da parte dell’operatore, quelle pubblicate in questa pagina sono da ritenersi indiscrezioni senza alcun valore informativo e commerciale.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.