Cellnex Telecom nel 2018: Italia secondo mercato più redditizio grazie anche all’accordo con Iliad


Cellnex Telecom, la società spagnola che opera in molti dei mercati europei delle infrastrutture per le telecomunicazioni, ha presentato ieri 22 Febbraio 2019 a Barcellona i risultati finanziari relativi all’esercizio del 2018.

I ricavi complessivi hanno mostrato una tendenza a cifra doppia con un rialzo del 14%, raggiungendo i 901 milioni di euro. L‘Ebitda ha fatto crescere invece i ricavi calcolati al netto delle tasse, degli interessi, dell’inflazione e degli ammortamenti del 18%, attestandosi a 591 milioni di euro.

Quanto fatto registrare dalla multinazionale è il frutto dell’impatto che i servizi di Cellnex hanno generato a seconda delle loro differenti destinazioni d’uso. Il settore della telefonia mobile detiene il primato: i servizi di Infrastrutture per operatori di telecomunicazioni mobili hanno generato il 65% dei ricavi, una crescita del +24% rispetto alla chiusura del 2017.

A seguire hanno influito l’attività delle infrastrutture e servizi di diffusione audiovisivi con il 26% dei ricavi e l’attività incentrata sulle reti di sicurezza ed emergenza e soluzioni per la gestione intelligente delle infrastrutture urbane con il 9%.

Cifre finanziarie a parte,  la società ha ampliato le sue attività. L’espansione di Cellnex ha prodotto infatti nel corso del 2018 una crescita del 12% dei punti di presenza (5% a perimetro costante, senza cioè tener in considerazione delle trasformazioni della struttura aziendale) e del 3% (a perimetro costante) del numero di clienti per sito. A ciò si aggiunge anche l’incremento del 18% dei nuovi nodi DAS (sistemi distribuiti di antenne) e delle Small Cells.

   

Ad aver contribuito in maniera significativa sui risultati positivi di Cellnex sono state le attività che Cellnex ha sostenuto con le sue filiali nei mercati esteri. Il 48% dei ricavi (42% nel 2017) e il 56% dell’ebitda (50% nel 2017) è stato generato infatti fuori dalla Spagna. L’Italia, con il 28% dei ricavi, è il secondo mercato per Cellnex, mentre la Francia è il terzo con il 7%.

L’espansione nel portafoglio delle torri infatti ha inciso sull’Italia non meno che in altri Paesi. In tutto lo stivale Cellnex conta 8.308 siti rispetto alle circa 7700 attestati alla fine del 2017 (quasi un terzo del numero totale di 23.440 siti di cui Cellnex dispone in tutti i suoi mercati).

Cellnex

Non poteva essere diversamente tra l’altro dopo l’accordo di l’implementazione delle infrastrutture e di coubicazione siglato con Iliad a Febbraio 2018 per supportare la copertura del segnale sia in Francia che in Italia (dove da lì a poco sarebbe stato lanciato il nuovo quarto operatore mobile). Dai grafici che indicano la crescita dei punti di presenza della compagnia si riscontra il fatto che parte del merito vada proprio all’intesa che ha interessato Iliad Italia.

La società, che nel 2018 è stata anche protagonista dell’offerta con cui la famiglia Benetton si è aggiudicata il 29,9% del suo capitale, ora si concentra sui tre obiettivi principali per il 2019: unaa crescita dell’Ebitda di 50 milioni che permetterebbe di raggiungere la cifra di circa 650 milioni di euro (un aumento dell’8% quindi), un ulteriore incremento del 10% del flusso di cassa (per garantire gli investimenti) e infine un rialzo del 10% del dividendo dell’esercizio 2019.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.