Iliad raggiunge il 2,7% delle SIM Human, Wind Tre al primo posto secondo l’Osservatorio AGCOM


L’AGCOM ha appena pubblicato il quarto Osservatorio sulle Comunicazioni per l’anno 2018, che presenta anche un’analisi del mercato di rete mobile in Italia da Luglio a Settembre 2018, contemplando quindi, finalmente, tutti i risultati raggiunti da Iliad.

Nel precedente Osservatorio, infatti, l’AGCOM aveva sottolineato sin da subito che i dati complessivi non comprendevano le linee mobili di Iliad, per via dell’estrema vicinanza temporale tra la data di rilevazione e l’inizio dell’attività dell’operatore.

Nel comunicato odierno, invece, Iliad viene computato e i suoi risultati si rivelano molto interessanti.

Con riferimento dunque alla rete mobile, su base trimestrale le utenze residenziali registrano una crescita di 0,6 milioni di SIM, grazie proprio all’ingresso nel mercato di Iliad.

   

Le utenze affari, invece, che ammontano all’11,4% delle linee complessive, sono rimaste stabili.

In generale, le linee complessive sono aumentate di 3,8 milioni di unità su base annua, ma ancora una volta l’aumento è trainato dalla diffusione delle SIM machine to machine.

Nel trimestre Luglio-Settembre 2018, TIM è ancora market leader in termini di SIM complessive, con una crescita del 5%. Vodafone e Wind Tre, invece, hanno mostrato una perdita percentuale, rispettivamente, dello 0,8% e del 2,3%.

Nei risultati di TIM e Vodafone, si ricorda, l’Autorità computa anche i valori raggiunti dai due semivirtuali Kena Mobile e Ho., che hanno contribuito a bilanciare le perdite subite in seguito all’ingresso di Iliad.

Al quarto posto in termini di SIM complessive, si trova PosteMobile, con un incremento dello 0,2% e a seguire il nuovo quarto operatore, Iliad, con il 2,2%.

Iliad ha dunque raggiunto il 2,2% della customer base nel mercato mobile a fine Settembre 2018. E, come affermato recentemente da Benedetto Levi, la crescita sarebbe continuata anche per i mesi successivi e non compresi nell’Osservatorio.

Calcolando solo le SIM Human, invece, il grafico mostra delle lievi differenze: alprimo posto si trova infatti Wind Tre, mentre Iliad, in questo caso, dispone del 2,7% del totale.

Sempre analizzando solo le SIM Human, l’insieme dei MVNO, come Fastweb, Lyca Mobile, Coop Italia e Tiscali, mostra una quota complessiva, in crescita, pari al 5,5% del totale. Tra tutti, Fastweb ha mostrato il maggiore aumento, mentre Coop Italia ha subito la perdita percentuale più elevata.

Le variazioni presentate sul calcolo delle SIM complessive e delle SIM Human sono da intendersi su base annua.

Iliad AGCOM Wind Tre SIM

Le SIM complessive e Human, con una variazione percentuale rispetto al 2017.

Analizzando più attentamente la composizione del mercato, a Settembre 2018, l’86% della customer base utilizza delle schede prepagate, per un totale di 71,8 milioni di SIM. Nel terzo trimestre Iliad ha trainato la crescita anche in questo aspetto. Le linee in abbonamento invece hanno mostrato una lieve flessione.

Nel segmento delle prepagate, Wind Tre resta market leader, ma mostra una flessione del 2,9%. Anche TIM e Vodafone mostrano delle flessioni, sebbene molto più contenute.

L’incremento del traffico dati dal Settembre del 2014 al Settembre del 2018.

In termini di traffico dati, si nota che, in confronto al Settembre 2014, le SIM che hanno svolto traffico dati sono salite al 70,9% del totale delle human. Inoltre, a Settembre del 2018, il numero delle SIM con accesso a internet è continuato a crescere, sfiorando 57,3 milioni di unità. Tale crescita, afferma l’AGCOM, è dovuta essenzialmente ai risultati trimestrali di Vodafone e Iliad, la cui customer base per la quasi totalità ha svolto anche traffico dati.

Il traffico complessivo, da inizio 2018, risulta in aumento del 60% rispetto al 2017, seguendo un trend ormai noto, e i consumi medi unitari mensili si assestano a quota 3,88 Giga al mese, in crescita della metà rispetto all’anno pecedente.

Linee di ingresso e di uscita per i principali operatori.

Analizzando, per finire, le portabilità, il loro numero cumulato a Settembre 2018 ha superato i 130 milioni di unità. Nel mese di Giugno 2018, il terzo Osservatorio aveva segnalato 125 milioni di unità, e nel trimestre ancora precedente esse erano ferme a quota 120 milioni.

Dunque, il trend di crescita si conferma essere costante, a causa dell’elevata concorrenza all’interno del mercato mobile.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.