Truffa a nome di Iliad e non solo: un questionario in cambio di un possibile Samsung Galaxy S9


Non sono pochi i clienti del nuovo quarto operatore mobile nazionale Iliad, ma anche di Vodafone, che segnalano l’apertura di un popup truffaldino, durante la navigazione, che li esorta alla compilazione di un questionario, promettendo in cambio la possibilità di ottenere uno smartphone Samsung Galaxy S9.

Niente di nuovo in realtà, in quanto come trattato svariate volte da MondoMobileWeb, in altri casi del genere, coinvolgenti però aziende diverse, è stata utilizzata questa strategia per fare abboccare gli utenti della rete.

Fonte Foto: Bufale.net

In questo specifico caso il popup ideato dai truffatori, si apre automaticamente durante la navigazione da smartphone ed assume il nome e l’aspetto del provider con il quale si è attivi.

Ecco il testo contenuto all’interno della finestra, durante la navigazione con liad, che dovrebbe comunque essere uguale anche per tutti gli altri gestori mobili:

   

Congratulazioni, sei uno dei 100 utenti che abbiamo selezionato per provare a vincere una Samsung Galaxy S9 auno o una”.

Come ogni buon tentativo di frode che si rispetti non manca l’ormai imprescindibile e persuasivo tono di urgenza, utile ad aumentare le probabilità che qualche povero malcapitato possa cedere al tentativo di phishing.

L’invito a cliccare su “OK“, contiene un pericoloso link che, non appena cliccato, rimanda ad un sito nel quale si trova un breve sondaggio della durata di 30 secondi circa, che una volta avviato, somministra all’utente 9 diverse domande con lo scopo reale di carpire le sue informazioni personali, promettendo in cambio la possibilità di vincere un Samsung Galaxy S9.

E’ doveroso sottolineare che Iliad, cosi come Vodafone e tutti gli altri operatori coinvoltinon hanno nulla a che fare con tale genere di iniziative.

Tecnicamente si dice phishing (pesca a strascico), e rappresenta una tipologia di truffe informatiche attraverso la quale si ingannano gli utenti della reteconvincendoli a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile.

L’obiettivo dei cybercriminali è infatti proprio questo, ovvero ottenere i dati riservati del malcapitato e nella maggior parte dei casi i codici personaliautorizzativi e credenziali di un conto corrente o di uno strumento di pagamento, come la carta di credito. Tutte informazioni che una volta finite nella mani sbagliate potrebbero dar vita ad una serie di problematiche non proprio piacevoli per nessuno.

Si tratta di un tentativo di frode online, definito SCAM, che sfrutta i mezzi di comunicazione istantanea più noti, per diffondersi nel modo più rapido possibile, come email, applicazioni di messaggistica istantanea e messaggi tradizionali come in questo specifico caso.

Ecco una serie di piccoli consigli utili ad evitare i tentativi di frode online con i quali ci si deve quotidianamente confrontare.

  • Porre particolare attenzione alla grammatica, spesso errata, in quanto gli autori dei testi essendo stranieri, il più delle volte non possiedono una buona padronanza della lingua italiana (vedi l’esempio appena trattato);
  • Accertarsi sempre della provenienza del messaggio;
  • Evitare di seguire le istruzioni contenute all’interno del messaggio, pertanto non cliccare mai e per nessun motivo sui link che contiene.

Si invitano gli utenti infine, a segnalare qualsiasi tentativo di truffa online in cui si va incontro o di cui si è a conoscenza.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.