Iliad: un post sui Social chiede agli utenti di indovinare quante persone hanno scelto l’operatore


Iliad, il quarto operatore italiano di rete mobile, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale, su Twitter e su Instagram un post in cui viene chiesto agli utenti di stimare il numero di persone che si sono unite fino ad ora alla “rivoluzione“.

Nel post, che replica il medesimo stile adottato per il marketing pre-lancio, Iliad scrive: “La #Rivoluzioneiliad cresce velocemente. Siete già in tanti, riuscite a indovinare quanti?”

Di seguito, la foto pubblicata.

Gli utenti hanno lanciato quindi le proprie ipotesi, suggerendo cifre parecchio elevate, ma chiaramente inferiori al limite di un milione di utenti, a cui è destinata l’offerta di lancio dell’operatore.

   

Si ricorda che la tariffa di lancio prevede minuti ed SMS illimitati e 30 Giga in 4G al costo promozionale di 5,99 euro al mese.

I minuti illimitati sono verso tutte le numerazione fisse e mobili nazionali e internazionali verso Canada e USA (nonostante sul sito vengano indicate a parte Alaska e Hawaii, si ricorda che queste fanno parte degli Stati Uniti), ed illimitati verso i numeri fissi di 58 nazioni estere.

Sono inclusi nell’offerta i seguenti servizi: Segreteria telefonica (al numero 401), Mi richiami, Hotspot, Controllo Credito Residuo (numero gratuito 400), Segreteria visiva, Avviso di chiamata (se il numero è occupato), Blocco numeri nascosti, Chiamate rapide, Filtro chiamate e SMS, Inoltro verso segreteria telefonica all’estero, SOS Ricarica, trasferimento di chiamata. Sono invece esclusi gli SMS premium e servizi a sovrapprezzo.

L’offerta è attivabile da tutti (portabilità del proprio numero o nuova attivazione) sia online sul sito ufficiale dell’operatore, che nei cosiddetti Corner sparsi per i centri commerciali italiani in cui sono presenti i distributori automatici SimBox o in uno dei pochi Store in cui sono presenti i SIMBOX con l’assistenza degli addetti Iliad e che in futuro ospiteranno probabilmente la vendita degli smartphone annunciata da Benedetto Levi.

Il costo da sostenere per acquistare la SIM (nel formato trio), sia online che nei SIMBOX, è pari a 9,99 euro, a cui si somma l’importo del primo mese dell’offerta, 5,99 euro. Il totale da pagare per entrare in Iliad sarà quindi di 15,98 euro, da pagare esclusivamente con Carta di Credito o prepagata.

In roaming europeo sono previsti minuti ed SMS illimitati e 2GB di internet in 4G esclusivi e dedicati che non vanno ad intaccare la soglia dell’offerta prevista per l’Italia. In caso di extrasoglia internet si pagheranno 0,00732 euro per ogni MB di internet consumato. Fuori dall’Europa non sono previste tariffe tutto incluso a pagamento ma solo tariffe roaming a consumo.

Le destinazioni estere incluse nell’offerta verso cui è possibile chiamare le numerazioni fisse senza limiti sono: Azzorre, Sudafrica, Germania, Andorra, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Bulgaria, Cina, Cipro, Corea del sud, Croazia, Danimarca, Spagna, Estonia, Finlandia, Francia, Gibraltar, Grecia, Guadalupa, Guam, Guernsey, Guyana, Hong Kong, Ungheria, Isola di Man, Arcipelago delle Canarie, India, Irlanda, Islanda, Israele, Jersey, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Madera, Malta, Martinica, Mayotte, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo, Puerto Rico, Slovacchia, Repubblica Ceca, Riunione, Romania, Regno Unito, San Marino, Slovenia, Svezia, Svizzera, Taiwan.

Inoltre, dal 28 Giugno 2018, Iliad ha implementato una funzione attraverso la quale, terminati i 30 Giga della propria offerta, la connessione si bloccherà senza extracosti.

Infatti, nella sezione “Le mie opzioni“, è stata aggiunta una nuova voce denominata “Sblocco connessione dati oltre 30 GB” impostata su “Non attivo” di default. Questo significa che una volta terminati i 30 Giga di internet inclusi nell’offerta lancio, la connessione verrà automaticamente bloccata senza la tariffazione a consumo, come inizialmente previsto.

Si ricorda che la tariffa a consumo prevede per la navigazione internet un costo di 90 centesimi di euro ogni 100 Megabyte di internet consumati, che corrispondono a 9 euro per ogni Giga utilizzato oltre quelli inclusi nella propria offerta.

E’ possibile effettuare la richiesta di portabilità su una SIM già attiva con numerazione nativa Iliad, accedendo al sito ufficiale dell’operatore, alla sezione “La mia offerta”, e cliccando successivamente sulla voce “Portabilità”, dove comparirà un modulo da compilare con i dati richiesti.

Nei campi è necessario inserire il numero di cellulare che si vuole far passare a Iliad, l’operatore di provenienzail tipo di contratto, se abbonamento o ricaricabile e il numero seriale della SIM di provenienza (ICCID), visionabile sul retro della scheda o in alternativa, alla sezione dedicata sul proprio smartphone. Si può anche inserire la data di portabilità, ma è un campo facoltativo.

Molti dubbi erano stati sollevati in relazione all’incerta data di rinnovo dell’offerta Iliad. Anche in questo caso, l’operatore ha implementato uno strumento in grado di controllare, dal sito ufficiale, il momento preciso del rinnovo della propria offerta. Per farlo, basterà recarsi nell’area personale.

L’addebito del rinnovo dell’offerta è anticipato rispetto al giorno del rinnovo stesso, poiché l’operatore addebita il suo costo nelle 24-48 ore precedenti la data di effettivo rinnovo.

Come tuttavia rassicurato da Iliad, il cliente potrà continuare a consumare Minuti, Sms e Giga fino alla naturale scadenza dell’offerta mensile. Ne consegue che i contatori dei consumi si azzerano ogni mese nel giorno in cui si ha attivato la sim.

Si ricorda che attualmente Iliad opera in tecnologia Ran Sharing su rete Wind per il 3G/4G/4G+ nella maggior parte del territorio in attesa del completamento della rete proprietaria (ad oggi ancora spenta) a seguito dell’unificazione della rete Wind Tre e in roaming nazionale su rete 2G Wind. Non utilizza la rete H3G.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.