Rai: entro il 30 Aprile 2018 gli over 75 potranno richiedere l’esenzione del pagamento del canone


Entro il 30 Aprile 2018, chi ha compiuto 75 anni e dispone di un reddito annuo pari o inferiore a 8000 euro potrà richiedere l’esenzione del pagamento del Canone Rai, seguendo una procedura dettagliatamente descritta dal sito ufficiale di Altroconsumo.

Gli interessati all’esonero potranno inviare infatti una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione per l’intero anno, utilizzando il modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate entro il termine già citato. Nel caso in cui la richiesta venga presentata solo per l’esenzione relativa al secondo semestre del canone, la scadenza è fissata al 31 luglio 2018.

I soggetti che avessero già presentato la dichiarazione negli anni precedenti, in cui la soglia di reddito era fissata a 6713.98 euro, non dovranno presentare un’altra dichiarazione, a meno che venga superato il vincolo di reddito fissato. In tal senso, più nello specifico, un prerequisito base è quello di non convivere con altri soggetti, diversi dal coniuge, titolari di un reddito proprio. Inoltre, la somma del reddito proprio e del coniuge non deve essere superiore complessivamente a 8000 euro, e verranno conteggiati i redditi riferiti all’anno precedente a quello dell’esenzione.

   

La dichiarazione sostitutiva può essere consegnata presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate o, alternativamente, può essere spedita all’Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 – Sportello abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Nel plico, andrà anche aggiunta la copia di un documento di identità. Un altro metodo di invio è quello tramite PEC all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it.

Inoltre, Altroconsumo rende nota la procedura per l’esonero del secondo semestre per tutti coloro i quali non siano in possesso di una televisione. In questo caso, la scadenza è fissata al 30 Giugno 2018, data entro la quale occorrerà inviare l’autocertificazione all’Agenzia delle Entrate. Essa può essere presentata online tramite l’applicazione web Fisconline disponibile sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e tramite intermediario abilitato, come CAF, commercialisti e consulenti del lavoro. Inoltre, è ammessa la spedizione via posta e via PEC, agli indirizzi già citati.






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus