Vodafone Italia: continua la crescita dei ricavi da servizi di Rete Fissa (+12%) e clienti banda larga (+13,3%). Cresce anche il numero di clienti 4G, che raggiunge quota 11,3 milioni


Vodafone Italia chiude il trimestre al 31 dicembre 2017 con ricavi da servizi a 1,324 milioni di euro (-0.4% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente). La performance finanziaria del trimestre è stata sostenuta da un incremento dell’ARPU fisso e da una forte crescita della base clienti di rete fissa, che hanno compensato la forte pressione competitiva sul segmento mobile.

Nuovo Claim di Vodafone

Cresce ancora il numero di clienti 4G sulla rete mobile, che raggiunge quota 11,3 milioni (+3 milioni rispetto all’anno precedente). La rete 4.5G è stata lanciata in 8 città (Milano, Firenze, Palermo, Verona, Torino, Bologna, Napoli, Roma). La copertura della rete 4G raggiunge il 97,8% della popolazione in oltre 7.000 comuni, di cui oltre 1.500 in 4G+.

 

Leggi anche: Tutte le attività di Vodafone Italia dell’anno 2016-17 in un bilancio di sostenibilità

   

 

I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 253 milioni di euro (+12,0%). Continua la crescita dei clienti di banda larga fissa (+13,3%), che si attestano a quota 2,4 milioni (+95.000 clienti nel trimestre). I servizi in fibra sono disponibili in oltre 1.200 città italiane, di cui 12 coperte dalla fibra fino a 1 Gigabit al secondo attraverso la partnership con Open Fiber.

Tra le iniziative commerciali lanciate nel trimestre: la nuova offerta convergente ‘Vodafone One’ che include Fibra e 4.5G e può essere anche arricchita con i contenuti della ‘Vodafone TV’, e l’ingresso nel mercato IoT consumer con il lancio di ‘V by Vodafone’.

Comunicato Stampa

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus