Eventi e IniziativeSicurezza MobileVodafone

Vodafone alla Luiss con una nuova cattedra in Cybersecurity and Digital Transformation

Vodafone, insieme all’Università Luiss Guido Carli di Roma, ha annunciato l’avvio di una nuova cattedra all’interno del corso di laurea magistrale in Data Science and Management dell’Ateneo, con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di nuove competenze e profili professionali per rispondere alle esigenze dettate dalla trasformazione digitale, dalla sicurezza informatica e dall’avvento dell’Intelligenza Artificiale.

La cattedra, denominata Vodafone Chair Cybersecurity and Digital Transformation, è stata presentata ieri, 27 Novembre 2023, con una tavola rotonda tenutasi presso la Villa Blanc di Roma, sede della Business School dell’Università.

All’incontro, in particolare, hanno partecipato Luigi Gubitosi, Presidente dell’Università Luiss Guido Carli, Pietro Guindani, Presidente di Vodafone Italia, Renato Loiero, Consigliere del Presidente del Consiglio dei Ministri, Serafino Sorrenti, Chief Innovation Officer alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ettore Rosato, Deputato Segretario del COPASIR (Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica), Alessandro Colucci, Presidente Intergruppo Parlamentare per la Sicurezza Informatica e Tecnologica e Nunzia Ciardi, Vicedirettore Generale della Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale.

Ad aprire la tavola rotonda, invece, è stata la lectio magistralis del titolare della nuova Chair di Vodafone, Paolo Spagnoletti, Professore di Organizzazione Aziendale e Direttore del corso di laurea in Economia e Management, nonché di master e corsi Executive sui temi dell’innovazione digitale.

Di seguito, le parole di Andrea Prencipe, Rettore dell’Università Luiss Guido Carli, che ha dichiarato:

La nostra collaborazione con Vodafone, da tempo in prima linea nel processo di trasformazione digitale, rappresenta un’ulteriore testimonianza dell’ engagement del nostro Ateneo con imprese ed istituzioni nazionali ed internazionali con le quali condividiamo l’obiettivo di creare nuove competenze necessarie per affrontare sfide attuali e future.

Lanciare questa nuova Chair significa proseguire nell’investimento concreto in traiettorie, come la cybersecurity e la sicurezza delle infrastrutture critiche, cruciali nel processo di digitalizzazione e nella sfida della competitività da cui passa lo sviluppo economico del nostro Paese.

Questa, invece, la dichiarazione di Pietro Guindani, Presidente di Vodafone Italia, che ha affermato:

Le reti di telecomunicazioni si sono trasformate in una piattaforma digitale in grado di offrire servizi applicativi strategici per le aziende di tutte le dimensioni, per il cittadino e le pubbliche amministrazioni, in particolare il sistema educativo e sanitario, in generale per il sistema Paese nel suo complesso.

Questa nuova missione comporta una sempre maggiore responsabilità verso la società per garantire la cybersecurity e abilitare opportunità di sviluppo in piena sicurezza, cominciando con la protezione dei dati personali e di tutte le informazioni sensibili per la gestione di organizzazioni private e pubbliche.

La Vodafone Chair in Cybersecurity and Digital Transformation, realizzata in collaborazione con l’Università Luiss, rappresenta il nostro impegno ad accompagnare la trasformazione digitale del Paese, non solo con investimenti in infrastrutture e tecnologia avanzata, ma anche con la formazione e lo sviluppo di nuove competenze. Vogliamo così contribuire a costruire le professioni del futuro per promuovere una cultura della prevenzione e dell’aggiornamento continuo.

Il primo corso della Vodafone Chair in “Cybersecurity and Digital Transformation” partirà a Febbraio 2024, prevedendo il contributo di figure professionali che lavorano nelle funzioni di cyber security, data protection, compliance and risk management, e business solution della società di telecomunicazioni.

L’obiettivo della nuova cattedra, ha spiegato l’operatore rosso, sarà quello di fornire agli studenti gli strumenti utili a saper interpretare e a rispondere alle minacce informatiche, gestendo al contempo i processi di trasformazione digitale attraverso l’uso corretto dei dati. Un aspetto essenziale, a detta di Vodafone, per poter guidare istituzioni pubbliche e private e competere in nuovi scenari di business.

Durante il corso di Vodafone, inoltre, gli studenti potranno imparare ad analizzare le implicazioni sociali, strategiche, tattiche, operative e organizzative di una minaccia cyber, per integrare adeguate misure di sicurezza nei processi di innovazione digitale.

Infine, ha precisato Vodafone, la nuova Chair mira anche trasferire esperienze e sviluppare nuove competenze, al fine di colmare il disallineamento tra domanda e offerta di lavoro, che per il settore delle telecomunicazioni, come sottolineato dall’operatore, secondo gli ultimi dati del Rapporto Asstel 2023 rappresenta un elemento di difficoltà per il 76% delle aziende, pari ad oltre tre imprese su quattro.

Editing Mattia Castro

Seguici su Telegram

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.