Open FiberReti e Frequenze

Open Fiber a San Michele di Ganzaria: altre 2200 unità immobiliari interessate dal Piano BUL

Nei giorni scorsi, Open Fiber ha avviato i lavori per il completamento dell’infrastruttura di rete in fibra ottica del Comune di San Michele di Ganzaria, in provincia di Catania, già in parte realizzata dall’operatore nell’ambito del Piano BUL (Banda Ultra Larga).

Il piano, messo a gara da Infratel, la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico, ora Ministero delle Imprese e del Made in Italy, punta alla realizzazione e alla gestione di collegamenti ultraveloci nelle cosiddette aree bianche del Paese, ossia quei territori scoperti da servizi di connettività a banda ultra larga e dove nessun operatore ha manifestato interesse a investire.

Quindi, in seguito all’intervento già eseguito a San Michele di Ganzaria, Open Fiber, in qualità di vincitore dei tre bandi per il piano di cablaggio, che coinvolgerà circa 6.200 comuni in tutta Italia, e così come disposto dalla stessa Infratel, il 2 Dicembre 2022 ha dato il via ai lavori per il collegamento di altre 2.200 unità immobiliari.

Di seguito, le parole di Danilo Parasole, Sindaco di San Michele di Ganzaria, che ha dichiarato:

“Grazie a questo nuovo investimento, il nostro Comune guarda al futuro con ottimismo e consapevole di affrontare, grazie alla fibra, i cambiamenti e le opportunità di sviluppo offerti dalla digitalizzazione.

I cittadini e gli imprenditori potranno quindi usufruire di una moderna connessione che permetterà di utilizzare tutte le tipologie di servizi evoluti e imprescindibili per lo studio, il lavoro e le attività online delle aziende.”

Il progetto punta infatti a potenziare la rete del comune siciliano, ponendosi lo scopo di ridurre il digital divide nel territorio e garantendo ai cittadini, alle imprese e alle Pubbliche Amministrazioni l’accesso diffuso ai servizi di connettività. L’intervento è stato finanziato con fondi statali e regionali, di conseguenza le risorse stanziate non gravano sul bilancio del Comune.

Lo stesso Comune di San Michele di Ganzaria sarà coinvolto, in una seconda fase, anche nel Piano “Italia a 1 Giga, l’iniziativa finanziata con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) che rientra nella strategia nazionale di diffusione della banda ultra larga.

Si ricorda, come sempre, che Open Fiber è un operatore wholesale only, non vende quindi servizi al cliente finale ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori interessati.

In modalità wholesale, l’operatore si occuperà della progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione ventennale dell’infrastruttura di rete, che rimane di proprietà pubblica. I lavori per il cablaggio della banda ultra larga non interferiranno con eventuali infrastrutture già esistenti, come tubazioni e reti.

A detta di Open Fiber, la fibra ottica che verrà posata nel centro urbano, nelle periferie e nelle contrade di San Michele risulta essere una tecnologia ecosostenibile, visto il consumo di energia solo durante la trasmissione e le sue capacità conduttive che evitano dispersioni.

Sempre secondo l’operatore, inoltre, l’infrastruttura realizzata in fibra ottica non risente di disturbi elettromagnetici, non subisce variazioni a causa della temperatura e delle condizioni atmosferiche e riflette il segnale di ingresso senza perdita di dati.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button