Offerte Fibra e FTTCPosteCasaPosteMobile

PosteCasa Ultraveloce Start a 23,90 euro al mese. Con 5 euro in più anche opzione voce

A partire da oggi 14 Novembre 2022, in alternativa alla sua offerta standard con connessione in Fibra e chiavetta 4G, PostePay sta proponendo anche la nuova PosteCasa Ultraveloce Start con la sola linea fissa, ma con un costo mensile più basso.

Per sottoscrivere questa nuova offerta, già anticipata da MondoMobileWeb, i nuovi clienti devono recarsi necessariamente in ufficio postale.

Inoltre, sempre soltanto presso gli uffici postali, da oggi 14 Novembre 2022 è possibile attivare anche un nuovo servizio voce con chiamate illimitate, disponibile sia per la nuova offerta PosteCasa Ultraveloce Start che per la versione standard PosteCasa Ultraveloce, ancora disponibile anche online.

Bundle e costi con la nuova PosteCasa Ultraveloce Start

Come con l’offerta standard, la nuova PosteCasa Ultraveloce Start include una connessione illimitata in Fibra FTTH o in Misto Fibra Rame FTTE o FTTC (in base alla copertura disponibile).

Inoltre, sulla base della soluzione tecnologica e della disponibilità di magazzino, anche in questo caso viene fornito un modem Wi-Fi nei modelli ZTE H2640 o ZTE H3140.

Come detto, con questa nuova offerta di rete fissa, PostePay propone la sola linea in Fibra senza chiavetta 4G inclusa, fornendo dunque un alternativa all’offerta standard con un prezzo più basso, in particolare pari a 23,90 euro al mese (anziché 27,90 euro al mese).

Inoltre, il costo di attivazione, consegna e installazione, pari a 49 euro con l’offerta base, in questo caso risulta pari a 39 euro (comunque in sconto invece che a 99 euro).

PosteMobile Casa Ultraveloce

Scadenza e altri dettagli sulla linea fissa

Come previsto già da alcuni giorni per l’offerta standard, anche la nuova PosteCasa Ultraveloce Start senza chiavetta 4G rimane valida fino al 3 Dicembre 2022, salvo cambiamenti.

Riguardo ai profili di rete, forniti in base alla copertura presso l’indirizzo indicato al momento della sottoscrizione, anche questi sono i medesimi dell’offerta base.

In tecnologia FTTH, la velocità massima raggiungibile è pari infatti a 1 Gbps in download e 300 Mbps in upload (su rete Open Fiber) oppure 1 Gbps in download e 100 Mbps in upload (su rete TIM).

In caso di Misto Fibra Rame (in ogni caso su rete TIM) sono previsti invece tre profili di rete: FTTC (EVDSL) con fino a 200 Mbps in download e 20 Mbps in upload, FTTE (VDSL2) con fino a 100 Mbps in download e 20 Mbps in upload e FTTC (VDSL2) con fino a 100 Mbps in download e 20 Mbps in upload.

Anche con questa nuova offerta, il modem Wi-Fi è incluso in comodato d’uso gratuito. Per questo motivo, in caso di cessazione del rapporto contrattuale, il cliente deve restituire il dispositivo a propria cura e spese, entro un periodo di 60 giorni.

In ottemperanza alla delibera AGCOM 348/18/CONS sul “modem libero”, i clienti possono sempre configurare un modem alternativo, come al solito impostando i parametri riportati sul sito di Poste Italiane e in quello di PostePay.

Ancora disponibile PosteCasa Ultraveloce standard

In alternativa alla nuova PosteCasa Ultraveloce Start, come detto rimane ancora disponibile anche PosteCasa Ultraveloce in versione standard, con chiavetta 4G inclusa e con un costo pari a 26,90 euro al mese.

Denominata offerta con “due connessioni”, questa variante di PosteCasa Ultraveloce prevede infatti anche una SIM con Giga illimitati, inserita appunto dentro una chiavetta dedicata. In questo modo, il cliente può navigare in internet tramite l’operatore virtuale PosteMobile, usufruendo della rete Vodafone 4G con una velocità massima pari a 150 Mbps in download.

Per quanto riguarda la chiavetta inclusa, questa viene fornita nel modello ZTE MF833U1 e va collegata alla porta USB del modem.

Per cominciare a navigare sulla rete mobile (anche prima che la rete fissa venga installata), il cliente deve abilitare la connessione dalla pagina dedicata sul sito PosteMobile, o in alternativa dalla sezione “La mia offerta” dell’app PostePay o dell’area personale Poste Italiane.

Telefonia Fissa portabilità numero

Il nuovo servizio voce con chiamate illimitate

Con entrambe le offerte in Fibra, a partire da oggi 14 Novembre 2022 è disponibile dunque anche un servizio voce opzionale, attivabile tramite un’opzione aggiuntiva al costo di 5 euro in più al mese (portando Postecasa Ultraveloce a 28,90 euro al mese e PosteCasa Ultraveloce a 31,90 euro al mese).

Come già raccontato nei giorni scorsi, il cosiddetto “Servizio Voce PosteMobile Casa” include ogni mese chiamate illimitate senza scatto alla risposta, valide verso i numeri fissi e mobili nazionali e compatibili con l’uso personale.

Inoltre, per consentire l’utilizzo del servizio, è previsto anche un telefono fisso da collegare alla rete elettrica, concesso in comodato d’uso per l’intera durata contrattuale.

Secondo quanto indicato nel sito ufficiale di PostePay, il cliente non può utilizzare il servizio voce presso un indirizzo diverso da quello comunicato in fase di attivazione, né può inserire la SIM dedicata all’interno di un dispositivo diverso da quello fornito dall’operatore.

La soluzione è quindi la stessa già impiegata per l’offerta PosteMobile Casa, cioè un telefono fisso con all’interno una SIM per ricevere ed effettuare chiamate tramite la rete mobile.

PostePay specifica che il servizio voce è opzionale e subordinato all’attivazione dell’offerta. Inoltre, include i servizi di segreteria telefonica, visualizzazione del numero chiamante e avviso di chiamata.

Le offerte PosteCasa Ultraveloce con il servizio voce sono disponibili soltanto per nuovi clienti e possono essere sottoscritte esclusivamente in ufficio postale. In ogni caso, è possibile scegliere se mantenere il proprio attuale numero o se attivare una nuova linea telefonica.

Nel suo sito ufficiale, PostePay menziona anche una cosiddetta “promo primo mese”, valida per chi sceglie di mantenere il proprio attuale numero telefonico.

Con questa promozione, il primo mese viene offerto gratuitamente per attivazioni entro il 3 Dicembre 2022, salvo cambiamenti.

Nel dettaglio, secondo quanto indicato dall’operatore, viene scontato il rateo del canone dei servizi relativi al mese di attivazione della fibra (addebitato nella prima fattura)​, oltre che il canone dei servizi relativi al mese successivo (addebitato nella seconda fattura)​.

Altri dettagli sui prezzi con PosteCasa

Per le sue offerte di rete fissa, PostePay menziona il cosiddetto prezzo bloccato, specificando che il costo è “senza costi nascosti e senza sorprese in fattura”.

Si precisa comunque che le offerte degli operatori telefonici possono essere modificate unilateralmente come previsto dalla normativa vigente. In questo caso, menzionando il “prezzo bloccato“, PostePay promette di non modificare il costo mensile dell’offerta attivata in questo periodo.

Per quanto riguarda la fatturazione, con le offerte PosteCasa Ultraveloce questa avviene a intervalli bimestrali a mezzo conto telefonico, con pagamento tramite bollettino postale.

Si evidenzia inoltre che, attivando queste offerta in Fibra, il cliente deve sostenere anche un’imposta di bollo pari a 16 euro, con addebito nelle prime 8 fatture (2 euro per fattura).

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button