LexFoniaTelefonia Fissa

Telefonia fissa: come sono cambiati i costi di disattivazione della linea degli operatori

In questi mesi, alcuni dei principali operatori di telefonia fissa italiani hanno aggiornato i costi di disattivazione della linea, che vengono addebitati quando si cessa una linea fissa, sia in caso di dismissione della linea che di passaggio ad altro operatore, e variano in base a quanto previsto da ogni singolo operatore.

Come già raccontato, i costi di disattivazione per la rete fissa devono essere sostenuti quando si richiede il passaggio ad altro operatore di telefonia fissa o la dismissione definitiva della linea.

In questo senso, la delibera AGCOM n. 487/18/CONS pubblicata ad Ottobre 2018 aveva sancito, tra le altre cose, una regolamentazione delle spese previste in caso di disattivazione o dismissione della linea, con l’obiettivo di tutelare i clienti e impedire che vengano applicati dei costi immotivati da parte dell’operatore di telefonia fissa.

Questa delibera stabilisce infatti che le spese di recesso devono essere commisurate al valore del contratto e ai costi realmente sostenuti per la dismissione della linea o per il trasferimento del servizio.

I cosiddetti costi di disattivazione o dismissione della linea sono da sostenere oltre alle eventuali penali o costi di recesso previsti dal proprio contratto e variano a seconda dell’operatore.

In alcuni casi, come ad esempio per TIM, Vodafone e Iliad, sono stati stabiliti dei costi fissi, mentre Tiscali, Fastweb e WINDTRE fanno pagare come costo di disattivazione l’equivalente di una mensilità di canone, come sancito dalla delibera AGCOM (costo più basso fra una mensilità di canone e i reali costi sostenuti dall’operatore).

Le novità degli ultimi mesi

Rispetto all’ultimo approfondimento realizzato da MondoMobileWeb, nel corso degli ultimi mesi ci sono state alcune modifiche da parte di alcuni dei principali operatori di telefonia fissa.

Ad esempio, a partire dal 26 Giugno 2022, TIM ha deciso di non richiedere più i costi di disattivazione in caso di recesso dopo i primi 24 mesi di validità del contratto. Dunque, adesso i costi di disattivazione della linea fissa sono dovuti solo in caso di recesso anticipato durante i primi 24 mesi.

Da Settembre 2022 Vodafone ha invece deciso di abbassare ulteriormente i costi di disattivazione della linea fissa: in precedenza, il costo di disattivazione della linee ADSL, FTTC e Fibra FTTH era di 28 euro, sia in caso di dismissione della linea che di passaggio ad altro operatore, mentre adesso i costi per queste tecnologie sono pari a 23 euro in caso di dismissione della linea e di 15 euro in caso di passaggio ad altro operatore.

Allo stesso modo, Vodafone ha abbassato anche il costo previsto per le linee FWA, sia in caso di dismissione che di passaggio ad altro operatore, che è passato a 18 euro, mentre in precedenza era di 25 euro.

Passando poi ad Iliad, con il lancio della nuova offerta Iliadbox Wi-Fi 6 dall’11 Ottobre 2022, l’operatore applica nuovi costi di disattivazione dedicati a questa offerta, mentre rimangono invariati i costi previsti per chi aveva sottoscritto la prima offerta.

Rispetto alla prima offerta, per chi sottoscrive Iliadbox Wi-Fi 6 in tutti i casi viene applicato esattamente il costo di una mensilità dell’offerta sottoscritta, eventualmente scontata in caso di convergenza con una linea mobile.

Infine, WINDTRE ha aggiornato a Settembre 2022 la tabella dei costi di disattivazione della linea fissa, dai quali calcolare il valore minimo fra questi e il canone mensile della propria offerta, con nuovi importi diversi per le varie tecnologie.

costi disattivazione telefonia fissa

Nuovi costi aggiornati dei principali operatori di rete fissa

Si riporta quindi di seguito l’elenco, aggiornato a Ottobre 2022, dei costi di disattivazione della linea dei principali operatori di rete fissa in caso di passaggio ad altro operatore:

  • TIM5 euro, da corrispondere solo in caso di recesso durante i primi 24 mesi;
  • Vodafone15 euro per linee ADSL, FTTC e Fibra FTTH, 18 euro per le linee FWA, 19 euro per le offerte solo telefono;
  • WINDTREvalore minimo tra una mensilità di canone e 44 euro per linee ADSL e solo voce, valore minimo tra una mensilità di canone e 35 euro per linee FTTC, valore minimo tra una mensilità di canone e 36 euro per linee Fibra FTTH;
  • Fastweb: per le offerte sottoscritte fino al 16 Maggio 2021 è di 29,95 euro, per quelle successive si applica l’importo mensile non promozionato dell’offerta Fastweb attiva al momento della disattivazione;
  • Tiscaliimporto pari ad una mensilità di canone per linee ADSL, FTTC, Fibra FTTH e solo voce, 0 euro per linee wireless;
  • Iliadbox (Iliad): per chi sottoscrive l’offerta Iliadbox Wi-Fi 6 dall’11 Ottobre 2022 costo di 24,99 euro o 19,99 euro (con sconto convergenza fisso mobile). Per chi ha attivato la prima offerta Iliadbox fino all’11 Ottobre 2022 costo di 19 euro o 15,99 euro (con sconto convergenza fisso mobile);
  • Sky Wifi11,09 euro.

Questo invece l’elenco aggiornato dei costi che si applicano nel caso di completa dismissione della linea:

  • TIM30 euro per tutte le linee fisse e 25 euro per le linee FWA e Satellitari, da corrispondere solo in caso di recesso durante i primi 24 mesi;
  • Vodafone23 euro per linee ADSL, FTTC e Fibra FTTH, 18 euro per le linee FWA, 19 euro per le offerte solo telefono;
  • WINDTREvalore minimo tra una mensilità di canone e 53 euro per linee ADSL e solo voce, valore minimo tra una mensilità di canone e 46 euro per linee FTTC, valore minimo tra una mensilità di canone e 69 euro per linee Fibra FTTH, valore minimo tra una mensilità di canone e 49 euro per linee FWA;
  • Fastweb: per le offerte sottoscritte fino al 16 Maggio 2021 è di 29,95 euro, per quelle successive si applica l’importo mensile non promozionato dell’offerta Fastweb attiva al momento della disattivazione;
  • Tiscaliimporto pari ad una mensilità di canone per linee ADSL, FTTC, Fibra FTTH e solo voce, 0 euro per linee wireless;
  • Iliadbox (Iliad): per chi sottoscrive l’offerta Iliadbox Wi-Fi 6 dall’11 Ottobre 2022 costo di 24,99 euro o 19,99 euro (con sconto convergenza fisso mobile). Per chi ha attivato la prima offerta Iliadbox fino all’11 Ottobre 2022 costo di 19 euro o 15,99 euro (con sconto convergenza fisso mobile);
  • Sky Wifi29,90 euro per Fibra FTTH e 23,31 euro per FTTC.

Quelli appena elencati sono tutti costi standard, validi per tutte le offerte degli operatori di telefonia fissa e si applicano indifferentemente dalla durata del contratto sottoscritto.

Dunque, anche se si è già superato il vincolo contrattuale (ad eccezione di TIM che ha deciso di richiedere i corrispettivi solo durante i primi 24 mesi) ed eventuali penali non sono più applicabili, il costo di disattivazione o dismissione coprirà la gestione della portabilità o del distacco della linea.

Si ricorda che questi costi non si applicano nel caso di passaggio ad altro operatore o dismissione della linea in seguito a rimodulazione o modifiche unilaterali del contratto.

In questo caso, inviando disdetta e specificando la non accettazione delle nuove condizioni, i costi di disattivazione non saranno addebitati.

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.