Tech 5G e IoT

PNRR: secondo bando per testare i servizi Mobility as a Service in altri tre comuni capoluogo

Con la pubblicazione di un nuovo avviso pubblico per la sperimentazione dei servizi Mobility as a Service, aperto il 2 maggio 2022 alle ore 13:00, prosegue il percorso di implementazione della misura Maas prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il piano di investimenti straordinario promosso dal Governo italiano all’interno del programma europeo NextGenerationEU.

Dopo il primo avviso pubblico del 22 novembre 2021, il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale (MITD), il Dipartimento per la trasformazione digitale (DTD) della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS) hanno stanziato nuove risorse dal Piano Nazionale Complementare al PNRR per estendere l’iniziativa ad altri tre comuni capoluogo di città metropolitane.

I servizi Mobility as a Service rappresentano un nuovo concetto di mobilità innovativa che permette ai cittadini di servirsi dei mezzi di trasporto pubblico e privato usando un’app dalla quale poter pianificare e pagare gli spostamenti.

bando per Mobility as a Service

Il Ministro per l’Innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, ha dichiarato:

Dopo il successo del primo bando, abbiamo voluto destinare ulteriori risorse dal Fondo Complementare al PNRR per estendere l’iniziativa ad altre tre città metropolitane.

Grazie alla sperimentazione “Mobility as a Service” si va verso una significativa trasformazione della mobilità e una progressiva digitalizzazione delle imprese con forti benefici per l’ambiente e per l’intera collettività.

Questi investimenti favoriscono infatti lo sviluppo di nuovi servizi a supporto dei cittadini che beneficeranno di soluzioni di trasporto innovative, semplici e accessibili.

Se al precedente bando hanno partecipato tredici comuni capoluogo di città metropolitane, tra i quali Milano, Roma e Napoli sono risultati capofila per la sperimentazione del servizio, adesso quelli ammissibili che hanno la possibilità di iscriversi e presentare le proprie proposte progettuali rientrano nella seguente lista: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Palermo, Reggio Calabria, TorinoVenezia.

Ciascuno dei comuni in elenco può presentare una sola domanda compilando i moduli disponibili nel sito ufficiale del MITD e allegando la documentazione richiesta in un unico messaggio di Posta Elettronica Certificata da inviare entro la data di chiusura dell’avviso pubblico, prevista per le ore 23:59 del 6 giugno 2022, all’indirizzo dtd.pnrr@pec.governo.it con oggetto “AVVISO 2022 – PROGETTO MAAS4ITALY – Piano Nazionale Complementare PNC-A.1-N1“.

Sono escluse le città “Pilota” già finanziate col primo bando, la cui graduatoria definitiva è stata pubblicata il 23 febbraio 2022. Mentre possono partecipare al secondo avviso pubblico i comuni di Roma e Napoli, ma esclusivamente per la presentazione delle domande di finanziamento per un laboratorio di sperimentazione (Living Lab).

bando per Mobility as a Service

A proposito del nuovo finanziamento e del paradigma Mobility as a Service si è così espresso il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini:

Grazie alla tecnologia digitale possiamo sperimentare un nuovo concetto di mobilità che oltre a essere più sostenibile sul piano ambientale aumenti la qualità della vita delle persone facilitando gli spostamenti e migliorando la viabilità.

Con il successo del Maas potremo programmare e gestire al meglio il trasporto pubblico, utilizzando anche i sistemi in sharing e di mobilità dolce.

Ad aggiudicarsi il bando saranno tre città metropolitane, una delle quali del Mezzogiorno, che riceveranno un sostegno finanziario per supportare gli operatori del trasporto locale nella digitalizzazione dei loro sistemi grazie all’implementazione dei servizi Mobility as a Service. In aggiunta, le città selezionate saranno protagoniste del servizio nazionale di “Data Sharing and Service Repository Facilities (DS&SRF)”.

Inoltre, una delle tre sarà scelta come Living Lab, utile a testare idee innovative di trasporto locale, come ad esempio soluzioni urbane di guida cooperativa, connessa e autonoma, sistemi avanzati di assistenza alla guida e tecnologia di comunicazione Vehicle to X.

Questi servizi digitali avranno l’obiettivo di facilitare l’accesso alle varie modalità di trasporto anche per le fasce più deboli della popolazione a favore di una maggiore accessibilità, multimodalità e sostenibilità degli spostamenti.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button