Rimodulazioni TariffarieWindTre

WindTre, migrazione dei sistemi: nuovo scaglione con offerte dati dal 2 Marzo 2022

A partire da oggi, 28 Gennaio 2022, un altro scaglione di clienti WindTre ex brand 3 Italia sta venendo avvisato sul processo di migrazione verso i nuovi sistemi del brand unico. Questa volta il nuovo gruppo prevede alcuni clienti con offerte dati senza vincolo e altri clienti con vincolo.

La comunicazione di WindTre avviene via SMS e con notifica tramite app, inoltre in queste ore è stata aggiornata anche la pagina WINDTRE Informa.

Nello specifico, l’operatore ha modificato la sezione dedicata allo scaglione del 1° Marzo 2022, aggiungendo la nuova data di partenza prevista per il prossimo gruppo di clienti. Si tratta del 2 Marzo 2022, il giorno dopo rispetto alla data del gruppo precedente.

Altre differenze nell’informativa WindTre

Oltre alla nuova data per il nuovo scaglione, l’informativa dedicata presente nella pagina WINDTRE Informa presenta adesso anche un titolo differente.

In precedenza, il titolo della sezione era il seguente: “Informativa riservata ai clienti con offerta mobile prepagata dal 1 marzo 2022”. Adesso invece viene fatto riferimento ai clienti con offerta mobile postpagata, alcuni dei quali verranno effettivamente coinvolti dalla migrazione in partenza il 14 Febbraio 2022.

Come al solito, si specifica che in seguito alla migrazione verso i nuovi sistemi WindTre saranno introdotte alcune modifiche alle condizioni commerciali.

Secondo quanto indicato nell’informativa, ad esempio, se il cliente disattiverà l’offerta Super Internet oppure una delle offerte della gamma All In o Play, potrà usufruire del piano tariffario New Basic al costo di 4 euro al mese.

In precedenza, prima che la comunicazione venisse aggiornata con il nuovo scaglione di clienti, l’operatore citava soltanto le gamme All In e Play, mentre adesso è stata aggiunta l’offerta dati Super Internet.

Dettagli sul piano tariffario New Basic

Oltre a quelle già riportate, l’informativa aggiornata oggi 28 Gennaio 2022 non presenta differenze ulteriori, restando quindi per lo più uguale alla precedente.

Per quanto riguarda il già citato New Basic, vengono ancora indicate le varie caratteristiche: chiamate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali a 29 centesimi di euro al minuto, senza scatto alla risposta e con tariffazione al secondo; SMS a 29 centesimi di euro ciascuno; MMS a 50 centesimi di euro ciascuno; videochiamate a 50 centesimi di euro al minuto verso WindTre e 1 euro al minuto verso altri operatori; navigazione internet con 1 Giga di traffico dati giornaliero a 0,99 euro.

WindTre specifica inoltre che saranno esclusi SMS solidali e numerazioni voce in sovrapprezzo, roaming extra UE, servizi VAS, canoni e costi di attivazione delle offerte.

In alternativa a New Basic, il cliente potrà comunque richiedere il passaggio gratuito a un altro piano a consumo senza costo mensile (alla data del 24 Gennaio 2022 è disponibile il piano Easy), oppure attivare una nuova offerta in base alla disponibilità del momento.

Per conoscere le anteprime, le notizie, le novità e gli approfondimenti sul mondo della telefonia, è possibile seguire MondoMobileWeb su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

migrazione WindTre ex 3

Come funzioneranno extrasoglia e mancato rinnovo

Per quanto riguarda il meccanismo extrasoglia, sarà previsto 1 Giga di traffico giornaliero al costo di 99 centesimi di euro, utilizzabile fino alle ore 23:59 dello stesso giorno. Se il cliente dovesse consumare il Giga in questione, la navigazione in internet verrà bloccata fino al giorno successivo.

In caso di credito insufficiente per attivazione e rinnovo delle opzioni tariffarie (ad eccezione dei costi relativi alle offerte roaming), il traffico incluso non verrà sospeso, ma sarà disponibile fino alle ore 23:59 al costo di 99 centesimi di euro.

Se il credito dovesse risultare insufficiente anche il giorno seguente, il traffico incluso verrà reso disponibile per ulteriori 4 giorni al prezzo di 1,99 euro.

Il costo viene addebitato nella prima ricarica utile, in aggiunta a quello di rinnovo dell’offerta o costo di attivazione. L’anticipo del traffico è disponibile più volte al mese ed è valido per le opzioni che prevedono traffico incluso con addebito su credito residuo.

Per evitare l’addebito di questi importi, in seguito alla migrazione si potrà comunque attivare il servizio Autoricarica. In ogni caso, i prezzi sopra riportati non vengono applicati nel primo mese immediatamente successivo alla modifica.

Il diritto di recesso

A tutti clienti impattati dalla rimodulazione, WindTre offre la possibilità di esercitare il diritto di recesso o passare ad altro operatore senza costi entro 60 giorni dalla comunicazione, come previsto dall’articolo 98-septies decies comma 5 del Codice europeo delle Comunicazioni Elettroniche (Decreto Legislativo 207/2021 entrato in vigore a partire dal 24 Dicembre 2021).

Per fare ciò, i clienti devono inviare una comunicazione con causale di recesso “modifica delle condizioni contrattuali” tramite uno dei canali disponibili, ovvero l’Area Clienti, un punto vendita WindTre, una lettera raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre S.p.A. CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 MILANO MI, una PEC a servizioclienti159@pec.windtre.it e il numero 159, con il quale è possibile acquisire la richiesta previo accertamento della propria identità.

Se il cliente dovesse avere un’offerta su un’altra linea abbinata all’offerta mobile, in caso di disattivazione di quest’ultima perderà tutti gli eventuali benefici.

Si specifica inoltre che in caso di rateizzazione di un prodotto (ad esempio smartphone o tablet), nella comunicazione di recesso è possibile indicare il metodo di pagamento, scegliendo se pagare le rate residue in un’unica soluzione o mantenere attiva la rateizzazione fino alla scadenza.

Altri dettagli sulla migrazione WindTre

Anche in questo caso, per coloro che rimarranno ancora nei sistemi ex 3 Italia, la migrazione sarà applicata in automatico. Nonostante ciò, è possibile comunque passare ai sistemi del brand unico in autonomia, tramite il processo di soft migration con l’attivazione di un’offerta MIA dedicata.

Per comprendere se si è stati migrati all’interno del nuovo sistema, i clienti possono controllare la scadenza della loro SIM all’interno dell’Area Clienti o tramite l’app ufficiale dell’operatore.

Se la schermata presenta una data di scadenza (non visibile invece per i clienti ex brand 3 Italia), la migrazione può dirsi conclusa e il cliente avrebbe prova di essere stato inserito nei sistemi del brand unico.

Si ringrazia S. per la segnalazione

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button