LinkemReti e FrequenzeTim

TIM e Linkem, consultazione su richiesta proroga e trasferimento delle frequenze 3.4 – 3.6 GHz

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha avviato una consultazione pubblica volta a valutare l’autorizzazione del trasferimento reciproco e proroga dei diritti d’uso delle frequenze in banda 3.4-3.6 GHz per gli operatori TIM e Linkem.

La delibera numero 315/21/CONS ha aperto la consultazione pubblica per valutare le richieste inviate da TIM e Linkem ad Agosto 2021 al Ministero dello Sviluppo Economicco per l’autorizzazione al trasferimento reciproco e alla proroga fino al 31 Dicembre 2029 dei loro diritti d’uso delle frequenze in banda 3,4 – 3,6 GHz.

Entrambe le aziende hanno allegato, come previsto, i loro piani tecnico-finanziari necessari per la valutazione della proroga.

TIM ha inoltre avanzato la proposta di proroga dei diritti d’uso delle frequenze in banda 3.4 GHz – 3.6 GHz che non sono oggetto del trasferimento a Linkem e che resterebbero così nella sua titolarità.

Il MiSE ha poi richiesto all’AGCOM il suo parere di competenza e l’Autorità ha avviato così la consultazione pubblica ai sensi dell’articolo 11 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche.

Tale consultazione risulterà aperta agli interessati entro 30 giorni dalla data di pubblicazione della delibera, comparsa sul sito dell’Autorità il 21 Ottobre 2021.

Nel documento di consultazione (ecco il documento completo) viene richiesto di fornire osservazioni e valutazioni in merito alla richiesta di proroga e poi, nello specifico, rispetto al trasferimento dei diritti d’uso, come proposto dai due operatori.

I rispondenti dovranno anche fornire la loro posizione in merito al trasferimento dei diritti d’uso delle frequenze da Linkem a TIM a condizione di modificare la durata degli stessi per allinearla a quella degli altri diritti di TIM.

Nello specifico, la proposta di cessione prevede il trasferimento da TIM a Linkem dei diritti d’uso detenuti limitatamente a una porzione di 20 Mhz nelle regioni Abruzzo, Umbria, Lazio, Campania, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria e Sardegna.

Invece, Linkem intende cedere a TIM i diritti d’uso limitatamente a una porzione di 20 MHz nelle regioni Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Veneto, Val d’Aosta e Sicilia, oltre che nelle regioni Marche ed Emilia-Romagna di cui è formalmente titolare Go Internet e che però Linkem avrà acquisito esercitando l’opzione all’acquisto.

Infine, l’AGCOM richiede ai rispondenti di valutare se vi sia interesse, da parte del mercato, per un impiego alternativo delle frequenze potenzialmente disponibili nella banda 3.4-3.6 GHz che richieda il ricorso a procedure di assegnazione aperte e competitive.

 

Vuoi ricevere notizie e consigli utili in tempo reale sul mondo della telefonia? Iscriviti gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Segui MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

MondoMobile.News

Back to top button