ServiziRimodulazioni TariffarieTim

TIM: attivo di default il blocco VAS per tutti e novità su disabilitazione di alcuni servizi

TIM ha reso noto di aver terminato le pratiche di blocco dei servizi VAS a sovrapprezzo, già annunciato alla sua clientela tramite SMS informativi in seguito alla delibera dell’AGCOM in materia. Inoltre, è stata annunciata la disabilitazione di alcuni servizi a sovrapprezzo entro il 14 Luglio 2021.

I clienti erano stati già informati dell’entrata in vigore del blocco gratuito e automatico dei servizi a sovrapprezzo entro la fine del mese di Maggio 2021, per l’attuazione delle disposizioni fissate dalla nuova delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che ha stabilito appunto il barring di default e l’attivazione volontaria del cliente solo tramite OTP per tutti i servizi a sovrapprezzo, salvo alcune eccezioni.

Nella pagina del sito ufficiale dedicata alle informative sui servizi VAS, stando a quanto riportato da TIM, il blocco dei servizi VAS è adesso attivo di default per tutti i clienti che non abbiano espressamente richiesto di continuare a utilizzare le proprie SIM senza barring. Dalla stessa pagina, emerge anche una novità sulla disabilitazione di alcuni servizi.

Blocco di default per tutti i clienti TIM

Con il termine “servizi a sovrapprezzo” si intendono tutti quei servizi, attivabili tramite SMS e connessione dati, che offrono oroscopi, giochi, video e musica in streaming, notizie, previsioni meteo, suonerie o altro attraverso un pagamento una tantum o un abbonamento periodico.

Secondo quanto stabilito nell’informativa ai clienti, vige adesso il blocco di default per tutti i clienti TIM, con cui viene di fatto inibito l’addebito su credito residuo o conto telefonico dei cosiddetti servizi VAS.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

I servizi esclusi dal blocco di default

Resta però l’accesso a servizi di Mobile Ticketing, servizi informativi bancari, servizi di televoto, donazioni, servizi postali privati e quelli rientranti nel servizio universale postale, servizi elettronici di recapito certificato e servizi di posta elettronica certificata.

L’AGCOM stessa, al termine della sua consultazione, ha deciso di escludere i servizi sopra citati dal blocco di default, in quanto di pubblica utilità o caratterizzati da processi di attivazione che garantiscono già la piena volontarietà dell’utilizzo da parte del cliente.

Nel caso specifico di TIM, inoltre, sono anche esclusi dal blocco automatico tutti i servizi del brand TIM come TIM Vision, TIM Music o TIM Games e i servizi di terzi come Google Play e Apple Store e più in generale tutti quei contenuti la cui fruizione prevede una fase di registrazione e accesso tramite nome utente e password.

Per precisione, è giusto evidenziare che TIM si era impegnata per il barring dei servizi VAS per tutte le SIM attivate dal 25 Novembre 2020. L’operatore, in seguito al procedimento sanzionatorio avviato dall’AGCOM, aveva infatti implementato già alcune misure volte a ridurre i rischi per gli utenti nei casi di attivazione di servizi VAS non richiesti.

Dunque, il blocco attivo effettivamente per tutti riguarda i già clienti che non avessero precedentemente richiesto il barring dei servizi VAS. Chiaramente, poiché il processo di blocco è stato graduale, è possibile che alcuni clienti abbiano già ricevuto il barring nelle scorse settimane.

Disattivazione dei servizi a sovrapprezzo

Nella sua pagina informativa aggiornata oggi 26 Maggio 2021, TIM sta anche annunciando la chiusura di gran parte di servizi a sovrapprezzo erogati tramite SMS e internet.

In queste ore, alcuni clienti stanno anche ricevendo un SMS che li informa del fatto che, progressivamente, sarà disabilitato l’accesso ad alcuni servizio premium come giochi, news, meteo e altro. Nell’informativa si evince che questo processo inizierà il 27 Giugno 2021 e terminerà il 14 Luglio 2021.

Per precisione, si evidenzia però che l’operatore disabiliterà i servizi gradualmente, dunque alcuni clienti potrebbero ricevere la disattivazione in anticipo rispetto alla data finale del 14 Luglio 2021, e comunque a partire dal 27 Giugno 2021.

Nel caso in cui il cliente dovesse disporre di uno di questi servizi attivi, questi saranno disattivati e TIM invierà un messaggio di conferma della disattivazione.

TIM informa che continuerà comunque a garantire la possibilità di accesso ai servizi premium eventualmente offerti da altri operatori.

Inoltre, restano esclusi anche in questo caso tutti i servizi di televoto, donazioni solidali, donazioni ai partiti politici, servizi bancari, servizi di mobile ticketing per il trasporto pubblico e i parcheggi e i servizi postali privati o rientranti nel servizio universale postale, oltre ai servizi elettronici di recapito certificato e di posta elettronica certificata.

Si ringrazia Alessandro per la segnalazione

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button