TelecomunicazioniVodafone

Competenze Digitali: l’evento di Italy Next Generation riflette sul dialogo tra pubblico e privato

Si è tenuto quest’oggi, 7 Maggio 2021, il Digital Talk di Italy Next Generation sull’importanza delle competenze digitali all’interno del PNNR.

“Le nuove generazioni e la società del futuro. Formazione e competenze digitali nel PNRR per il rilancio del Paese” è il nome del Digital Talk volto a comprendere la necessità di lanciare una strategia strategica sinergica, multisettoriale e integrata per garantire competenze digitali ai giovani e non solo.

Italy Next Generation, l’organizzatore dell’evento, ha invitato diversi player del settore e associazioni di categoria, come Vodafone Italia, The Adecco Group Italia, ASSTEL Assotelecomunicazioni, YOOX Net-a-Porter e il Gruppo AXA Italia.

Con tutte, si è discusso sulle misure da mettere in campo nell’ambito dell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, anche con lo scopo di favorire la collaborazione tra settore pubblico e settore privato.

L’evento è stato aperto dal Ministro per le Politiche giovanili Fabiana Dadone, che ha parlato innanzitutto della necessità di formare i formatori, rafforzare le politiche attive del lavoro e sviluppare un percorso di orientamento professionale sin dalle scuole medie, fino all’ingresso nel mercato del lavoro.

Digitalizzazione

Di seguito il commento completo del Ministro:

“Formare i formatori, rafforzare le politiche attive del lavoro rendendole più efficaci, sviluppare un percorso di orientamento professionale che parta sin dalle scuole medie e accompagni i ragazzi fino all’ingresso nel mercato del lavoro.

È importante che la formazione sia adeguata alle nuove esigenze del mercato del lavoro, quindi si orienti verso la transizione digitale e quella ecologica, ma soprattutto risponda alle esigenze dei giovani e giovanissimi: sviluppare percorsi di formazione informale che permettano l’apprendimento anche divertendosi, come ci diceva già Montessori.

Emancipare i ragazzi, ma emancipare anche chi lavora con una formazione davvero continua e permanente”.

Alla base della formazione digitale per il rilancio del Paese ci sarebbe anche il rispetto delle esigenze dei giovani e giovanissimi, con percorsi di formazione che permettano l’apprendimento anche divertendosi, sempre con l’obiettivo di emancipare i più giovani.

Tra le altre cose, il tema delle competenze digitali è anche alla base del piano Italia Digitale 2026 del Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, che mira ad avere entro i prossimi cinque anni almeno il 70% della popolazione digitalmente abile.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button