Reti e FrequenzeLexFonia

Antenne, acquisizione di Towertel da parte di Phoenix: semaforo verde dall’Antitrust

A distanza di una settimana dall’avvio di un’istruttoria sull’operazione tra la tower company Cellnex e WindTre, per l’acquisizione delle torri italiane di CK Hutchison, l’Antitrust ha valutato anche il caso dell’acquisizione del capitale di Towertel da parte di Phoenix Tower International.

Già a Gennaio 2021, Phoenix Tower International aveva comunicato all’Antitrust l’acquisizione di Towertel e delle sue circa 4000 antenne in Italia. Già in quell’occasione, l’AGCM rendeva noto che il Gruppo PTI non è attualmente presente in Italia e che dispone attualmente nel complesso di circa 9000 torri nel suo portafoglio.

Nel bollettino AGCM di ieri, 19 Aprile 2021, l’Autorità ha infine valutato l’operazione di concentrazione tra Phoenix Tower International e Towertel, decidendo di non aprire l’istruttoria per verificarne l’impatto sulla concorrenza, a differenza di quanto fatto con Cellnex.

L’analisi di mercato dell’AGCM

Anche in questo caso, l’operazione costituisce una concentrazione nel settore delle infrastrutture dedicate all’ospitalità di operatori di telecomunicazioni su infrastrutture passive (ovvero torri, rooftops e altri assets) che mostra una domanda di servizi proveniente da operatori mobili MNO e wireless FWA.

Esattamente come fatto nel documento d’avvio istruttoria per l’acquisizione delle torri di WindTre da parte di Cellnex, l’Autorità ha ricordato, con riferimento allo scenario competitivo, che le infrastrutture passive originariamente costruite per utilizzo in autoproduzione da parte degli operatori di rete per i propri MNO si affiancano alle offerte indipendenti da parte di terzi.

Così, fino a circa tre anni fa, gli attori del mercato erano essenzialmente Inwit, controllata interamente da TIM, la divisione di Vodafone che gestiva i siti di Vodafone Italia e la divisione interna di WindTre che è diventata CK Hutchison Networks Italia.

Solo in misura residuale, e prevalentemente legata alla trasmissione televisiva, vi sono Ei Towers, Rai Way e proprio Towertel, di cui Phoenix Tower mira all’acquisizione.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Dl Semplificazioni 5G

L’operazione di concentrazione tra Phoenix Tower e Towertel

Nel dettaglio dell’operazione, questa consiste nell’acquisizione, da parte di Phoenix, in via indiretta, del controllo esclusivo di Towertel, attiva nel mercato delle infrastrutture passive di telecomunicazioni.

Tuttavia, l’AGCM ha valutato che non esistono sovrapposizioni tra le attività delle due società, in quanto nessuna azienda del portafoglio di Blackstone (azionista di controllo di Phoenix) è attiva nel settore delle telecomunicazioni in Italia. Stesso discorso per Phoenix stessa, attiva nel settore, ma non in Italia.

Dunque, l’operazione non può modificare la struttura di mercato e le relative condizioni contrattuali, perché prevede sostanzialmente il passaggio del soggetto controllante, da EI Towers a Phoenix.

Inoltre, Towertel detiene quote di mercato pari a circa il 5-10%, dunque ben al di sotto degli operatori più strutturati a livello nazionale.

Per queste due ragioni, secondo l’AGCM l’operazione di concentrazione “non appare suscettibile di determinare la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati interessati” tale da ridurre il livello di concorrenza.

L’Antitrust ha comunque richiesto il parere dell’AGCOM, che è pervenuto il 24 Marzo 2021. L’Autorità ha evidenziato che le sue competenze non afferiscono specificamente ai mercati delle infrastrutture passive di radiocomunicazioni, poiché queste società non sono qualificabili come operatori di rete e non sono iscritte al ROC (il Registro degli Operatori di Comunicazione) tenuto dall’AGCOM stessa.

Tuttavia, l’AGCOM ha ricordato il suo parere positivo per la concentrazione tra EI Towers e F2i, che riguardava i medesimi mercati rilevanti, fornendo quindi lo stesso indirizzo in relazione all’acquisizione di Towertel da parte di Phoenix.

Così, con delibera pubblicata ieri all’interno del bollettino settimanale, AGCM ha deciso di non avviare l’istruttoria per l’operazione di concentrazione, che potrà proseguire secondo le tempistiche fissate dalle due società.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button