Rimodulazioni TariffarieVodafone

Vodafone rimodulazione 2021: in arrivo aumento di 1,99 euro al mese per alcune offerte SIM dati

Vodafone Italia ha deciso di aumentare il costo di alcune offerte tariffarie ad alcuni suoi clienti con SIM dati ricaricabile e/o con SIM dati abbonamento. Per questi ultimi è previsto anche un aumento del costo di spedizione per promuovere l’attivazione della fattura digitale, per ridurre l’impatto ambientale.

Il costo di queste offerte dati coinvolte aumenterà di 1,99 euro al mese per i clienti con rinnovo mensile e di 23,88 euro all’anno per i clienti con rinnovo annuale.

A partire dal 29 Marzo 2021 sarà il turno di alcune offerte su SIM dati ricaricabile, invece dal 6 aprile 2021 per offerte su SIM dati abbonamento.

Non si conosce la lista delle offerte tariffarie solo dati coinvolte. A partire da oggi 19 febbraio 2021, i clienti Vodafone coinvolti da questa nuova rimodulazione saranno informati con una specifica comunicazione personalizzata.

In più, dal 27 maggio 2021, per i clienti Vodafone con SIM dati abbonamento sarà previsto un incremento pari a 0,61 euro delle spese di spedizione per chi richiede ancora l’invio della fattura non fiscale in modalità cartacea.

Chi non vuole subire questo aumento potrà richiedere gratuitamente la spedizione della fattura digitale via email.

E’ lo stesso aumento già comunicato per i clienti di rete fissa Vodafone che ricevono ancora la bolletta cartacea. In quel caso l’aumento è previsto a partire dal 23 marzo 2021.

L’operatore giustifica queste modifiche unilaterali che comportano questi aumenti così: “consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi“.

Invece per l’aumento dei costi di spedizione della fattura cartacea scrive: “con l’obiettivo di impegnarci a ridurre l’impatto ambientale“.

Per conoscere in tempo reale le novità degli operatori, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Vodafone

Anche per i clienti abbonamento Vodafone di rete mobile che pagano con Bollettino Postale, così come succederà per i clienti Vodafone di rete fissa, in caso di pagamento della fattura oltre la scadenza, verrà richiesto il versamento di un’indennità di ritardato pagamento, il cui valore varia in funzione del ritardo e non si applica per ritardi entro i 30 giorni se i pagamenti delle precedenti 3 fatture sono stati regolari.

Infatti, dalla stessa data dell’aumento del costo per la spedizione della fattura cartacea, sarà introdotta una modifica all’articolo 14 delle Condizioni Generali di contratto per il servizio mobile Vodafone in abbonamento, con un’importante integrazione su eventuali costi di morosità in caso di ritardato pagamento della fattura.

In caso di ritardato pagamento della fattura rispetto alla scadenza ivi indicata, Vodafone si avvale della facoltà di richiedere il versamento di un’indennità di ritardato pagamento a titolo di rimborso dei costi di gestione sostenuti (tra lo 0% e il 6% in funzione dello storico dei pagamenti e dei giorni di ritardato pagamento).

I dettagli di tale importo e le condizioni di applicazione, così come previsto dalla Delibera 179/03/CSP dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM), saranno pubblicati nella sezione “Per il consumatore” del sito ufficiale dell’operatore Vodafone Italia e saranno oggetto di periodico aggiornamento sulla base dei costi sostenuti dallo stesso operatore.

I clienti Vodafone coinvolti che non vogliono accettare queste modifiche, ai sensi dell’articolo 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 numero 259, della Delibera 519/15/CONS e delle Condizioni Generali di Contratto, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore di telefonia fissa mantenendo il loro numero fisso senza penali né costi di disattivazione, fino all’ultimo giorno di validità delle precedenti condizioni, indicato nella stessa comunicazione, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali“.

Il recesso gratuito andrà effettuato via PEC all’indirizzo [email protected], con raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 10015 Ivrea (TO), oppure sulla sezione dedicata all’interno di variazioni.vodafone.it utilizzando username e password dell’area fai da te del sito ufficiale dell’operatore o compilando il modulo dedicato in tutti i negozi Vodafone.

Potranno esercitare il diritto di recesso, senza costi aggiuntivi diversi da quelli eventualmente legati al metodo scelto, su variazioni.vodafone.it, nei negozi Vodafone, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), scrivendo via PEC a [email protected], specificando la causale sopraindicata.

Nel caso in cui sia inclusa nell’offerta la rateizzazione di uno o più dispositivi, il cliente potrà continuare a pagare le rate residue con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento scelto, oppure potrà indicare nel modulo di recesso il pagamento delle rate in un’unica soluzione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button